Parliamo di...

La linea pacifista M5S sulla guerra in Ucraina. Intervista al Senatore Marton

#07Febbraio  #FaroAtlantico  #Interviste  #guerra  #movimento5stelle 
“L’unica prospettiva reale e credibile per superare questo conflitto è imporre una svolta diplomatica […] È la storia che lo insegna”. Questa la linea ufficiale del Movimento 5 Stelle ribadita dall’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte in una conferenza stampa lo scorso 27 gennaio. Quali sarebbero, però, i capisaldi su cui impostare questa svolta? Questi sarebbero compatibili con l’accertamento della verità giudiziaria per i gravi atti denunciati in Ucraina? Lo abbiamo chiesto al Senatore Bruno Marton, membro della Commissione Affari Esteri e Difesa di Palazzo Madama e già parlamentare del Movimento nella XVII Legislatura.1. Senatore Marton, la ringraziamo per aver...

Niente video di Zelensky a Sanremo, invierà un testo che sarà letto da Amadeus

#06Febbraio  #tv  #festivaldisanremo  #guerra  #Ucraina 
Il presidente ucraino Volodymir Zelensky non invierà un video a Sanremo 2023, ma un testo che sarà letto sul palco da Amadeus. Lo ha annunciato il direttore dell’Intrattenimento di prime time Rai Stefano Coletta, precisando che “siamo in contatto quotidiano con l’ambasciatore Melnyk. Siamo giunti alla definizione dell’intervento del presidente ucraino ieri”.“Mi sembra complicato poter censurare il presidente”, ha poi specificato Coletta rispondendo a una domanda su un controllo preventivo della Rai sul messaggio inviato da Zelensky. “Il controllo di noi dirigenti è preventivo alla messa in onda di ogni programma, ma sorrido all’idea di un dirigente Rai che possa...

È colpa della NATO? Ci sono i nazisti a Kyiv? Euromaidan, golpe o rivoluzione? Alle radici della guerra in Ucraina

#05Febbraio  #Fuoridaqui  #Post  #guerraucraina  #NATO 
8 min letturadi Matteo Zola [Ha collaborato Oleksiy Bondarenko]Mentre il conflitto in Ucraina ci restituisce quotidianamente il suo bollettino di morti e feriti, di attacchi a infrastrutture, di bombe sui palazzi, di battaglie attorno a città fino a qualche mese fa sconosciute, continuano a emergere in larga parte dell’opinione pubblica i soliti dubbi, le stesse domande: se sia opportuno sostenere ancora lo sforzo di autodifesa ucraino oppure si debba cercare un appeasement con il Cremlino. Il dibattito intorno alla guerra resta fortemente polarizzato e segnato da quel paternalismo, un po’ coloniale, che afferma come gli ucraini siano in fondo russi,...

Ucraina: nuove armi in arrivo. Il punto

#03Febbraio  #Europa  #News  #guerra  #putin 
di Raffaele CroccoFra i molti luoghi, i russi hanno bombardato anche Kramatorsk, nel Donetsk. Un palazzo è crollato in un istante, allungando di due l’elenco infinito dei civili morti in questi 343 giorni di invasione russa dell’Ucraina. I feriti, alcuni molto gravi, sono almeno sette. Nulla di nuovo in questa guerra che non vede la fine. il presidente ucraino Zelensky promette che i colpevoli saranno individuati e puniti: come se in guerra, in tutte le guerre, non fossero sempre i civili ad essere massacrati. La guerra chiama vendetta, da sempre. E l’esercito ucraino le proprie vendette potrebbe averle dalla nuova...

Guerra in Ucraina: Russia schiera i Terminator

#02Febbraio  #cronaca  #esteri  #guerrainucraina  #russia 
La Guerra in Ucraina è giunta ad un secondo livello, con la NATO che sta fornendo nuovi tipi di armi agli ucraini su richiesta del loro presidenze Zelensky (manco fosse una lista nozze) e la Russia che sta iniziando a schierare armi tecnologicamente più sofisticate.Ovviamente, non si tratta mai di una buona notizia, visto che armi più sofisticate e potenti portano di conseguenza più morte e distruzione.I denominativi degli armamenti, poi, aumentano la loro potenza di fuoco ancor prima del loro utilizzo. La Russia ha schierato infatti i Terminator. Rievocazione del film cult di Fantascienza di David Cameron, che ha...

