Parliamo di...

La nuova direttiva europea sulle case è fondamentale e può favorire l’Italia

#30Gennaio  #Commenti 
Le polemiche sulla direttiva sulla prestazione energetica degli edifici non tengono conto della realtà in cui viviamo: alti costi dell’energia e cambiamenti climatici sempre più tumultuosi. Secondo i dati Oipe in Italia vi sono oltre due milioni di famiglie incapaci di far fronte all’impennata dei prezzi dell’energia, schizzati a livelli mai visti a seguito dell’invasione russa. Oltre 60 miliardi di denaro pubblico sono stati bruciati finora in aiuti a pioggia alle bollette, insostenibili per le finanze pubbliche. La crisi energetica è amplificata da quella climatica. Secondo il Centro euromediterraneo sui cambiamenti climatici, l’impatto di questi cambiamenti può costare fino all’otto...

Come ricordare la Shoah nell’epoca del ritorno di fascismo e razzismo

#26Gennaio  #Commenti 
Liliana Segre, durante nella la sua recente intervista da Fabio Fazio, ci ha ammonito con una frase molto severa: «So che sono una delle ultimissime ancora al mondo, so con pessimismo, ma anche con realismo che nel giro di pochi anni la Shoah sarà una riga nei libri di storia, poi non ci sarà neanche quella», un pensiero dichiarato e condiviso con altri testimoni del genocidio degli ebrei.Ci viene quindi trasmessa un eredità pesante, una responsabilità che tocca soprattutto noi che siamo gli addetti ai lavori di questa materia, noi che abbiamo il diritto\dovere di trasmettere questa Memoria nel migliore...

Rai, le conseguenze del terremoto Fiorello su Raidue

#25Gennaio  #Commenti 
Ci voleva Fiorello, ancora una volta, a ricordarci che la televisione è, o almeno per buona parte dovrebbe essere, un’intelligente spensieratezza. Con Viva Rai2, in onda tutte le mattine alle 7.15 sul secondo canale del servizio pubblico, lo show-man siciliano porta scompiglio in una fascia oraria che tradizionalmente vede l’offerta generalista contendersi l’attenzione del pubblico sul terreno dell’informazione, della rassegna stampa, del flusso di news da dare e commentare all’istante.Fiorello gioca con questa granitica solidità del palinsesto, la scortica e la blandisce come occasione per proporre uno sguardo “laterale”, una lettura dell’attualità a modo suo, una riflessione sarcastica e puntuale...

Il doppio manifesto dei valori rivela la confusione identitaria del Pd

#25Gennaio  #Commenti 
Il Pd non è stato l’unico partito ad aver perso le elezioni. Ma è l’unico, fra gli sconfitti, ad averne tratto le dovute conseguenze; gli altri si comportano come se avessero vinto.Riconosciuto questo (che non è poco), proprio la discussione in corso mostra però quanto sia difficile superare le contraddizioni e i limiti del Pd, o almeno di una sua ampia area.Sono limiti organizzativi e di classe dirigente: un partito degli eletti, in cui gli iscritti contano molto poco, e dove spesso la retorica del fare non affianca e supporta la visione ideale (come dovrebbe essere), ma la sostituisce; e...

Come fermare l’inutile strage del weekend sulle strade

#14Gennaio  #Commenti 
Nel suo messaggio di fine anno, il presidente Sergio Mattarella ha raccomandato ai giovani di porre attenzione nella guida di automobili per non gettare via la loro vita, messaggio ripreso in una pubblicità della presidenza del Consiglio.Poi l’onnipresente Matteo Salvini ha annunciato la revisione del codice della strada, che di certo non è il primo problema.Il problema è serio e non va affrontato con inutili raccomandazioni, ma con alcune analisi approfondite.Le statisticheSecondo gli ultimi rapporti Istat, i decessi in incidenti stradali costituiscono una delle principali cause di morte dei giovani tra i 15 e i 24 anni; emerge poi che...

