Parliamo di...

Le dinamiche energetiche nei luoghi di potere

#03Febbraio  #Articoli  #dinamiche  #energetiche  #luoghi 
Il mondo delle energieSono ormai diversi decenni che un sempre crescente numero di persone è alla ricerca di quello che viene definito, in maniera un po’ generalista, il “mondo delle energie e i luoghi di potere”. Altri sono invece alla ricerca di quegli spazi che custodiscono nefaste presenze. Ma pur sempre di sostanza eterea generata da terribili avvenimenti accaduti nel passato, come in certi rinomati manieri medioevali. Oppure, se le energie ricercate appartengono alla sfera spirituale, al mondo interiore, sono moltissimi gli individui che si confrontano con religioni e credo diversi da quelli di origine, piuttosto che con sette più...

Il senso di Donzelli per lo Stato. Walter Verini: violazioni molto gravi

#02Febbraio  #Articoli  #41bis  #AlfredoCospito  #AndreaDelmastroDelleVedove 
0 0Walter Verini è uno dei quattro parlamentari che hanno fatto visita ad Alfredo Cospito e che, per questo, sono stati accusati dal vicepresidente del Copasir, Giovanni Donzelli, di voler favorire la mafia in relazione ad una eventuale modifica del 41 bis in seguito allo sciopero della fame dell’anarchico pescarese. Detta così sembra solo un dibattito politico velenoso, in realtà sottende altro e riguarda “il rispetto dello Stato”. Da alcuni giorni ormai ruota attorno a questo concetto la polemica tra Pd e Fratelli d’Italia, di cui Giovanni Donzelli è esponente di primissimo piano e in tale veste in Parlamento ha...

“The Last of Us”. Luci e ombre immerse nei suoni, le musiche di Gustavo Santaolalla

#01Febbraio  #Articoli 
The Last of Us, adattamento televisivo firmato HBO dell’omonima saga videoludica, sta macinando record di ascolti e, come era presumibile, è già stata rinnovata per una seconda stagione. La serie, riadattata da Craig Mazin e Neil Druckmann, segue la storyline del videogioco al momento fermo alla Parte II.Il clamore generato dalla serie tv rappresenta uno spunto interessante per focalizzare l’attenzione su un altro elemento imprescindibile all’interno dell’intera saga videoludica e che, inevitabilmente, è confluito anche nell’adattamento televisivo: le musiche di Gustavo Santaolalla, noto al pubblico per le musiche de I segreti di Brokeback Mountain e Babel per i quali ha...

Jorit per Mario Paciolla: a Napoli un murale per il cooperante morto in Colombia

#30Gennaio  #Articoli  #Informazione  #MarioPaciolla 
0 0Napoli – Sarà presentato lunedì 30 gennaio 2023 alle ore 10.30 presso la Sala del Capitolo nel Complesso Monumentale San Domenico Maggiore a Napoli il progetto Un murale per Mario Paciolla promosso dalla famiglia Paciolla e dal collettivo “Giustizia per Mario Paciolla” con il sostegno del gruppo di imprese sociali Gesco e il patrocinio del Comune e della Città Metropolitana di Napoli.Interverranno alla conferenza: Anna Maria Motta e Giuseppe Paciolla, genitori di Mario; l’artista Jorit; Simone Campora del collettivo Giustizia per Mario Paciolla; la vicesindaco del Comune di Napoli Laura Lieto e il presidente di Gesco Sergio D’Angelo. Saranno...

I genitori di Giulio: per noi ogni giorno è il 25 gennaio

#25Gennaio  #Articoli  #GiulioRegeni 
0 0“Per noi ogni giorno è il 25 gennaio, anzi il 27 gennaio, quando la console italiana al Cairo ha chiamato per dirci che Giulio non aveva fatto ritorno a casa dalla sera del 25 gennaio. Da allora la nostra vita è stata drammaticamente stravolta. Diciamo che da tempo ci aspettiamo un 25 gennaio diverso, con dei risultati concreti, ma purtroppo oltre ad aver dovuto imparare a decodificare gli avvenimenti o non avvenimenti, siamo ormai preparati anche all’inerzia-incoerenza della politica. Il giallo non è solo un simbolo a Fiumicello ma è ormai un colore che si è diffuso in tutta...

