Parliamo di...

Richiedente asilo afghano dichiarato colpevole di omicidio dopo una discussione sullo scooter

#23Gennaio  #Crime  #UK 

Contenuto originale di The Independent UK
Per avvisi gratuiti in tempo reale sulle ultime notizie inviati direttamente nella tua casella di posta iscriviti alle nostre e-mail sulle ultime notizie Iscriviti alle nostre e-mail gratuite sulle ultime notizie Inserisci un indirizzo email valido Inserisci un indirizzo email valido ISCRIVITI Vorrei ricevere un'email sulle offerte, eventi e aggiornamenti da The Independent. Leggi la nostra informativa sulla privacy Grazie per esserti iscritto al
Un richiedente asilo afghano che ha accoltellato a morte un uomo dopo una lite per uno scooter è stato dichiarato colpevole di omicidio.
Lawangeen Abdulrahimzai ha ucciso il 21enne Thomas Roberts fuori da una paninoteca Subway a Bournemouth, nel Dorset, nel marzo dello scorso anno.
Abdulrahimzai, 21 anni, aveva precedentemente ammesso l'omicidio colposo, ma lunedì la giuria della Salisbury Crown Court ha impiegato 12 ore per dichiararlo colpevole di omicidio con un verdetto a maggioranza.
Il signor Roberts ha agito come "pacificatore" nelle prime ore del 12 marzo 2022 dopo che il suo amico James Medway ha avuto una discussione con Abdulrahimzai.
Il signor Medway voleva prendere uno scooter elettrico che Abdulrahimzai aveva rivendicato per sé e lasciato appoggiato alla vetrina del negozio in Old Christchurch Road.
Il confronto, durato solo 24 secondi, ha visto il signor Roberts schiaffeggiare Abdulrahimzai in faccia.
Abdulrahimzai ha poi rivelato il coltello che aveva nascosto tra le due paia di pantaloni che indossava e ha pugnalato il signor Roberts due volte prima di scappare nel bosco vicino.
Seppellì il coltello nel bosco prima di bruciare i pantaloni, la giacca e la bandiera afghana che indossava come sciarpa.
Tuttavia ha lasciato cadere il cellulare mentre fuggiva ed è stato rintracciato al suo indirizzo di casa.
Abdulrahimzai, che viveva a Poole al momento del reato, è arrivato nel Regno Unito nel dicembre 2019 e ha detto alle autorità che aveva 16 anni quando è stato arrestato, ma da allora il tribunale ha stabilito che ora ne ha 21.
In sua difesa, Abdulrahimzai ha affermato di non avere alcuna intenzione di uccidere o causare danni davvero gravi al signor Roberts: ha "agito istintivamente", ha detto che "temeva per la sua vita" e sentiva di doversi difendere.
La corte ha sentito che i suoi genitori erano stati uccisi e lui era stato torturato dai talebani, quindi portava un coltello per proteggersi.
Abdulrahimzai sarà condannato mercoledì alla Salisbury Crown Court.


RSS - Mastodon