Clima, hanno ragione gli attivisti che imbrattano il Senato

#02Gennaio  #Commenti 
Hanno ragione loro, i quattro attivisti di Ultima generazione che hanno imbrattato il Senato. Hanno ragione loro perché la politica italiana si indigna per un po’ di vernice e non per la traiettoria inesorabile della specie umana verso un destino di calamità e, forse, di estinzione.Hanno ragione loro a tirare la vernice perché la loro «disperazione che deriva dal susseguirsi di statistiche e dati sempre più allarmanti sul collasso eco-climatico» viene accolta soltanto dal «disinteresse del mondo politico» (così nel loro comunicato sul sito).Hanno ragione loro perché con queste azioni dimostrative, che si tratti di blocchi delle strade o di...

Ora ci spia perfino il nuovo aspirapolvere?

#28Dicembre  #Commenti 
Se a Natale vi hanno regalato un robot aspirapolvere valutate attentamente se adoperarlo o metterlo in cantina. Non che possa ferirvi in qualche modo, ma è reso curioso dalla telecamera con cui apprende e ricorda l’ambiente per aggirare intoppi ed evitare precipizi.In più genera un album di panoramiche e dettagli che dicono dell’arredo, della disposizione delle stanze, del nascondiglio dei gioielli, dell’assortimento dei farmaci, della presenza di quanti e (sbirciando bene) quali libri, gatti, cagnolini, coniglietti o, nei casi più tristi, soltanto scarafaggi.Ovviamente non manca il censimento di ogni altro apparato tecnico che fa anch’esso parte dell’esercito di spie: il...

Gli stipendi alti non evitano la corruzione, tagliamo gli sprechi all’Europarlamento

#21Dicembre  #Commenti 
Lo scandalo dell’Europarlamento deve servire a cambiare le cose. Tra le varie riforme da fare urgentemente c’è quella dell’adeguamento degli altissimi stipendi europei, davvero troppo alti. Da sempre si è detto che gli stipendi europei sono così alti per evitare ogni possibile forma di corruzione. Senza considerare i salari italiani, notoriamente più bassi della media europea salvo che per le carriere di dirigenti generali e per i parlamentari, basta confrontare le paghe brussellesi con quelle dei vertici amministrativi tedeschi, francesi o del Benelux, tanto per fare degli esempi.Un interprete alla Commissione guadagna più che un magistrato o un dirigente generale...

Dare forma agli ultimi, questa è la vera missione della sinistra

#19Dicembre  #Commenti 
Forse per la sinistra è arrivata l’ora di riconciliarsi con le proprie radici. Considerando i temi di discussione aperti dall’attuale crisi economica e sociale, ad esempio, sarebbe opportuno rileggersi chi ha dedicato la vita a riflettere sulle diseguaglianze sociali in rapporto a risorse e mezzi di produzione. Peccato che Karl Marx sia poco popolare sui social e anche Saint-Simon, Gramsci e Don Sturzo non prendano molti like dalla politica contemporanea.Possiamo vedere quanto gli ideali e gli idealisti siano fuori moda analizzando i provvedimenti a sostegno dei meno abbienti in discussione nella legge di bilancio italiana, con i ‘pendant’ dei relativi...

Juventus, la crisi scoppia con  un anno di ritardo

#29Novembre  #Commenti 
La fine era nota, ha soltanto tardato a arrivare. Andrea Agnelli si è dimesso nella serata di oggi dalla presidenza della Juventus e insieme a lui si è fatto da parte l’intero consiglio d’amministrazione della società bianconera. Una spettacolare manovra di auto-azzeramento che coinvolge anche gli altri due dirigenti di vertice: il vicepresidente Pavel Nedved e l’amministratore delegato Maurizio Arrivabene. A quest’ultimo il Consiglio di amministrazione, che rimane in carica per l’ordinaria amministrazione fino all’assemblea del prossimo 18 gennaio che nominerà il nuovo consiglio, ha chiesto di restare al suo posto.In ritardo di almeno un annoTutto previsto e prevedibile, dicevamo....




RSS - Mastodon