L’uccisione di Andrea Rocchelli e Andrei Mironov alla Corte penale internazionale dell’Aja

#24Gennaio  #Articoli  #Esteri 
0 0Andrea, per tutti Andy, Rocchelli è stato ucciso il 14 maggio 2014 nel corso della guerra in Donbass. Ad oggi la sua uccisione è rimasta impunita. Per questo motivo con una informativa indirizzata all’Ufficio della Procura della Corte Penale Internazionale, i genitori di Andy chiedono che sia aperta un’indagine. Andrea è il primo fotoreporter ucciso nella guerra in Ucraina iniziata dal 2014. Andrea è il primo italiano ucciso in questa guerra mentre stava svolgendo il suo lavoro di fotoreporter.Il sindaco di Bucha a Francesca Mannocchi, che lo intervistò per il “Corriere della Sera” il 4 aprile 2022, volendo riassumere...

Quando sei perso nell’oscurità. Inizio con il botto per “The Last of Us”

#24Gennaio  #Articoli 
1968, Stati Uniti. Siamo in un set televisivo, nel contesto di un talk show serale con pubblico, e il conduttore sta intervistando una coppia di epidemiologi. Uno dei due (inaspettato cameo di John Hannah) è convinto che in futuro i funghi potrebbero rappresentare una minaccia per il genere umano; nello specifico la famiglia dei cordyceps, capaci di attaccarsi ad un ospite per controllarne la volontà, impedirne la decomposizione e cibarsi di esso. In un primo momento la reazione dei presenti è di scherno ma l’atmosfera cambia quando, con tono calmo e razionale, l’esperto si cimenta nella spiegazione della sua “bizzarra”...

Le parole non dette sulle intercettazioni. Una “stretta” inaccettabile

#20Gennaio  #Articoli 
0 0“Le parole che non ti ho detto..” è il titolo di un film di successo. Ora, invece, rischia di essere il titolo della fiction sulle intercettazioni scritta e interpretata dal ministro Carlo Nordio.Dopo le sgradevoli parole rivolte ai giudici antimafia, proprio nelle ore degli arresti di Matteo Messina Denaro, si moltiplicano gli appelli a limitare le intercettazioni, ad impedire la pubblicazione, ad aumentare le pene verso i cronisti, addirittura esponenti di Forza Italia hanno proposto di reintrodurre il carcere anche per la pubblicazione di intercettazioni non più coperte dal segreto istruttorio. Le loro intenzioni sono rivelate non solo dalle...

Resa dei conti sulla cronaca giudiziaria. Il caso Saviano e i timori di Bartoli

#20Gennaio  #Articoli  #CarloBartoli  #GiuseppeGraviano  #RobertoSaviano 
0 0In un simile scenario piomba la querela di un boss ad uno degli scrittori che più si è occupato di criminalità organizzata, Roberto Saviano.“Giuseppe Graviano, uno degli assassini di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, responsabile insieme a Matteo Messina Denaro delle stragi di Roma, Firenze e Milano, mandante dell’assassinio di don Pino Puglisi, fratello dell’altro killer Francesco Graviano, mi querela e chiede il sequestro del mio romanzo ‘Solo è il coraggio‘”. Lo ha scritto in un post lo stesso Saviano, già inserito nell’elenco dei giornalisti colpiti da azioni legali temerarie dal Consorzio che studia il fenomeno delle Slapps in...

Totò Cuffaro contro il giornalista di Repubblica Claudio Reale. Il Cdr: “Parole inaccettabili”

#19Gennaio  #Articoli 
0 0“Inaccettabili». Così il Comitato di redazione di Repubblica bolla, in un comunicato pubblicato anche sul sito web del quotidiano, le parole dell’attuale commissario della Dc siciliana, Totò Cuffaro, che, contestando un articolo del giornalista Claudio Reale relativo al medico che ha curato Matteo Messina Denaro e alla sua candidatura passata nel vecchio partito di Cuffaro, parla di “schifo” e “informazione diffamatoria”.“Considerata la condanna per favoreggiamento alla mafia subita da Cuffaro, che per questo ha scontato cinque anni di reclusione a Rebibbia, e a maggior ragione considerato il contesto del lavoro di questi giorni, un linguaggio del genere non può...