“Non vi sostengo più perché sull’Ucraina diffondete la propaganda occidentale e non vi confrontate”: la nostra risposta a una lettrice

#31Gennaio  #Fuoridaqui  #Post  #crowdfunding2023  #guerraucraina 
5 min letturaQuando abbiamo iniziato la campagna di crowdfunding per l'edizione 2023 di Valigia Blu, uno dei rischi che avevamo messo in conto è stato quello di perdere donazioni per via delle posizioni assunte in Ucraina. Si è trattato di un tema che ha dominato comprensibilmente il dibattito pubblico nel 2022, e che ha fortemente diviso l'opinione pubblica. Non solo: il nostro paese ha subito notevolmente i contraccolpi della disinformazione, sia come propaganda diretta, sia come scarsa qualità.Ogni qual volta prendiamo pubblicamente posizione su temi delicati e che dividono l'opinione pubblica, siamo consapevoli del rischio di scontentare le persone, persino...

“Profeti” e quelle donne partite per unirsi all’Isis di cui l’Occidente si è dimenticato

#26Gennaio  #Storie  #donnegiornaliste  #film  #guerrainsiria 
Prigionia, diritti delle donne, Medio Oriente, religione, scontro di civiltà: il nuovo film di Alessio Cremonini punta l'attenzione sui pregiudizi nei confronti di tutto quello è diverso e riaccende l'interesse verso le foreign fighters che hanno raggiunto la Siria durante la guerra dell'Isis.Tra i tanti meriti di Profeti film di Alessio Cremonini in sala dal 26 gennaio 2023, c’è quello di poter riaccendere l’attenzione nei confronti delle migliaia di donne che negli anni sono partite dall’Occidente per unirsi all’Isis in Siria e in Iraq: mogli, madri, figlie che hanno deciso di lasciare Londra, Parigi, Roma, New York per vivere e...

Ucraina: armi nuove, vecchia distruzione. Il punto

#25Gennaio  #Europa  #News  #guerra  #putin 
di Raffaele CroccoCi sorpassa a velocità supersonica il giorno 333 dall’invasione russa dell’Ucraina. È la velocità dei nuovi missili ipersonici Zircon. La Russia li sta sperimentando in questi giorni. Li ha schierati sulla fregata Gorshkov, che parteciperà a esercitazioni congiunte con le marine cinesi e sudafricane, fra il 17 e il 27 febbraio, nelle acque fra Durban e Richards Bay. Una esercitazione interessante, questa, anche dal punto di vista politico: è il segno di come il Brics, il club informale delle economie emergenti varato da Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa, si stia trasformando sempre più in uno strumento...

Ucraina, il “no” della Germania all’invio dei carri armati Leopard 2 a Kiev

#21Gennaio  #guerraUcrainacarriarmatileggeriLeopard2 
Il presidente ucraino Zelensky ha dovuto fare i conti col ‘no’ della Germania alla fornitura di Leopard 2, i carri armati di ultimi generazione che secondo Kiev ribalterebbero il corso del conflitto. Ma sul ‘gioiello tecnologico’ che Berlino dovrebbe inviare per dare una svolta alla guerra, il governo tedesco per il momento non vuole rischiare.Ucraina, il “no” della Germania all’invio dei tankIl timore condiviso dal cancelliere Olaf Scholz e dal neo ministro della Difesa Boris Pistorius, è quello di un allargamento del conflitto in caso di ulteriori forniture militare all’esercito di Kiev. Sembrerebbe che la fornitura di Leopard 2 all’esercito...

Guerra ucraina, l’ambasciata russa a Roma: “Distrutto un Lince di fabbricazione italiana”

#21Gennaio  #guerraucrainalincedistrutto 
Con un post su Facebook l’ambasciata russa a Roma ha annunciato che “un veicolo corazzato dell'esercito ucraino Iveco LMV 4x4 di fabbricazione italiana è stato distrutto durante l'operazione militare speciale”. L’Iveco LMV 4x4 è il Lince, il mezzo blindato leggero di nuova generazione prodotto da Iveco Defence Vehicles.I missili anticarro Milan di fabbricazione italiana “catturati al nemico”Ieri, giovedì 19 gennaio, sempre su Facebook, l'ambasciata russa aveva pubblicato invece foto dei missili anticarro Milan di fabbricazione italiana “catturati al nemico” e che ora “aiutano i difensori della Repubblica Popolare di Donetsk a combattere i neonazisti ucraini", sottolineando che “almeno quest'arma è...

