Parliamo di...

Il Nord ruba risorse al Sud: l’inizio dell’autonomia differenziata (163 anni fa)

#06Febbraio  #Italia  #Opinione  #Storia 
Di Loreto Giovannone per ComeDonChisciotte.orgLa sistematica violazione della Costituzione per il sud. L’Italia non è stata realmente unita, rimane un paese fondato sull’ipocrisia e sulla menzogna reiterata, una pratica in uso da 163 anni in politica, in tutti gli ambienti istituzionali e di vertice dello Stato, negli uomini che siedono nei palazzi del governo centrale o periferico, e dell’alta finanza. A sancire la incontrovertibile verità fu Il Sole 24 ore l’11 gennaio 2015 in un articolo di Stefano Brusadelli dal titolo“Quel Nord predatorio sul Sud: Quando all’indomani dell’unificazione si fece il primo censimento del Regno d’Italia, si registrò nell’ex territorio...

La Storia del Festival di Sanremo: Origini, Scandali e Controversie

#02Febbraio  #StoriaContemporanea 
29 gennaio 1951 – Nella rubrica dedicata ai programmi radiofonici della giornata, i principali quotidiani italiani scrivono: “Ore 22. Festival della canzone”. Nessuno sa di cosa si tratti e la notizia passa quasi del tutto inosservata. Intanto, a Sanremo, mentre i camerieri apparecchiano i tavoli del salone delle feste del casinò, gli addetti ai lavori preparano l’attrezzatura sul palco, per l’occasione addobbato con le composizioni floreali tipiche della città.500 lire, una sciocchezza: questo è il prezzo per la serata. Il pubblico raggiunge il casinò municipale, si accomoda in sala e, fra il tintinnio di piatti, posate e bicchieri, il celebre...

50 immagini storiche che vi daranno una visione affascinante del passato (nuove)

#30Gennaio  #Fotografia  #Storia  #fotostoriche  #fotostorichefattiinteressanti 
L'evento della società d'élite era noto per presentare al pubblico le ultime creazioni, ma nessuno aveva mai visto una moda così prima. Vestite con creazioni blu, bianche e avana, secondo i giornali, gli spettatori definirono le tre donne una "mostruosità", le accusarono di essere seminude e di mostrare un décolleté rivoltante. Sono stati questi tre abiti, tuttavia, a cambiare per sempre la moda quel giorno e a lanciare la silhouette del ventesimo secolo. La creatrice si chiamava Jeanne Margaine-Lacroix, una giovane stilista parigina che aveva rilevato la storica casa di moda di sua madre e stava iniziando a guadagnare popolarità...

30 Gennaio 1972: Domenica Domenica di sangue

#29Gennaio  #StoriaContemporanea 
In un episodio storico della serie I Simpson, il giardiniere Willie, sardo nella versione italiana ma in realtà scozzese, parlando del rapporto tra Lisa e Bart dichiara:“Non durerà. Fratelli e sorelle sono nemici per natura, come gli inglesi e gli scozzesi, o i gallesi e gli scozzesi, o i giapponesi e gli scozzesi, o gli scozzesi e altri scozzesi. Dannati scozzesi! Hanno distrutto la Scozia!”Si sa, lo show dei Simpson è sempre stato irriverente e satirico, ma come tutti gli spettacoli di questo genere nella sua ironia nasconde un fondo di verità.I rapporti tra i popoli della Gran Bretagna non...

Giorgio V: le controversie del Re Marinaio

#26Gennaio  #Storia  #StoriaContemporanea  #StoriediReeRegine  #Europa 
Nella quinta stagione di “The Crown”, più precisamente durante il sesto episodio, viene introdotto attraverso un toccante flashback intriso di significato il personaggio di Re Giorgio V: gli spettatori non hanno naturalmente aspettato molto per giudicare quest’uomo come colui che ha lasciato che la condanna a morte sulla testa del primo cugino, lo Zar Nicola II di Russia, diventasse un’amara realtà. In questo articolo ripercorreremo la vita di Giorgio V, detto “il Re marinaio”, gettando una nuova luce sull’episodio controverso riportato dalla famosa serie televisiva.La vita di GiorgioGiorgio Federico (nome di battesimo) nacque il 3 giugno 1865 a Marlborough House...

27 gennaio, Giornata della Memoria: capire cosa sono stati la Shoah e l’Olocausto

#26Gennaio  #Storia  #Auschwitz  #nazismo  #olocausto 
StampaIl fumetto il primo e più famoso fumetto ideato per raccontare la Shoah è "Maus" di Art Spiegelman, un artista svedese naturalizzato americano. Spiegelman racconta la storia di suo papà sopravvissuto ai lager. È un libro per i più grandi tra di voi, in cui i protagonisti sono rappresentati da animali: gli ebrei sono disegnati come topi (perché per i nazisti erano esseri inferiori), i nazisti sono gatti, i francesi rane, i polacchi maiali e gli americani cani.Gli ebrei deportati venivano stipati in vagoni merci senza finestre né posti a sedere. Il lungo viaggio verso i campi di concentramento ad...