Gli amabili resti di Tommaso Bonaiuti. 5 dischi (+5) del 2022 che forse vi siete persi

#18Gennaio  #Articoli 
L’intento di questo breve opuscolo, se così gradite, è di segnalarvi una manciata di uscite che probabilmente vi siete persi.Potere fantasma – Potere fantasma (duofonico)Per chi se la ricorda, la teoria dell’”hauntology” messa in campo dal filosofo Mark Fisher nei suoi scritti sui “futuri perduti” (poi raggruppati in una raccolta dal titolo “Ghosts of my Life”) ha avuto un impatto decisivo sull’ultimo ventennio almeno di musica “altra”, sia a livello di immaginario (testi, copertine, grafiche, etc.) che a livello musicale, applicando un film gelatinoso e un po’ rovinato al sound che in un certo senso ha ringiovanito la musica alternativa...

Presentato nella sede Sugc il calendario solidale ‘Profughe ucraine a Napoli’

#18Gennaio  #Articoli 
0 0Il progetto benefico, realizzato su iniziativa dell’organizzazione di volontariato ‘My Volia’, è finalizzato ad una raccolta in aiuto del popolo oppresso dalla guerra.E’ stato presentato nella sede del Sindacato unitario giornalisti della Campania il calendario solidale “Profughe ucraine a Napoli”, realizzato su iniziativa dell’organizzazione di volontariato “My Volia”. Il progetto benefico è finalizzato ad una raccolta in aiuto del popolo ucraino, in particolare per l’acquisto di generatori elettrici, attraverso la Unity of People Charitable Foundation.«Abbiamo deciso di appoggiare questa iniziativa – ha detto nella sua introduzione il segretario del Sugc, Claudio Silvestri – perché ci sembra importantissimo illuminare una...

Arrestato Messina Denaro. Recuperiamo la memoria sulle zone buie della nostra storia

#17Gennaio  #Articoli  #Mafie 
0 0Chi non può dirsi entusiasta dell’arresto di colui che negli ultimi vent’anni è stato raccontato come “il capo dei capi”, l’uomo dai mille volti e dai mille segreti che avrebbe tenuto in scacco (forse sotto ricatto?) generazioni di inquirenti, dettando legge in Sicilia, e non solo!Certo, si potrebbe dire un arresto a orologeria. Giusto una settimana il capo del Viminale Piantedosi si augurava di essere il ministro dell’arresto di Messina Denaro. Ma quale ministro di qualsiasi colore non se l’è augurato? E in piena discussione sulla possibile revisione dell’ergastolo ostativo, mentre da pochi giorni è in vigore la riforma...

Indicibili futuri. Intervista a Marco Passarani

#16Gennaio  #Articoli 
Marco Passarani, tra i pochi, se non l’unico, elettro-hero italiano a mantenere uno standard qualitativo di eccellenza pur verticalizzando su più piani, dall’idm all’electro, passando per house, techno e ambient, accaparrandosi release di pregio per Peacefrog, Numbers, Rephlex e Running Back, giusto per dirne un paio, senza scomodare il riuscitissimo progetto post-(italo)disco Tiger & Woods.Con tanto di remix di lor maestà Autechre da appendere in sala trofei e il rispetto reciproco di Detroit e Londra, il producer capitolino, autore di quel capolavoro dal titolo Sullen Look (2005), dagli inizi negli anni ’90 ha via via scalpellato su marmo e circuiteria...

Il cane a due teste creato da Vladimir Demikhov

#15Gennaio  #Articoli  #Caneadueteste  #VladimirDemikhov 
Articolo aggiornato a Gennaio 10, 2023 by BorderlineZVladimir Demikhov, fu uno scienziato (considerato da molti pazzo) che praticò numerosi esperimenti per ricreare un cane a due teste, di seguito vi racconto la surreale storia dei suoi esperimenti radicali, che si adattano perfettamente al titolo di scienziato pazzo che gli venne attribuito.Vladimir DemichovVladimir Petrovič Demichov nonostante abbia acquisito la fama di scienziato pazzo, non era affatto uno qualunque, ragion per cui era considerato anche uno dei chirurghi e ricercatori sovietici più noti, al punto da essere definito pioniere del trapianto degli organi, fu comunemente definito il “padre del trapianto di cuore...