Un patrimonio di rapporti alla prova dei cambiamenti del sistema internazionale. Italia e Russia negli anni della transizione (1980-2000)

#19Gennaio  #RussiaeSpazioPost-sovietico  #Gorbačëv  #guerrafredda  #Italia 
Una lunga tradizione di profondi rapporti culturali, economici, commerciali e anche politici ha storicamente connesso Italia e Russia.La motivazione di questo legame speciale è stata rintracciata in una serie di fattori costanti che hanno plasmato in senso cooperativo e non competitivo le relazioni tra i due paesi. Sul piano internazionale, l’asimmetria dello status internazionale e la lontananza geografica dei due attori. Sul piano interno, la reciproca fascinazione prodotta dalle rispettive identità culturali, così come l’intensità degli scambi economici e commerciali. Tuttavia, la narrativa di una relazione privilegiata tra Italia e Russia, pur storicamente fondata, non deve sfociare nella semplificata raffigurazione...

“Putin? Non sono sicuro che sia vivo”, così Zelensky ma il Cremlino smentisce

#19Gennaio  #Oltrelostretto  #guerraucraina  #russia  #ucraina 
Il botta&rispostaVolodymyr Zelensky, presidente ucraino, ha affermato di non essere sicuro che il presidente russo Vladimir Putin “sia ancora vivo”.Lo ha detto oggi, giovedì 19 gennaio, a Davos, in Svizzera, parlando alla Victor Pinchuk Foundation, sul tema dei negoziati di pace tra Ucraina e Russia.Alla domanda, infatti, sui possibili colloqui di pace tra la Russia, Zelensky ha detto: “Questo non è il cinema in cui aspetti l’inizio di un film. Questa è una grande tragedia”. Inoltre, ha parlato della presunta mancanza di coinvolgimento di Putin nei negoziati e si è chiesto se il 70 sia ancora vivo: “Non capisco se...

“Imboscati!” Il Corsera torna agli anni ’30…

#15Gennaio  #Politica  #corrieredellasera  #guerra  #inviodiarmi 
L’editoriale del Corriere della Sera del 13 gennaio, anche letto con gli occhiali delle libertà costituzionali borghesi, è al limite del Codice penale, ancorché applicato soltanto in materia di richiami al ventennio fascista.Lo stile e il tono (sul contenuto, dopo), intesi a un perentorio “serrare i ranghi”, rievocano perfettamente la retorica squadrista che, in tempo di guerra, avrebbe semplicemente esortato a passare per le armi chiunque avesse osato mettere in dubbio la “parola del Capo”.Così, è scritto che «Sul decreto per gli aiuti all’Ucraina il voto è stato compatto, l’atteggiamento no» perché, a detta dell’editorialista, pare che nel dibattito al...

Guerra in Ucraina, esplosioni in tutto il Paese, colpito anche un condominio

#14Gennaio  #Oltrelostretto  #guerraucraina  #russia  #ucraina 
Le ultime dal conflittoAllarme aereo in tutta l’Ucraina. Come riportato dal governatore della regione di Mykolaiv, Vitalii Kim, su Telegram, “missili russi stanno sorvolando i cieli del Paese”, invitando la gente a restare nei rifugi.In effetti, esplosioni sono state segnalate in almeno 10 regioni ucraine, come riferito dal Kyiv Independent, aggiungendo che le segnalazioni arrivano dagli oblast di Kiev, Kharkiv, Khmelnytskyi, Ternopil, Dnipropetrovsk, Ivano-Frankivsk, Leopoli, Vinnytsia, Mykolaiv e Odessa.Un missile russo ha anche colpito un condominio nella città di Dnipro, e ci sono “persone sotto le macerie”. Lo ha riferito su Telegram Kyrylo Tymoshenko, vice capo dell’ufficio del presidente dell’Ucraina,...

