Parliamo di...

Ministro della Difesa tedesco: la Nato non deve diventare parte nella guerra in Ucraina

#24Gennaio  #Mondo 

Contenuto originale di Il Sole 24 ORE - Mondo
I punti chiave Stoltenberg: fiducioso in soluzione su tank a breve
Ascolta la versione audio dell'articolo
1' di lettura
L’Alleanza atlantica non deve diventare parte nella guerra in Ucraina. Lo ha detto il ministro della Difesa della Germania, Boris Pistorius, nella conferenza stampa a valle dell’incontro con il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg. Pistorius ha sottolineato che è giusto che Nato continui a supportare l’Ucraina e che la Germania è in prima fila a fianco di Kiev.
Pistorius ha anche detto che la Germania deciderà presto sull’eventuale invio in Ucraina dei carri armati Leopard 2 chiesti da Kiev. «Non ci sono nuove informazioni sui Leopard, non è ancora stata presa una decisione in merito», ha chiarito Pistorius, spiegando che la Germania «deciderà presto» in merito. «La Germania non è isolata» sulla questione Leopard, ha aggiunto Pistorius, specificando che ci sono altri Paesi che come la Germania vogliono valutare attentamente la questione della consegna dei Leopard.
Caricamento in corso...
Stoltenberg: fiducioso in soluzione su tank a breve
Dal canto suo, il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha detto che «dobbiamo dare armi più forti all’Ucraina» e «dobbiamo farlo velocemente». E, sull’affermazione di Pistorius, ha commentato: «Sono fiducioso che ci sarà presto una decisione». Stoltenberg ha sottolineato di «salutare positivamente il chiaro messaggio» del ministro tedesco, sull’inventario in corso dei panzer, che permetterà di essere più veloci nella consegna nel momento in cui la decisione sarà presa. Lo stesso Pistorius ha ribadito che non c’è «divisione» fra gli alleati sull’invio di tank e che Berlino si muoverà il primo possibile. «Le armi tedesche salvano ogni giorno vite in Ucraina» ha dichiarato in suo sostegno Stoltenberg, aggiungendo che «la Germania è uno dei Paesi maggiormente impegnati in Ucraina».


RSS - Mastodon