Astronomy dominos at Pompeii: i Pink Floyd e David Gilmour alle falde del Vesuvio

#12Gennaio  #Articoli 
Pink Floyd a Pompei?Pink Floyd: Live At Pompeii non è un documentario e non è un film. Ma si trova a metà strada di entrambe le cose. La parte girata a Pompei alterna documentario – i Pink Floyd che si esibiscono dal vivo – a scene avulse dal contesto sonoro interpretate da Gilmour, Waters, Mason e Wright nella veste di attori ai quali è stato detto cosa fare, per quanto si tratti di azioni elementari: aggirarsi per luoghi, sostare, atteggiarsi. A ulteriori spezzoni ambientali e fotogrammi fissi di reperti archeologici.Pompei al tramontoSarebbe interessante se il mondo accademico prendesse in considerazione...

David Sassoli, il peso della sua assenza un anno dopo

#11Gennaio  #Articoli  #Informazione  #davidsassoli 
0 0Ricordare David Sassoli attraverso i suoi discorsi per l’Europa, ma anche per l’Italia, come ha brillantemente fatto in un libro Claudio Sardo, è una scelta che ci aiuta a capire la lungimiranza e il peso politico del pensiero di questo nostro straordinario collega, fondatore di Articolo 21, nostro compagno di mille avventure, che del suo impegno politico ha fatto un manifesto di azioni e comportamenti, di pensieri e di atti concreti per cambiare le cose in un senso ben preciso, per fare in modo che “Il dovere delle istituzioni europee sia quello di proteggere i più deboli, e non...

La querela di Acciaierie Italia contro Gad Lerner riguarda tutti noi

#10Gennaio  #Articoli  #GadLerner  #GuidoCrosetto  #IlDomani 
0 0Se qualcuno fosse interessato a capire perché spesso parliamo di “querele bavaglio” vada a leggere, su Il Fatto, quanto ha raccontato Gad Lerner. La Procura di Milano gli ha recapitato l’apertura di un procedimento, a seguito di una querela di Acciaierie Italia, in merito ad una sua risposta ad un lettore nel corso della trasmissione di Radio Tre “Prima Pagina”. Anche questa è una primizia..In quella risposta, in modo sintetico, erano contenuti anni di denunce, di inchieste, di rapporti internazionali, comprese le pronunce delle Istituzioni Europee.Nulla di querelabile, nulla di offensivo, anche se, sarà il caso di ricordarlo, la...

Le verità scomode sulle stragi e l’importanza del giornalismo civile di Report

#03Gennaio  #Articoli  #GiorgioMottola  #paolomondani  #report 
0 0Grazie a Report e a tutta la redazione che ieri sera ci ha regalato l’ennesima testimonianza di un giornalismo civile, capace di restituire la memoria, di illuminare gli angoli più bui e sporchi della Storia repubblicana. Ancora una volta Sigfrido Ranucci, Paolo Mondani e la redazione tutta, hanno riacceso i riflettori sulle stragi del 1992 e 1993, sulle trattative Stato-mafia, sulle commistioni tra istituzioni, servizi, politica, mafia, fascismo, squadrismo neofascista.Un intreccio che ha insanguinato la Storia nazionale, sin dalla strage di Portella della Ginestra, proseguendo per piazza Fontana, Brescia, Italicus, Ustica, Peteano, Gladio, Loggia P2, nostalgici di Salò…Non pochi...


Fenomenologia dei Nepo baby, l’ultima ossessione della Gen Z

#01Gennaio  #Articoli 
Secondo il vocabolario Merriam-Webster, Gaslighting è la parola del 2022. Per il mondo dei social, tuttavia, è un’altra l’espressione che ha dominato le discussioni sull’arte e lo showbiz: Nepo baby. Tanto che il New York Magazine ha creato una copertina che ha diviso i naviganti, in particolare quelli di Twitter. Stiamo parlando dei figli d’arte, degli artisti (attori, cantanti, produttori, ecc.) che possono vantare nel loro lignaggio icone importantissime di Hollywood, a volte superando persino lo status dei loro illustri genitori, zii, nonni, ecc.La testata ha ricreato una sorta di mappa dei “figli di papà”, mettendo in luce come tutta...

Un anno dopo l’altro

#31Dicembre  #Articoli  #Informazione 
0 0Un anno – il 2022- non certamente memorabile per il sistema delle comunicazioni. Anzi. La tendenza a ridimensionare l’autonomia e l’indipendenza dell’informazione ha avuto un’ulteriore salto di qualità. La guerra in Ucraina, scaturita dall’aggressione della Russia, ha inferto un colpo ferale anche all’esercizio del diritto di cronaca: giornalisti epurati perché fuori dal coro, caccia alle streghe con tanto di liste di “infedeli”, agibilità ridotta dalle censure dirette e indirette. Un anno, quindi, denso di insidie e di precedenti che “fanno giurisprudenza”. Non solo. È aumentato il numero dei giornalisti minacciati dalle organizzazioni criminali o persino uccisi. Purtroppo, attorno a...