Ucraina, la nuova strategia russa. Il punto

#13Gennaio  #Europa  #News  #guerra  #putin 
di Raffaele CroccoSono 323 giorni: il tempo corre verso il primo anno di invasione russa dell’Ucraina. Un tempo lunghissimo e macabro, segnato da un centinaio di migliaia di morti, fra civili e militari, dalla distruzione di un Paese, dalla paura che la guerra si allarghi, diventi mondiale e definitiva.I segnali vanno oltre le parole e le minacce delle cancellerie. Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha invitato l’esercito a tenersi pronto al Nord, al confine con la Bielorussia. Lo Stato maggiore teme una nuova offensiva russa da quella direttrice e ancor di più teme che la Bielorussia possa scendere in campo...

Le guerre creano le nazioni

#09Gennaio  #Multipolarismo  #NotiziedalMondo  #Russia  #guerraRussia-Ucraina 
Gilbert Dottorowgilbertdoctorow.comSui media tradizionali si è parlato molto di come la guerra con la Russia, iniziata il 24 febbraio 2022, ha forgiato l’Ucraina in una nazione sotto la brillante guida del presidente Zelensky. Questa nazione avrebbe trovato fiducia in se stessa nella sua apparente capacità di resistere all’invasione armata da parte del potente vicino orientale e persino di contrattaccare con un certo successo, misurabile nei grandi guadagni territoriali nell’oblast di Kharkov prima e in quello di Kherson poi. La nuova nazione ucraina sta condividendo le difficoltà e ci dicono che la speranza della vittoria la tiene unita, per ora.Del fatto...

Guerra Ucraina, pressing Biden su Meloni per invio di nuove armi: "Mandate anche scudo anti-missile"

#07Gennaio  #guerraucrainawashington 
Jake Sullivan, consigliere USA per la sicurezza nazionale, ha telefonato Francesco Talò, consigliere diplomatico di Giorgia Meloni, sollecitando l'invio di armi in Ucraina: "Mandate a Kiev lo scudo anti-missile".Armi all'Ucraina, gli Usa ordinano all'Italia di intensificare inviiLa Casa Bianca fa sapere in una nota ufficiale che il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan ha telefonato a Francesco Talò, consigliere diplomatico di Giorgia Meloni. Talò, prima di essere consigliere, ha rappresentato l'Italia nella Nato a Bruxelles quindi conosce bene Sullivan.Nella nota si legge: "I due funzionari hanno condannato l'aggressione in corso della Russia contro l'Ucraina, compresi i suoi attacchi contro...

Se pure una tregua risulta impossibile…

#06Gennaio  #Internazionale  #capodanno  #guerra  #kiev 
Come volevasi dimostrare, la proposta del patriarca della Chiesa russa Kiril, accettata da Putin, di una tregua natalizia dalle 12 del 6 alla mezzanotte del 7 gennaio (Natale, per le Chiese ortodosse che seguono il vecchio calendario, è appunto il 7 gennaio) ha mandato un po’ di gente al manicomio.Ricordo che una tregua, o “cessate il fuoco”, è una pausa dei combattimenti in cui per un po’ di tempo non muore della gente, giusto per chiarire di cosa si discute. La tregua, tra l’altro, è unilaterale, nel senso che non è concordata con le FFAA ucraine, che sono solo invitate...

La Russia vuole creare la “sua” Electronic Arts, per salvare l’economia

#04Gennaio  #News  #electronicarts  #guerraucraina 
Durante la guerra in Ucraina, che tristemente sta per arrivare ad un anno dal suo inizio, la Russia vuole tentare di risanare l’industria dei videogiochi sperando di creare la “sua” Electronic Arts.Uno dei tanti videogiochi simbolo di questo periodo storico è però Stalker 2 (lo trovate su Amazon), sviluppato da ucraini che nel frattempo stanno combattendo per il loro Paese.Che non sono gli unici nel mondo dei videogiochi. Un membro del team di Metro Exodus ha infatti perso la vita mentre combatteva contro l’esercito russo.Il popolo ucraino si sta dimostrando in generale stoico anche nel morale, perché recentemente alcuni hanno...

