Parliamo di...

Selezioni nazionali Eurovision 2023: ecco cos’è successo sabato sera in Norvegia e Lituania

#22Gennaio  #EurovisionSongContestNews  #Eurovision2023 

Contenuto originale di Eurofestival News
Secondo sabato di Melodi Grand Prix (MGP) in Norvegia e nel mentre debutta l’edizione 2023 del Pabandom Iš Naujo! in Lituania: andiamo a vedere quali sono stati i risultati di queste due selezioni per l’Eurovision Song Contest 2023 di Liverpool.
In Norvegia si è svolta la seconda semifinale, delle tre in programma, che ha visto tra i qualificati alla finale una delle favorite della vigilia Elsie Bay. In Lituania invece questo sabato sono stati stabiliti i primi 10 semifinalisti nella prima delle 5 serate in cui si articola il concorso. Di seguito i risultati completi.
Norvegia – MGP 2023 – Semifinale 2
Come per sabato scorso, dei 7 artisti in gara soltanto 3 hanno staccato il biglietto per la finale grazie al voto del pubblico da casa, unico giudice in questa fase di gara. Come anticipato precedentemente ha passato il turno una delle favorite per la vittoria finale, Elsie Bay, assieme alla band electro-jazz Swing’it e al debuttante Jone.
Questi i risultati di serata:
Jone – “Ekko inni meg” (L’eco dentro di me) – Qualificato
– “Ekko inni meg” (L’eco dentro di me) – Swing’it – “Prohibition” – Qualificati
– “Prohibition” – Elsie Bay – “Love you in a dream” – Qualificata
– “Love you in a dream” – Sandra Lyng – “Drøm d bort” (Sogna lontano) – Eliminata
– “Drøm d bort” (Lontano dream) – Alexander Sources – “Fire” – Elimination
– “Fuoco” – Lei – “Vita” – Eliminata
- "Waist" - Bjørn Olav Edvardsen - "Spegni il mio cuore" - Eliminato
La fase preliminare del MGP 2023 si chiuderà sabato prossimo, 28 gennaio, con la terza semifinale che si svolgerà sempre presso gli Screen Studios di Oslo. Finalissima in programma sabato 4 febbraio presso l’Arena Spektrum di Trondheim: quella sera conosceremo il successore dei Subwoolfer sul palco eurovisivo.
Lituania - Riproviamo! 2023 - Eliminatoria 1
La rincorsa al bersaglio grosso è cominciata questo sabato per la Lituania dopo due ultime edizioni dell’Eurovision Song Contest segnate da altrettante buone performance e piazzamenti nelle posizioni nobili della classifica con i The Roop e Monika Liu.
In questa prima puntata 10 artisti, sui 15 in gara, hanno superato il primo turno eliminatorio approdando alle semifinali, che cominceranno sabato 4 febbraio. I semifinalisti sono stati determinati dalla consueta combinazione di televoto e giuria, entrambi con peso del 50%.
Questa la classifica fino al 10° posto (punteggio televoto + punteggio giuria) che vale l’accesso in semifinale:
Vengono eliminati:
Justa Rubežiūtė - "Quando troverò" - 2 punti (2 + 0)
– “Quando troverò” – 2 punti (2 + 0) Aistė Pilvelytė – “Non stiamo correndo” – 2 punti (0 + 2)
– “Non stiamo correndo” – 2 punti (0 + 2) Multiks – “London” – 1 punto (1 + 0)
– “London” – 1 punto (1 + 0) Justin 3 feat. Dj AugustYno – “Non mollare” – 0 punti
– “Non mollare” – 0 punti W.I – “Non puoi” – 0 punti
Si ferma subito, a sorpresa, la rincorsa al titolo, e quindi alla possibilità di rappresentare la Lituania al prossimo Eurovision Song Contest, di Aistė Pilvelytė, nome illustre dell’airplay locale che quest’anno era alla sua 13° partecipazione alla selezione lituana.
A vincere la serata è stato Rūta Mur che ha convinto in egual misura pubblico e giuria con il suo brano fortemente ispirato alle atmosfere anni ’80. L’artista e produttore si candida dunque per essere uno dei contendenti alla vittoria finale.
Altro nome importante che accede alle semifinali è quello di Alen Chicco, ex-concorrente della versione lituana di “X-Factor”. Dallo stesso talent arriva anche Noy (all’anagrafe Nojus Žebrauskas) che, con i suoi 18 anni, è anche il più giovane in gara.
Per scoprire gli altri 10 artisti che continueranno la loro avventura al Pabandom Iš Naujo! 2023 bisognerà attendere sabato prossimo con la seconda, e ultima, serata eliminatoria.


RSS - Mastodon