L'età moderna. Garage di 15 album 2000-2004

#28Dicembre  #Articoli 
Accade all’improvviso. E fu totalmente inaspettato. Se il brit-pop che lo aveva preceduto era stato un fenomeno con prodromi ben identificabili – gli Stone Roses, la C86 e così via – il boom del cosiddetto “garage rock” dei primi anni Duemila sembrò sbucare fuori dal nulla.Nel grande rimescolamento dei Novanta le chitarre avevano avuto ancora un ruolo definito e tuttavia circoscritto al recinto del rock indipendente e, appunto, a quello dorato di Oasis e compagnia. Elettronica, hip hop e persino quella anomalia chiamata “post rock” avevano allontanato in un passato mitico e, si pensava, irreplicabile le stagioni migliori del rock’n’roll:...

Il messaggio universale di pace di Papa Francesco

#26Dicembre  #Articoli  #Interni 
0 0Il messaggio urbi et orbi, cioè alla città e al mondo, che il papa ha pronunciato quest’oggi segue lo stile, la prassi del messaggio universale di pace, ribadisce la centralità della guerra insensata in Ucraina che provoca connessi disastri di carestie in altre aree del pianeta come il Corno d’Africa e prosegue col soffermarsi sui più sensibili punti di crisi mondiali. Ma non è tutto scontato, anzi. Per prima cosa va osservato che il papa parla di guerra mondiale, usa l’espressione innovativa di “ carestia di pace” e individua nell’indifferenza la malattia di questo nostro tempo. Francesco si sofferma...

2023. L’anno delle donne

#24Dicembre  #Articoli  #Esteri  #MahsaAmini 
0 0Se siamo venuti a conoscenza di quello che è accaduto a Mahsa Amini, la giovane iraniana che la polizia della morale ha picchiato a morte, a Teheran, perché non indossava bene il velo, lo dobbiamo a due coraggiose giornaliste, ora in carcere. Niloofar Hamedi, del quotidiano riformista Shargh, che è riuscita a entrare dentro l’ospedale dove la giovane venuta nella capitale da Saqqez stava morendo e a fissare sulle nostre coscienze, con un memorabile scatto, l’abbraccio senza speranza dei genitori di Mahsa – o Jina, come nella sua comunità curda veniva chiamata. Niloofar Hamedi: non c’è foto che non...

Divisione Gioia. L'Office Christmas Party di Ian Curtis dei Joy Division del 1978

#22Dicembre  #Articoli 
Chi di voi è avvezzo alla vita impiegatizia, sarà incappato almeno una volta nella tradizione – mutuata dal mondo anglosassone – degli Office Christmas Party, le temute feste di Natale in ufficio. Per i più socievoli, un’occasione (l’ennesima) per sfoggiare alla massima potenza le proprie abilità relazionali; per i più misantropi, un’occasione per sibilare innumerevoli, rassegnati ed estenuanti “a te e famiglia” stringendo la mano a persone con cui, al di fuori dell’ambiente lavorativo, probabilmente non si prenderebbe nemmeno un caffè al bar. Per tutti (compresi quelli che stanno, ragionevolmente, nel mezzo dei due estremi), un’occasione per… bere. Chiunque abbia...

“Attacco intenzionale”, ferito sotto il fuoco russo in Ucraina il reporter Claudio Locatelli

#20Dicembre  #Articoli  #ClaudioLocatelli  #GiuseppeGiulietti  #MonicaAndolfatto 
0 0“Sto bene ora, e vi ringrazio della vicinanza e della solidarietà perché in questi momenti è fondamentale sapere che non si è soli. Domattina (ndr. mercoledì 21 dicembre) tornerò a Kherson per indagare cosa è successo e perché abbiano attaccato la nostra macchina su cui è visibile in maniera chiara la scritta press”. Queste le parole di Claudio Locatelli, raggiunto al telefono da Monica Andolfatto, segretaria regionale del Sindacato giornalisti Veneto, che gli ha espresso pieno sostegno anche a nome del presidente della Fnsi, Giuseppe Giulietti, mettendosi a disposizione del collega. Il reporter padovano è rimasto ferito ieri lunedì...