“No alla guerra e no al riarmo, le risorse vadano a lavoro ed educazione”, il messaggio di pace di Papa Francesco all’Angelus

#01Gennaio  #News  #angelus  #guerra  #papafrancesco 
Gli occhi di tutto il mondo sono già puntati su piazza San Pietro, dove il 5 gennaio prossimo si terranno i funerali di Joseph Ratzinger, il Papa emerito scomparso il 31 dicembre, ma l’attuale pontefice, Francesco, nell’Angelus celebrato questa mattina, 1 gennaio, non ha dimenticato di toccare anche altri argomenti ‘caldi’.L’occasione è stata la concomitanza con la Giornata Mondiale della Pace. Dal Vaticano quindi il pontefice ha rinnovato l’appello contro la guerra, contro il riarmo, in un chiaro richiamo a quanto sta accadendo ormai dal 24 febbraio scorso in Ucraina.“Nel mondo intero e in tutti i popoli sale il grido...

La propaganda di Putin ha trasformato le scuole russe in centri di indottrinamento

#31Dicembre  #Fuoridaqui  #Post  #guerraucraina  #Propaganda 
8 min letturaIl processo di radicalizzazione del regime putiniano, entrato in una nuova fase con l’aggressione militare all’Ucraina, inevitabilmente tocca ogni settore della società russa. Nuove leggi sempre più repressive, misure che vanno a colpire ogni aspetto della cultura e della vita (pubblica e privata) dei cittadini, l’adozione di provvedimenti volti a terrorizzare e a tenere nel silenzio la popolazione: questo breve elenco fornisce un quadro di come le autorità russe in questi dieci mesi di guerra stiano affrontando la situazione interna. Non sono più possibili spazi di autonomia né tanto meno opinioni diverse nemmeno in quegli ambiti, come la...

Cosa chiediamo a Babbo Natale

#25Dicembre  #Editoriali  #News  #auguri  #guerra 
di Raffaele CroccoCosa chiedere a Babbo Natale, quest’anno? Quali potrebbero essere i regali sotto il gigantesco albero addobbato per la festa? Vediamo. Il primo regalo potrebbe essere la fine dei regimi dittatoriali, autoritari, ottusi. Potrebbe essere farla finita con chi, in nome di un qualche dio e della sua legge, stupra e uccide una ragazzina di 14 anni solo perché non si è messa il velo. Farla finita con gli uomini neri – perché sono sempre maschi e sono sempre vestiti di nero, lo avete notato? – che impongono alle donne le loro leggi crudeli, buone solo a curare le...

“Ora è solo tempo di guerra, poi verrà il “dopo”, in un tempo lontano”. Biden sancisce la guerra lunga

#22Dicembre  #Politica  #europa  #guerra  #nato 
La visita di Zelenski negli Stati Uniti, il primo viaggio all’estero del presidente ucraino da febbraio, ha confermato come sia gli Usa che Kyev non abbiano alcuna intenzione di percorrere la strada di negoziati che possano fermare la guerra in corso.Tra ringraziamenti di Zelenski per le ulteriori forniture militari, sia immediate che per tutto il 2023, e le battute di Biden, una colpisce particolarmente, quando il presidente USA ha dichiarato ai giornalisti che “Ora è solo tempo di guerra, poi verrà il “dopo” anche se in un tempo lontano”.Dunque la guerra proseguirà, senza scadenze né previsioni di cessazione che non...

Zelensky a Washington, vertice con Biden con la promessa dei missili Patriot: “Restituiremo la libertà all’Ucraina”

#21Dicembre  #DalMondo  #biden  #guerra  #ucraina 
Vestito della solita e ormai iconica divisa militare, Volodymr Zelensky ha ufficialmente incontrato sul suolo americano, a Washington, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden.Un vertice faccia a faccia carico di significati, simbolici e non solo: per la prima volta dallo scoppiare del conflitto in Ucraina, iniziato ormai 300 giorni fa quando il 24 febbraio le truppe russe di Vladimir Putin invasero il Paese, il numero uno di Kiev lascia la sua terra per volare all’estero.E il viaggio non poteva che essere negli Stati Uniti, che dal primo giorno si sono mostrati il più importante alleato nella guerra contro il...

2022 anno di emergenze ma anche di solidarietà nelle campagne online

#13Dicembre  #Ucraina  #SocialGood  #Solidarietà  #guerra 
> SolidarietàIl 2022 è stato un anno all’insegna delle emergenze, a cominciare dalla guerra in Ucraina, per arrivare ai disastri naturali avvenuti nel nostro Paese. Queste tristi storie hanno tuttavia commosso e toccato il cuore degli italiani: i cospicui fondi raccolti nel 2022 su GoFundMe per le campagne di beneficenza, infatti, non sono altro che la cartina tornasole del sentimento di solidarietà che abbonda tra gli abitanti del Bel Paese.Secondo quanto comunicato dalla stessa piattaforma ammontano a 16 milioni di euro gli aiuti arrivati dall’Italia, che può contare su un totale di 300 mila donatori online per tutte le raccolte...

