Parliamo di...

Le famiglie richiedenti asilo con bambini potrebbero dover affrontare l'allontanamento dal Regno Unito al Ruanda

#26Gennaio  #Immigrationandasylum  #Refugees  #Politics  #Rwanda 

Contenuto originale di World news | The Guardian
Le famiglie con bambini che chiedono asilo nel Regno Unito sono prese in considerazione per il trasferimento forzato in Ruanda, secondo un ministro dell'Interno.
Il ministro dell'immigrazione Robert Jenrick ha dichiarato mercoledì a una sessione di prove presso la commissione parlamentare per le donne e le pari opportunità che, sebbene non vi siano piani per trasferire i minori non accompagnati richiedenti asilo nel paese dell'Africa orientale, le famiglie con bambini sono state prese in considerazione per l'allontanamento.
Jenrick ha affermato che, sebbene non sia stata raggiunta una decisione finale, i funzionari erano preoccupati che l'esclusione di un particolare gruppo come le famiglie potesse incoraggiare i trafficanti a concentrarsi sul contrabbando di famiglie piuttosto che sui singoli maschi.
"Non c'è necessariamente un ostacolo alle famiglie che vengono trasferite in Ruanda", ha detto Jenrick.
Il comitato ha sentito che finora solo il 3,5% di coloro che hanno ricevuto un avviso di intenzione del Ministero dell'Interno che potrebbe essere trasferito in Ruanda sono donne e nessuna donna ha finora ricevuto istruzioni di allontanamento.
I trasferimenti forzati di famiglie in altri paesi avvengono raramente, secondo Dan Hobbs, direttore per l'asilo, la protezione e l'esecuzione del ministero dell'Interno, che ha anche fornito prove al comitato. Tuttavia, lo scopo della politica del Ruanda è rimuovere con la forza coloro che sono presi di mira dal Ministero degli Interni.
Il governo ha affermato di sperare che i voli per il Ruanda riprendano il prima possibile dopo la conclusione dei procedimenti legali in corso sulla legalità dell'allontanamento forzato dei richiedenti asilo verso il Ruanda.
L'Alta corte ha ritenuto lecita la politica ruandese, ma ha dato il permesso di appellarsi contro alcune parti della sentenza dei giudici.
Jenrick ha detto alla commissione che il governo sta pianificando di aumentare il numero di migranti detenuti.
"Se vogliamo rimuovere più persone dal paese, avremo bisogno di avere una proprietà detenuta più ampia", ha detto.
Maria Stephens, responsabile delle campagne di Refugee Action, ha dichiarato: “L'accordo con il Ruanda è già un sudicio commercio di vite umane, ma prendere in considerazione l'idea di deportare lì le famiglie con bambini quando hanno chiesto protezione al Regno Unito è vergognoso.
“Il numero limitato di famiglie che vengono nel Regno Unito spesso lo fa per ricongiungersi con parenti, persone care o una comunità che sono già qui in modo che possano ricostruire la propria vita con il supporto. I ministri rischiano di spezzare queste reti cruciali e di punire bambini e adulti”.
Iscriviti alla prima edizione Newsletter giornaliera gratuita Archie Bland e Nimo Omer ti illustrano le storie principali e il loro significato, gratuitamente ogni mattina nei giorni feriali Informativa sulla privacy: le newsletter possono contenere informazioni su enti di beneficenza, annunci online e contenuti finanziati da parti esterne. Per ulteriori informazioni, consultare le nostre newsletter che possono contenere informazioni su enti di beneficenza, annunci online e contenuti finanziati da parti esterne. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy. Utilizziamo Google reCaptcha per proteggere il nostro sito Web e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.
In precedenza si era ipotizzato che le famiglie venissero prese in considerazione per il trasferimento in Ruanda, ma finora nessun richiedente asilo è stato espulso in aereo nell'ambito del controverso piano del governo.
Il primo volo doveva decollare il 14 giugno dello scorso anno, ma è stato bloccato dopo un intervento dell'ultimo minuto della Corte europea dei diritti dell'uomo.
The Guardian ha riferito che l'Hope Hostel di Kigali, che si sta preparando per l'arrivo di richiedenti asilo dal Regno Unito, sta costruendo campi da calcio e da basket e fornisce giochi all'aperto.
Il gestore dell'ostello, Elisee Kalyango, ha detto al Guardian che i bambini potrebbero essere tra quelli volati nel suo paese. Ha detto: "Siamo pronti a gestire persone di qualsiasi età".


RSS - Mastodon