20 dicembre 1992 trent’anni fa la prima volta di Ilaria Alpi in Somalia

#20Dicembre  #Articoli  #Informazione 
0 0Questo mese la rubrica “Dalla parte di lei” ritorna sulla figura di Ilaria Alpi non tanto per tracciarne il profilo di giornalista tenace e appassionata del suo lavoro (che abbiamo già fatto alcuni mesi fa), bensì per ripercorrere con lei l’ultimo anno della sua vita, riandando sulle sue tracce, risalendo a ritroso i suoi spostamenti, in particolare i suoi viaggi in Somalia dal dicembre 1992 al marzo 1994.Cercheremo di realizzare questo percorso muovendoci su un duplice binario: inseguendo la cronologia dei viaggi in terra africana ma soprattutto sforzandoci, nei limiti del possibile, di ricostruire le mappe mentali di Ilaria,...

La vicenda de L’Espresso avvia l’ultimo atto dell’editoria

#16Dicembre  #Articoli  #Informazione 
0 0La storia più grande si incarna spesso in vicende apparentemente più piccole, che hanno -però- la forza evocativa di un processo generale. Di una tendenza. È il caso de L’Espresso e dei suoi ultimi contorcimenti. La nuova proprietà, quella di Danilo Iervolino ex patron dell’Università telematica Pegaso e socio rilevante di Bfc Media, ha mandato via il direttore del settimanale Lirio Abbate.Il comitato di redazione è insorto, annunciando una vertenza molto forte. La novità, il cambio di stagione stanno proprio nel messaggio secco che emerge dalla vicenda: le regole sindacali, sancite da contratti e lotte decennali, non valgono più....

L’Iran prende di mira i giornalisti e i media occidentali che informano nella loro lingua

#15Dicembre  #Articoli  #Informazione 
0 0L’allarme è grave e circostanziato. Ne dà conto l’Osservatore Romano, riferendo sulla feroce repressione in atto in Iran contro il movimento” donne, vita, libertà”. Il quotidiano vaticano scrive infatti che dopo la morte il 16 settembre della giovane curda Mahsa Amini, la linea della repressione feroce prosegue anche dopo l’impiccagione di Mohsen Shekari e di Majidreza Rahnavard. Infatti la magistratura ha dichiarato di aver emesso altre 11 condanne capitali contro altrettanti ragazzi scesi in strada per esprimere il proprio dissenso e in generale di aver comminato pene detentive fino a 10 anni per 400 persone, mentre l’agenzia di stampa...

La poesia del tempo, il decennale del debutto e la nuova musica. Intervista ad Ásgeir

#14Dicembre  #Articoli 
Da anni in Italia ci lasciamo conquistare dalle sonorità e dall’unicità degli artisti islandesi, dai sorprendenti primi lavori di Bjork ai capolavori dei Sigur Ros (che hanno fatto tappa anche in Italia all’inizio di ottobre, a vent’anni dall’uscita dell’Untitled fresco fresco di ristampa con materiale extra). Abbiamo seguito sempre con un certo interesse i primi passi di Ásgeir, seguendone l’evoluzione da “nuovo Justin Vernon” ad artista che sta forgiando con sempre maggiore decisione un’identità propria, che lungi dal limitarsi a un folk delicato e melodico si fa contaminare volentieri da un’elettronica calda e malinconica. Il ritorno con Time on My...

Inaugurata la lapide che ricorda giornalisti e tipografi ebrei romani “cancellati”. D’Ubaldo: non dimenticare gli orrori del passato

#13Dicembre  #Articoli  #GuidoDUbaldo  #OdgLazio 
0 0“Questa lapide aiuta a non dimenticare orrori di un passato doloroso”. Così il presidente dell’Ordine dei giornalisti del Lazio, Guido D’Ubaldo, ha spiegato il senso della lastra di pietra, inaugurata nella sede dell’Odg a Roma, con su incisi i nomi dei 35 giornalisti e tipografi ebrei romani che per le leggi razziali furono cancellati dall’ordine professionale, non potendo più svolgere l’attività giornalistica. “La persecuzione delle leggi razziali fu particolarmente violenta e crudele – ha osservato D’Ubaldo -. Le storie personali e il sacrificio di molti di questi giornalisti e tipografi coincidono con il periodo più nero della nostra storia...