Ucraina, 1 milione e mezzo di persone ad Odessa è “nell’oscurità”

#11Dicembre  #Oltrelostretto  #guerraucraina  #Odessa  #russia 
Le ultime dalla guerraUn milione e mezzo di persone sono rimaste senza elettricità a Odessa, nel sud dell’Ucraina, dopo un attacco notturno dei droni kamikaze russi ma di fabbricazione iraniana. Lo ha riportato il presidente Volodymyr Zelensky.L’autorità energetica della regione ha avvertito che le riparazioni richiederanno molto tempo, forse fino a tre mesi. Zelensky ha detto: “Dopo l’attacco notturno dei droni iraniani, Odessa e altre città nella regione sono nell’oscurità. A partire da ora, più di un milione e mezzo di persone nella regione di Odessa sono senza elettricità”.Kyrylo Tymoshenko, vice capo dell’amministrazione presidenziale, ha affermato che soltanto le infrastrutture...

Ucraina, lo stallo della guerra. Il punto

#02Dicembre  #Europa  #News  #guerra  #negoziati 
di Raffaele CroccoSuperati i 9 mesi dall’inizio dell’invasione russa, il quadro militare e diplomatico in Ucraina resta simile ad una palude. Dal punto di vista militare gli spostamenti sono insignificanti. Sul fronte del negoziato, appare lontana ogni realistica ipotesi di avvio della trattativa. Di fatto, la guerra in Ucraina somiglia sempre più ad una “nota di fondo”, a cui il Mondo sembra abituarsi. Le migliaia di morti che sta causando appaiono lontane. Per la prima volta, in questi giorni il governo di Kiev ha parlato delle proprie perdite militari. Secondo Oleksiy Arestovych, consigliere del presidente Zelensky, i soldati ucraini uccisi...

Il ruolo decisivo e ambiguo dei satelliti di Elon Musk in Ucraina

#27Novembre  #Internet  #elonmusk  #guerra  #starlink 
“All’inizio della guerra ero un po’ scettico sulla loro efficacia, ma penso che col tempo questa sia aumentata considerevolmente e penso anche che adesso stia avendo un ruolo significativo sul campo di battaglia”, ha spiegato Michael Kofman, analista della CNA Corporation ed esperto di questioni militari russe. Oltre a fornire a civili e militari la possibilità di restare in contatto con i loro cari, di ricevere i messaggi delle autorità e di verificare le voci incontrollate che inevitabilmente si diffondono, Starlink offre anche e soprattutto dei vantaggi strategici dal punto di vista bellico.Droni e intelligenceL’utilizzo probabilmente più importante riguarda i...

Bielorussia: la situazione dei dissidenti e dei prigionieri politici, la mobilitazione “nascosta”, l’attesa per capire se Lukashenko entrerà in guerra al fianco di Putin

#13Novembre  #Fuoridaqui  #Post  #AleksandrLukashenko  #Bielorussia  #guerraucraina  #Russia 
di Claudia BettiolIn questo autunno del 2022, a riportare nei radar mediatici una Belarus’ semi-dimenticata non sono le proteste pacifiche antigovernative dei bielorussi o le ultime sull’arresto di Raman Pratasevič (giornalista dissidente il cui aereo era stato dirottato su Minsk), bensì il complicato triangolo tra i presidenti Aljaksandr Lukašenka, Vladimir Putin e Volodymyr Zelens’kyj. Lo scoppio della guerra totale in Ucraina e la sua evoluzione negli ultimi otto mesi, il movimento sospetto di truppe russe in suolo bielorusso e lungo il confine, le mobilitazioni “obbligata”, “parziale” e “nascosta” nei tre paesi e, infine, le relative reazioni sui tre vincitori del...