La storia di Liliana Segre, andata e ritorno dall’inferno

#25Gennaio  #Storia  #ebrei  #nazismo  #olocausto 
Stampa«Il mio viaggio verso Auschwitz è iniziato tanto tempo fa...». Liliana Segre oggi ha 92 anni ed è senatrice a vita della Repubblica Italiana, ma il 30 gennaio 1944, quando si ritrovò su un carro bestiame al Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, era solo una spaurita 13enne.Da questo binario, tra il 1943 e il 1945, partirono 15 convogli stipati di migliaia di ebrei destinati alle camere a gas, a causa della persecuzione nazifascista. Dei 776 bambini italiani di età inferiore ai 14 anni che furono deportati nei campi di concentramento, sopravvissero solo Liliana e altri 24.L'INIZIO DELL'INCUBO«Era l’11...

Intervista immaginaria a Cleopatra: l’ultimo faraone dell’Antico Egitto

#21Gennaio  #Storia  #anticoEgitto  #giuliocesare  #imperoromano 
StampaCleopatra era molto colta, parlava otto lingue tra cui il greco, il copto e il latino. Amava gli scherzi, i giochi di parole, le lingue e la scienza.Cleopatra era molto colta, parlava otto lingue tra cui il greco, il copto e il latino. Amava gli scherzi, i giochi di parole, le lingue e la scienza.È regina d'Egitto da quando aveva 18 anni. È intelligente, colta e ambiziosa. Secondo alcuni anche molto pericolosa. Con un filo d'ansia, sono arrivata ad Alessandria d'Egitto per intervistare Cleopatra VII Tea Filopatore, regina dell'Alto e del Basso Egitto. È un momento delicato: il suo esercito...

1° Gennaio: la circoncisione di Cristo e una festa “imbarazzante”

#31Dicembre  #Storia 
«Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione gli fu messo il nome Gesù, come era stato chiamato dall’angelo prima che fosse concepito nel grembo» ( Luca 2,21)“Vi lascerete circoncidere la carne del vostro prepuzio e ciò sarà il segno dell’alleanza tra me e voi. Quando avrà otto giorni, sarà circonciso tra voi ogni maschio di generazione in generazione… Il maschio non circonciso, di cui cioè non sarà stata circoncisa la carne del membro, sia eliminato dal suo popolo: ha violato la mia alleanza”” (Genesi. 17-10-11)La circoncisione per gli ebrei, ovvero il Patto del Brith Milà fra Abramo...

Chi sta più attento alla sicurezza dei casinò?

#30Dicembre  #Magazine  #StoriaeCultura 
Avete preso le dovute precauzioni. L’antivirus e il firewall sono stati installati, evitate di connettervi da una connessione wi-fi pubblica e giocate quasi esclusivamente da casa, poiché non volete essere osservati da occhi indiscreti durante le vostre sessioni di gioco e ritenete la privacy un valore fondamentale.PubblicitàTutto bene. Avete anche scelto casinò pubblicizzati ogni dove, per cui cosa mai potrebbe andare male? Beh, magari vi siete connessi in uno di quei Paesi ritenuti non proprio tra i più sicuri al mondo per quanto riguarda la presenza dei casinò online. La legacy del casinò, sarà quella alla quale dovrete prestare attenzione,...

Avatar e il Colonialismo europeo: un contatto già visto

#28Dicembre  #Cinema  #Storia 
Appena uscito, Avatar: la via dell’acqua è stato subito riconosciuto un capolavoro, una di quelle opere che solo l’uomo dei record come Cameron avrebbe potuto ideare. Entri in sala e ti ritrovi catapultato in un mondo incredibilmente realistico, bello, vivo e dinamico: Pandora, una luna dotata di un meraviglioso ecosistema, così simile alla Terra nei sui tempi migliori, che si staglia minuscola dinanzi al gigante gassoso Polifemo, quasi affine a un’isola caraibica e all’immenso continente alle sue spalle.La vita dei suoi abitati, i Na’vi, viene sconvolta dall’arrivo di una specie aliena, invasiva, i terrestri: una piaga che, dopo aver guastato...