Nirvana – When in Rome… ovvero quando i Nirvana morirono (e risorsero) nella Capitale

#11Dicembre  #Articoli 
“Devi mo-riiii-re!”. L’incauto spettatore che, al minuto 38 del video più in basso, rivolge goliardicamente a quell’allora semi-sconosciuto cantante e chitarrista il più classico dei cori da stadio, non può certo immaginare che il destino, in un giorno ancora lontano da quel 27 novembre 1989, lo avrebbe beffardamente accontentato, e nel più infelice dei modi. E poi figuriamoci: chi poteva dirlo che quel biondo ragazzo americano, trasandato, sporco, vestito male e dal colorito grigiastro sarebbe diventato – suo malgrado – un mito senza tempo, proprio facendo quel che prima o poi facciamo tutti: morire? Ovviamente, l’avventore italiano non intendeva in...

Come abbassare il ping e giocare bene sullo smartphone

#09Dicembre  #News  #Articoli  #carlo  #carlomauri 
Il ping e gli spike lag sono da sempre stati due nemici dei giocatori impegnati in senso competitivo. Giocare su una rete con latenze importanti, infatti, può deteriorare la qualità dell’esperienza di gioco, falsificando l’esito dell’interazione e compromettendo la prestazione. Altrettanto deleterie sono quelle situazioni per cui l’intensità della rete non è stabile: in queste circostanze, magari si gioca bene per la maggior parte del tempo, ma dopo arriva, inesorabilmente, quell’attimo in cui il lag sale improvvisamente, magari congiuntamente a un momento topico della partita competitiva.I moderni giochi per mobile non possono più essere definiti dei casual games. Hanno motori...

10 cover italiane (+1): il grande saccheggio degli anni ’60

#24Novembre  #Articoli 
La moda delle cover. Impossibile stabilire quando è cominciata. Il Quartetto Cetra, gruppo vocale nato sulla scia delle formazioni americane dello stesso tipo, nella sua incarnazione definitiva e più nota incise il brano che li rese celebri, Nella vecchia fattoria, nel 1949. Era un traditional che avevano conosciuto nella versione di Nat King Cole, e sul singolo come autori furono listati Kramer-Savona-Giacobetti, i primi due responsabili della musica, l’altro del testo. (Il direttore d’orchestra Gorni Kramer, voglio precisarlo, all’epoca famosissimo, era italiano come gli altri). In un mondo dove esistevano rigidi confini nazionali, i mezzi di comunicazione erano latenti, lo...

Padre Paolo Dall’Oglio, non ci sono certezze. La famiglia si oppone all’archiviazione

#19Novembre  #Articoli 
0 0“ Sulla sorte di nostro fratello, padre Paolo Dall’Oglio, non ci sono certezze. Per questo con mia sorella Immacolata, e col patrocinio dell’avvocato Filippo Andreoli, ci siamo formalmente opposte alla richiesta di archiviazione delle indagini presentata dalla Procura di Roma”. Lo ha dichiarato all’agenzia Dire Francesca Dall’Oglio, una delle sorelle del gesuita romano sequestrato il 29 luglio del 2013 a Raqqa, in Siria, presumibilmente da miliziani che sarebbero poi confluiti nello Stato islamico (Isis).L’11 ottobre scorso la Procura di Roma ha chiesto l’archiviazione dell’indagine coordinata dal Pm Sergio Colaiocco e avviata per “sequestro di persona per finalità di terrorismo”,...

Sciopero della fame per Alaa Abd El Fattah, in carcere per il suo impegno civile

#18Novembre  #Articoli  #Diritti 
0 0L’Egitto incassa il successo mediatico per la Cop 27, la conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico, dove le potenze mondiali si sono confrontate sul futuro del pianeta.Un evento che le autorità del Cairo hanno preparato con grande meticolosità, facendolo precedere dal lancio nello scorso anno della Strategia Nazionale sui diritti umani, una campagna governativa auto-assolutoria e puramente verbale elaborata senza il concorso della società civile e tesa a difendere l’esecutivo in lotta contro le minacce alla sicurezza nazionale.Nelle carceri egiziane continuano ad essere detenuti migliaia di oppositori, ogni opinione divergente è perseguita. L’Italia ha già pagato un prezzo...