Quando Zelensky irrideva gli abitanti della Crimea privati dell’acqua

#12Novembre  #esteri  #acqua  #crimea  #guerrainucraina  #russia  #ucraina  #VolodymyrZelensky 
La notizia della ritirata dell’esercito russo da Kherson è stata vista come un segnale di resa dei militari al soldo di Putin, sebbene le ipotesi siano diverse (ne abbiamo parlato qui).Sicuramente Volodymyr Zelensky e chi gli sta dietro (nazionalisti ucraini e americani) ha risvegliato l’orgoglio nazionalista ucraino, da secoli soffocato dall’imperialismo russo. Anche se poi occorre capire quale destino spetterà agli ucraini se davvero si libereranno dai russi e abbracceranno l’American dream. Sarà lo stesso simil-schiavista toccato ad altre ex repubbliche socialiste sovietiche, come Polonia, Romania e Albania?Tuttavia, non bisogna dimenticare il passato da comico dell’attuale presidente ucraino, che in...

Dopo la guerra c’è solo il pantano

#10Novembre  #Interventi  #guerra  #ricostruzione  #Ucraina  #unioneuropea  #USA 
In Ucraina le operazioni militari proseguono stancamente. Il tempo, invece, incalza: nove mesi passati tra azioni e reazioni, ritirate e rioccupazioni, offensive, controffensive e contro-controffensive sembrano soltanto anticipazioni di qualcosa che tende all’eternità. I cicli della guerra da un lato e dall’altro si susseguono secondo i cicli delle stagioni, dei […] L'articolo Dopo la guerra c’è solo il pantano su Contropiano....

“Gli Stati Uniti hanno trasformato la guerra civile nel Donbass in una guerra contro la Russia”.

#09Novembre  #Interventi  #donbass  #guerra  #guerracivile  #partitocomunista  #russia  #StatiUniti  #Ucraina 
Cari compagni! Saluto cordialmente i partecipanti al 22° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai a nome del Partito Comunista d’Ucraina. Il partito illegalmente bandito nel mio paese, dove i nostri compagni e persone che la pensano allo stesso modo subiscono persecuzioni politiche, arresti e violenze fisiche da parte del […] L'articolo “Gli Stati Uniti hanno trasformato la guerra civile nel Donbass in una guerra contro la Russia”. su Contropiano....

Elezioni USA: la posta in gioco

#08Novembre  #Altro  #Internazionale  #biden  #elezioni  #guerracivile  #midterm  #trump  #USA 
“Due anni fa, nessuno parlava di una seconda guerra civile americana. Oggi è un luogo comune” Barbara F.Walter Oggi si vota per le elezioni di metà mandato negli Stati Uniti. Sono state le elezioni mid-term più costose della storia: 16.700 milioni di dollari secondo i calcoli dell’organizzazione Open Secret. La […] L'articolo Elezioni USA: la posta in gioco su Contropiano....

L’invio di armi va fermato, non “discusso”!

#07Novembre  #Politica  #armi  #conte  #guerra  #manifestazione  #pace  #Ucraina 
È lunedì, la settimana ricomincia, e ascoltando la rassegna stampa sembra che non si sia appena concluso un weekend eccezionale segnato dalla richiesta di pace urlata a gran voce a Roma e Napoli. La manifestazione di sabato a Roma, le cui decine di migliaia di partecipanti avevano le idee molto […] L'articolo L’invio di armi va fermato, non “discusso”! su Contropiano....

Stoltenberg a Roma per incontrare Meloni: l’Italia è centrale nella Nato

#04Novembre  #AndreaMuratore  #Formiche  #GabrieleCarrer  #geopolitica  #GiorgiaMeloni  #governoMeloni  #guerrainUcraina  #GuidoCrosetto  #InsideOver  #JensStoltenberg  #NATO  #NatoCyberDefencePledgeConference  #news 
Di Andrea MuratoreJens Stoltenberg verrà presto a Roma e vedrà Giorgia Meloni e il Ministro della Difesa Guido Crosetto. Garanti, assieme al Ministro degli Esteri Antonio Tajani e al titolare dell’Economia e delle Finanze Giancarlo Giorgetti, del collocamento atlantico del sistema-Paese e interlocutori chiave per il segretario generale della Nato.A rivelare la notizia della visita dell’ex premier norvegese a Roma è stata Formiche, che ha dato notizia della presenza di Stoltenberg alla Nato Cyber Defence Pledge Conference 2022, evento che si terrà alla Farnesina il prossimo 10 novembre per mettere a punto gli aggiornamenti sullo strumento di difesa dal rischio cyber ideato sei anni...


RSS - Mastodon