Parliamo di...

Ma quale sarta, per accorciare i pantaloni basteranno un ago e un metro

#26Gennaio  #Lifestyle 

Contenuto originale di Nanopress
Questo è il modo per accorciare i pantaloni: vi basteranno un ago e un metro senza doversi rivolgere ai professionisti.
Spesso capita di comprare dei pantaloni che, però, risultano essere troppo lunghi per la nostra altezza; in questo caso, non bisogna andare necessariamente dalla sarta perché basterà mettervi alla prova utilizzando soltanto un ago e un metro. Ecco come fare.
Accorciare i pantaloni: come fare velocemente?
Spesso capita di fare quell’acquisto che tanto amiamo eppure non possiamo metterlo subito, perchè troppo lungo.
Quel pantalone che abbiamo acquistato con così tanto amore risulta essere così lungo che non può proprio essere indossato. Ecco che la prima cosa che ci viene da fare è rivolgerci e andare alla sarta.
E così facciamo: corriamo dalla sarta sperando che risolva i nostri problemi, come se fosse davvero l’unica cosa da poter e dover fare.
Andare alla sarta significa prendere le misure ma soprattutto aspettare che la professionista ci dia un appuntamento per andare a riprenderli che, di solito, non è proprio immediato. Tutto ciò spesso crea difficoltà ma soprattutto una vera e propria frustrazione in quanto si vorrebbe sfoggiare sin da subito il nuovo acquisto.
Ecco che questa situazione spiacevole, però, può effettivamente finire mettendoci soltanto alla prova. In che senso? Che spesso la soluzuone siamo proprio noi e il nostro metterci alla prova, diventando sarte di noi stesse.
Detta così può spaventare in quanto spesso si ha paura di sbagliare o comunque di non realizzare un buon lavoro eppure non è proprio così.
Accorciare i pantaloni in casa: il metodo facile
In realtà accorciare i pantaloni è un gioco quasi da ragazzi e vi basterà avere soltanto ago e metro.
Come si accorciano, quindi, i pantaloni a casa? Questi sono i passaggi che bisogna seguire, passo dopo passo, fino ad ottenere un pantalone della vostra lunghezza ottimale.
Accorciare i pantaloni in casa è un’azione che si può fare e che, in realtà, non richiede necessariamente una formazione professionale. Sicuramente essere sarti permette di realizzare un lavoro pulito ma soprattutto permette di realizzarlo in tempi davvero molto rapidi anche grazie all’ausilio di una macchina da cucire. Tutto questo, però, non è strettamente necessario in quanto si può anche procedere a tale operazione in casa e in modo del tutto autonomo.
Come già accennato, la prima cosa da fare è di armarsi di ago e metro oltre che di buona volontà e di voglia di mettersi in gioco.
Una volta fatto, il primo passaggio da attuare è quello di misurare i pantaloni così da comprendere di quanto si dovrà accorciare.
Dopo aver compreso di quanto bisogna accorciare, occorre procedere posizionando il pantalone su una superficie piana e in modo che le due gambe dei pantaloni siano perfettamente posizionate una sopra l’altra; col metro, partendo dal basso, cercate di prendere le misure dei centimetri che dovrete eliminare.
Una volta fatto, con un gessetto disegnate delle linee che quindi vi serviranno come guida per comprendere di quanto dovrete accorciare. Per fare in modo che la linea risulti dritta, tratteggiate la linea con un righello sempre stando ben dritti sul tavolo di lavoro. Tale linea dovrete farla sia in alto sia in basso, quindi anche sulla parte finale della gamba. Questo vi permetterà di seguire una linea che, appunto, non sia data dal caso o dall’occhio ma che sia proprio dritta.
Procedimento e consigli
Una volta tratteggiate le due linee, procedete tagliando quella in basso; una volta tagliata, dall’interno, procedete scucendo la cucitura originale del pantalone sia dalla parte del basso sia della parte che si trova di lato. In questo modo, quindi, avrete le gambe del pantalone aperte da un solo lato.
Procedete scucendo per circa dodici centimetri. Una volta fatto questo, tratteggiata di nuovo una linea col gessetto di circa dodici centimetri, appunto.
In seguito con la macchina da cucire dovrete cercare di fare una cucitura soltanto al lato del pantalone, quello che avrete scucito un attimo prima. Non dovrete ricucirlo con l’altro lato del pantalone ma soltanto dall’interno, facendo una piccola piega, in quanto questo permette al pantalone di non sfilacciarsi e di non scucirsi. Procedete con questa operazione per tutti e quattro i lati del pantalone che, quindi, avrete scucito precedentemente. Ovviamente durante questa operazione bisogna occuparsi anche di eliminare i fili in eccesso.
Una volta fatto questo, riprendete il gessetto e con un righello segnate le due linee che vi dovranno guidare per il rivolto interno. È bene farla spessa così che la parte cucita non si scuocia in seguito.
Una volta prese le due linee col righello aiutatevi con un ago e accoppiate le due estremità che quindi serviranno per il risvolto interno.
Una volta eseguita questa operazione, dovrete procedere con la macchina da cucire che quindi vi servirà proprio per cucire le due estremità del risvolto interno; utilizzate ancora l’ago per tenerle per ferme e accoppiate e toglietelo durante la cucitura.
Una volta fatto questo passaggio, procedete con la cucitura della parte che resta del pantalone e, quindi, di quella superiore che avete scucito precedentemente. Quindi con la macchina da cucire accoppiate la parte scucita a quella di lato.
In seguito fissate gli aghi sulla parte del risvolto interno e con il ferro da stiro date diverse passate. In seguito con l’ago cucite la parte di lato, quella all’inizio del risvolto interno, per maggiore sicurezza; questo da tutti e quattro i lati.
Avrete così un pantalone perfetto.
Insomma sicuramente saranno diversi passaggi da attuare ma in compenso potrete avere il pantalone che tanto desiderate e alla lunghezza che tanto desiderate e senza nemmeno avere l’appuntamento con la sarta. Da oggi non vi serve più e i passaggi appena delineati vi aiuteranno certamente in tutto questo. Basta seguirli alla lettera però e il gioco sarà davvero fatto ma soprattutto potrete indossare quel pantalone così tanto desiderato.


RSS - Mastodon