Saviano sotto processo per una querela della Meloni. Ed è la cartina di tornasole sulla libertà d’informazione in Italia

#14Novembre  #Articoli  #GiorgiaMeloni  #RobertoSaviano 
Quello che inizia il prossimo 15 novembre non è il “solito” processo a un giornalista per diffamazione a mezzo stampa e purtroppo ce ne sono tantissimi e oltre il 90% finiscono con assoluzione o, ancor prima, con archiviazione. No, per una serie di ragioni è un processo diverso perché l’imputato è uno dei più importanti giornalisti italiani, Roberto Saviano, e la presunta parte offesa (oggi, non al momento della denuncia) è il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni. Un anno fa Saviano è stato rinviato a giudizio per le frasi pronunciate nel corso della trasmissione “Piazza Pulita” a dicembre del 2020...

Amnesty: “giustizia per Alaa Abd El Fattah”

#12Novembre  #Articoli  #Diritti 
Il prigioniero di coscienza egiziano-britannico e attivista di spicco Alaa Abd El Fattah è detenuto senza contatti col mondo esterno, visto il rifiuto delle autorità di permettere alla sua famiglia e al suo avvocato di vederlo e/o contattarlo. Nella sua ultima lettera alla sua famiglia, datata 31 ottobre, ha annunciato di voler intensificare il suo prolungato sciopero della fame interrompendo l’assunzione di calorie dal 1° novembre e quella dell’acqua dal 6 novembre. Dopo giorni di agonia in attesa di una sua lettera alle porte della prigione di Wadi al-Natrun, il 10 novembre un funzionario della sicurezza ha detto a sua...

Presunzione d’innocenza, un’anomalia che inquina il sistema democratico. Ora iniziativa nelle sedi Ue

#08Novembre  #Articoli 
Decine e decine di cronisti a Roma, Latina, Viterbo, Rieti, Frosinone, Cassino davanti alle Procure per dire basta alle leggi bavaglio. A Roma, grazie ad Alessia Marani si sono ritrovati insieme Fnsi, Ordine Nazionale e Regionale, Stampa Romana, Articolo 21, Usigrai, No Bavaglio, Giulia giornaliste. Sono ormai trenta i cronisti sotto scorta. Decine e decine […] L'articolo Presunzione d’innocenza, un’anomalia che inquina il sistema democratico. Ora iniziativa nelle sedi Ue proviene da Articolo21....

Le dinamiche energetiche nei luoghi di potere

#04Novembre  #Articoli  #dinamiche  #energetiche  #luoghi  #mitiemisteri  #potere 
Il mondo delle energie   Sono ormai diversi decenni che un sempre crescente numero di persone è alla ricerca di quello che viene definito, in maniera un po’ generalista, il “mondo delle energie e i luoghi di potere”. Altri sono invece alla ricerca di quegli spazi che custodiscono nefaste presenze. Ma pur sempre di sostanza eterea generata da terribili avvenimenti accaduti nel passato, come in certi rinomati manieri medioevali.  Oppure, se... L'articolo Le dinamiche energetiche nei luoghi di potere sembra essere il primo su Miti e Misteri....

Lettera del Cardinale Matteo Zuppi a chi manifesta per la pace. “Liberi insieme dalla guerra”

#03Novembre  #Articoli 
Cara amica e caro amico, sono contento che ti metti in marcia per la pace. Qualunque sia la tua età e condizione, permettimi di darti del “tu”. Le guerre iniziano sempre perché non si riesce più a parlarsi in modo amichevole tra le persone, come accadde ai fratelli di Giuseppe che provavano invidia verso uno […] L'articolo Lettera del Cardinale Matteo Zuppi a chi manifesta per la pace. “Liberi insieme dalla guerra” proviene da Articolo21....

Quaranta i giornalisti uccisi o scomparsi in Europa ancora senza giustizia

#03Novembre  #Articoli 
Sono quaranta i giornalisti uccisi o scomparsi in Europa per i quali per i quali non è stata fatta giustizia. Un dato agghiacciante, che è stato messo in evidenza ieri, nella giornata mondiale di End Impunity for crimes against journalists (Fine dell’impunità dei crimini contro i giornalisti) dalla Federazione europea dei giornalisti (Efj) e che […] L'articolo Quaranta i giornalisti uccisi o scomparsi in Europa ancora senza giustizia proviene da Articolo21....



RSS - Mastodon