La strada che non ho preso – giorno 3: il viaggiatore

#25Dicembre  #IraccontidiDavideTrentarossi  #Magazine  #StoriaeCultura  #CamminoaSantiago 
DOMENICA 25 DICEMBRE – E’ la notte di Natale, è appena passata la mezzanotte ed io sono qui, vagando in questa splendida piazza al centro di Milano, fra tanti sconosciuti che sorridono, cantano, si scambiano gli auguri mentre li osservo distante. Ho come l’impressione di passare tra loro inosservato. D’un tratto, dalle scale della fermata della metropolitana sale un uomo. Ha la barba incolta, i capelli scapigliati. Ha un grosso zaino sulle spalle. Sembra stanco e trasandato, ma non puoi non notare la felicità nei suoi occhi. I nostri sguardi si incrociano e indugiano. Ancora una volta mi colpisce...

La strada che non ho preso – giorno 2: il dongiovanni

#24Dicembre  #IraccontidiDavideTrentarossi  #Magazine  #StoriaeCultura  #casanova 
SABATO 24 DICEMBRE – Questa mattina ero in centro a Milano per gli ultimi acquisti natalizi. Ora, rientrando verso casa, sono di nuovo alla Stazione di Porta Garibaldi, ad attendere il suburbano per Treviglio. Un po’ meno gente del solito, ma i ritardi sono gli stessi degli altri giorni dell’anno. Ho percorso quasi tutta la banchina, scrutando i volti dei miei compagni di viaggio: chi immerso nella musica, chi a parlare al telefono, chi ancora a guardare la marea di video e news che ci invadono in ogni momento della giornata. Forse sto invecchiando, ma mi viene da pensare...

I cinque Natali di Auschwitz

#22Dicembre  #StoriaContemporanea 
Al tramonto del 1944 la disfatta nazista è vicina. I tedeschi ripiegano su tutti i fronti e l’Armata Rossa avanza da est nella Polonia occupata. Un’avanguardia sovietica giunge alle porte di Auschwitz. Sul cancello troneggia la scritta in tedesco Arbeit macht frei (Il lavoro rende liberi), una menzogna travestita da promessa che non ha alcun riscontro con quello che i russi trovano nel campo.I nazisti hanno obbligato alle cosiddette marce della morte verso ovest la stragrande maggioranza dei prigionieri e ad Auschwitz sono rimaste solo 7.000 anime in pena. Si aggirano fra i cadaveri sparsi sul terreno. Sembrano fantasmi in...

Masaniello: il tragico destino del Caporivolta di Napoli

#17Dicembre  #StoriaModerna  #StoriediUomini 
18 luglio 1647 – Napoli è in fermento e migliaia di persone si stanno radunando nei pressi della Basilica di Santa Maria del Carmine. A circa due ore dal tramonto, un feretro avvolto in un lenzuolo di seta bianca, con a sinistra una spada e a destra un bastone, esce dalla chiesa e inizia a sfilare per le strade della città. Al suo passaggio, i partenopei spalancano le finestre, invocano il nome del defunto, piangono e si disperano. Alcune donne si fanno largo tra la folla, allungano la mano verso il corpo e cercano di strappare qualche ciocca di capelli...

12 dicembre: la strage di Piazza Fontana

#12Dicembre  #Storia  #milano 
StampaIl 12 dicembre 1969, in quello che sembrava un normale pomeriggio di fine autunno, alle 16.37 una bomba sventrava il salone della Banca Nazionale dell'Agricoltura in Piazza Fontana, a Milano, uccidendo 17 persone - 13 sul colpo - e provocando 88 feriti. L'episodio passerà alla storia come Strage di Piazza Fontana.Contemporaneamente a Roma, altri tre ordigni esplosero in diversi punti della città, ferendo 16 passanti. Una quinta bomba, fortunatamente rimasta inesplosa, venne rinvenuta in Piazza della Scala a Milano e fatta brillare dagli artificieri.Quel giorno segnò l'inizio della Strategia della Tensione, un periodo storico molto buio nel quale forze terroristiche...

Bonifacio VIII: la drammatica Morte del Papa più Controverso

#27Novembre  #StoriaMedievale 
Anno Domini 1303 – Un piccolo esercito con le insigne del re di Francia sta marciando verso Anagni. In testa ai soldati ci sono Guglielmo di Nogaret e Sciarra Colonna, che arrivano in città ed entrano senza colpo ferire. La borghesia locale ha deciso di tradire papa Bonifacio VIII e di consegnarlo agli emissari di Filippo il Bello, che cingono d’assedio il palazzo dove si è barricato l’odiato pontefice e si precipitano al suo cospetto.Sono attimi che passeranno alla storia. La porta cede e, mentre grida, passi e tintinnii di spade e armature riecheggiano per le stanze, il Vescovo di...

