Parliamo di...

Accadde oggi, 23 gennaio 1950: Gerusalemme capitale

#23Gennaio  #Cultura 

Contenuto originale di TAG24
Segui Tag24 anche sui social
Accadde oggi, 23 gennaio 1950: Gerusalemme capitale. Il 23 gennaio del 1950 infatti la Knesset, il parlamento monocamerale di Israele, approvò una risoluzione che dichiarava Gerusalemme capitale dello Stato ebraico nato due anni prima. Gerusalemme è definita “La Città Santa”; capitale giudaica tra il X e il VI secolo A.C, è storicamente la capitale contesa di Israele: città santa nell’Ebraismo, nel Cristianesimo e nell’Islam.
Accadde oggi, 23 gennaio 1950: Gerusalemme capitale
Gerusalemme dal punto di vista geografico si trova sull’altopiano che separa la costa orientale del Mar Mediterraneo dal Mar Morto; a est di Tel Aviv, a sud di Ramallah, a ovest di Gerico e a nord di Betlemme. La Città Vecchia e le sue mura, considerate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, racchiudono in meno di un chilometro quadrato molti luoghi di grande significato religioso come il Monte del Tempio, il Muro del pianto, la Basilica del Santo Sepolcro, la Cupola della Roccia e la Moschea al-Aqsa.
Leggi anche Accadde oggi, 17 marzo 1969: Golda Meir premier d’Israele Segui Tag24 anche sui social Accadde oggi, 17 marzo 1969: Golda Meir premier d’Israele. Nata Golda Mabovic a Kiev in Ucraina il 3 maggio 1898, morta a Gerusalemme l’8 dicembre 1978. Se Ben Gurion è considerato il padre di Israele, Golda Meir è senza dubbio la madre dello Stato Ebraico nato nel 1948. Quarto primo … Leggi tutto
Storia di Gerusalemme
Nel corso della sua lunga storia, Gerusalemme è stata distrutta e ricostruita due volte ed è stata assediata, conquistata e riconquistata in decine di occasioni. Fino al termine della Prima guerra mondiale fu occupata dagli ottomani. Successivamente, con la sconfitta dell’Impero ottomano passò ai britannici, che istituirono il Mandato britannico della Palestina. In seguito alla prima guerra arabo-israeliana, quella del 1948, le forze armate israeliane occuparono buona parte della porzione di terra assegnata secondo il piano di spartizione ONU allo Stato arabo e le truppe giordane occuparono la Cisgiordania e la parte orientale di Gerusalemme fino al 1967.
Altri passaggi storici
Dopo la ”guerra dei sei giorni” del 1967, la parte orientale di Gerusalemme, fino a quel momento sotto dominio giordano, fu conquistata dalle truppe israeliane. Nel 1980 il parlamento israeliano approvò una legge fondamentale (l’equivalente di un emendamento costituzionale) che proclamava unilateralmente “Gerusalemme, unita e indivisa”. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite nella risoluzione 478 definì la legge nulla e priva di validità, una violazione del diritto internazionale e un serio ostacolo al raggiungimento della pace in Medio Oriente.
La storia su Radio Cusano Campus e Cusano Italia TV. “La Storia Oscura”, dal lunedì al venerdì on air sulla radio dell’Università Niccolò Cusano dalle 13 alle 15. “A Spasso nel Tempo”, in onda sul canale 264 del digitale terrestre alle 20.30 del martedi.


RSS - Mastodon