Parliamo di...

Mai più odore di pipì di gatto: la soluzione è il detergente enzimatico

#26Gennaio  #gatticaniealtrianimali  #animali  #bengala  #detergenti 

Contenuto originale di Blitz quotidiano
Uno dei fattori che determina la scelta se prendere o meno un gatto in casa è la questione odore. Certo, i gatti domestici, non uscendo praticamente mai di casa, a differenza dei cani lasciano meno odore. In più i gatti, si leccano continuamente il pelo con la loro lingua che, ricordiamolo, ha la struttura di una spazzola irrorata da una saliva molto ricca di sostanze detergenti. Ne consegue che il risultato è un pelo che profuma di pulito. Ma per quanto riguarda i loro bisognini?
I proprietari di gatti, soprattutto quelli che vivono in case piccole e che non hanno la fortuna di avere un balcone lo sanno molto bene. La lettiera in cui il gatto va a fare i bisogni, se non opportunamente pulita. emette un odore davvero pregnante. Il punto però è proprio questo: anche se si pulisce diligentemente ogni giorno, un vago odore pungente c’è sempre e può risultare fastidioso.
Lasciando per un attimo stare i rimedi della nonna – come aggiungere l’aceto balsamico all’acqua che deterge la lettiera – oggi la scienza fornisce una soluzione pratica ed ecologica che risolvere alla radice il problema: i detergenti enzimatici.
Cosa sono i detergenti enzimatici e come funzionano
Questa è una tipologia di detergente che utilizza enzimi per rimuovere le macchie e gli odori causati dalla pipì di animali domestici, tra cui gatti. Gli enzimi presenti nel detergente si legano chimicamente alle molecole di proteine, grassi e carboidrati presenti nella pipì del gatto e li scompongono, eliminando la fonte dell’odore. Questi tipi di detergenti sono frutto di una preparazione totalmente naturale su base fermentativa – vegetale.
Dove trovare i detersivi enzimatici
Dopo che si è scoperta la loro efficacia, questa tipologia di detergenti si può trovare in tutti i negozi per animali domestici, nei negozi di articoli per la casa e anche nei supermercati. In alternativa, si possono anche acquistare online.
Come usare detergente enzimatico in 7 mosse
Per usare un detergente enzimatico nella lettiera del gatto è meglio seguire questi passaggi: Rimuovere i residui di escrementi dalla lettiera con una paletta o un mestolo. Versare una quantità sufficiente di detergente enzimatico sulla lettiera, seguendo le istruzioni sulla confezione. Agitare bene la lettiera per distribuire il detergente in modo uniforme. Lasciare agire il detergente per il tempo indicato sulla confezione che, solitamente, è di 15-30 minuti. Risciacquare bene la lettiera con acqua pulita per rimuovere completamente il detergente e gli odori. Lasciare asciugare la lettiera al sole o all’aria aperta, prima di rimetterla in uso. Ricordarsi di cambiare regolarmente la lettiera. In generale, è importante seguire le istruzioni sulla confezione del detergente enzimatico per garantire l’efficacia del prodotto. Se si hanno dubbi o incertezze su come utilizzare il prodotto, è sempre meglio chiedere al produttore o al vostro veterinario di fiducia.
Non fanno male all’ambiente e al gatto di casa
Essendo detergenti neutri, non danneggiano le superfici e sono più sicuri per gli operatori. Sono inoltre biodegradabili e non lasciano residui. Altra cosa da considerare è che, essendo neutri, non infastidiscono le sensibilissime narici dei nostri amici pelosi. Quindi sono una valida alternativa – e molto più efficace – di detersivi di uso comune che, al contrario, sono davvero dannosi per l’ambiente e spesso molto irritanti.
Ottime notizie quindi per tutti quelli che cercavano una soluzione semplice, comoda e a impatto zero per tenere un gatto in casa senza avere fastidiosi odori.


RSS - Mastodon