Le Origini delle relazioni tra Cina e Stati Uniti

#18Novembre  #StoriaModerna 
Oggi potremmo considerare Cina e Stati Uniti come gli aghi della bilancia politici e militari del teatro mondiale, con la Russia terzo attore chiamato in causa. Gli sviluppi delle loro relazioni sono una costante nella cronaca quotidiana. Potenze militari, demografiche, economiche e sociali, la loro influenza sul globo è immensa. E pensare che è solo poco più di due secoli fa, che una giovane Unione di Stati iniziava a interfacciarsi con un impero millenario, attraversando mezzo mondo, affacciandosi spavalda nella spietata arena della politica globale.Cina e Stati Uniti3 settembre, 1783. Gran Bretagna, Francia, Spagna, Province Unite e Stati Uniti d’America...

La storia della battaglia: la manovra, parte 2

#17Novembre  #Guerra  #Storia  #GengisKhan  #Moltke  #Napoleone 
Grande Sergebigserge.substack.comNel primo capitolo di questa serie, abbiamo esaminato quelli che possono essere definiti i fondamenti assoluti della guerra di manovra: la concentrazione della forza di combattimento, la penetrazione nelle retrovie nemiche e l’avvolgimento di una parte o di tutte le forze nemiche. Un singolo schema di avvolgimento di questo tipo, sia che venga realizzato attraverso uno schieramento asimmetrico come quello dei Tebani a Leuttra o con un movimento di fiancheggiamento come quello di Rommel a Gazala, rappresenta una sorta di schema di manovra generalizzato, un modello base – un progetto potente, ma comunque da manuale.In questo articolo, amplieremo l’ambito...

La Francia nemica nostra?

#13Novembre  #Geopolitica  #Immigrazione  #Storia  #Featured 
La realtà è che gli immigrati c’entrano poco. O pochino. La realtà è che il dramma diplomatico che si sta consumando tra Parigi e Roma – che il neopremier italiano definisce «reazione aggressiva ed ingiustificata» – è solo un episodio isterico di una conflitto che va avanti da tempo. Qualcuno dirà che questa relazione già aveva i suoi lineamenti due secoli e passa fa. Noi ci accontentiamo di annotare ciò che è accaduto negli ultimi anni, e non è poca roba: ci sono cose da far accapponare la pelle, ci sono cose che fanno vomitare. Prepotenza, calcolo, scherno, forse perfino violenza: con...

Chi ha inventato per primo gli scacchi?

#13Novembre  #Storia  #computer  #india  #medioevo  #persia  #scacchi 
Gli scacchiChi li ha inventati?Gare con il computerQuest’anno, il gioco degli scacchi è stato uno dei regali di Natale più richiesti. Un successo inaspettato, dovuto molto probabilmente alla serie tv La regina degli scacchi, trasmessa con grande successo su Netflix. E così in molti hanno (ri)scoperto questo gioco molto antico.GLI SCACCHISi tratta di un gioco di strategia che si svolge su una scacchiera composta 64 caselle e 32 pezzi da muovere e spostare, una partita a scacchi offre molteplici combinazioni. Il giocatore deve essere sempre concentrato, deve avere buona memoria e doti di anticipazione. E per diventare un grande maestro,...

Antichi Egizi, Romani, Maya e Atzechi: perché queste antiche civiltà sono scomparse?

#11Novembre  #News  #Scuola  #Storia  #egizi  #etruschi 
Se vi siete mai posti una domanda di questo genere, sappiate che avete toccato uno dei punti più difficili del lavoro degli storici. Capire perché nascano le civiltà è complicato, ma riuscire a comprendere perché crollino lo è ancora di più. A volte succede all’improvviso e a volte è una cosa che avviene addirittura in centinaia di anni. La crescita delle civiltà In effetti “qualcuno ha pensato che le civiltà seguano un ciclo uguale per tutte, che le porta a un periodo di crescita, fino al massimo della fioritura e poi al crollo e alla scomparsa. Ma è una visione...

Oltre 50 Paesi votano contro la risoluzione dell’ONU sull’antinazismo

#08Novembre  #Storia 
Una risoluzione delle Nazioni Unite che si oppone alla celebrazione del nazismo e delle relative ideologie ha incontrato una significativa resistenza da parte degli Stati Uniti e dei suoi alleati, con 52 paesi che venerdì scorso hanno votato contro. Lo riporta la testata russa RT.   La bozza di risoluzione «Lotta alla glorificazione del nazismo, del neonazismo e di altre pratiche che contribuiscono ad alimentare forme contemporanee di razzismo, discriminazione razziale, xenofobia e relativa intolleranza», presentata dal rappresentante della Russia all’ONU, Vassilij Nebenzia, è stata adottata con 105 voti in sostegno. Oltre ai 52 voti contrari, 15 paesi si sono...



RSS - Mastodon