Parliamo di...

L'FBI perquisisce la casa di Biden a Wilmington e trova altri materiali classificati - CNN

#22Gennaio 

Contenuto originale di Top stories - Google News
CNN—
Gli investigatori dell'FBI venerdì hanno trovato ulteriore materiale classificato mentre conducevano una ricerca nella casa del presidente Joe Biden a Wilmington, nel Delaware.
Bob Bauer, l'avvocato personale del presidente, ha dichiarato in una dichiarazione che durante la perquisizione, che ha avuto luogo venerdì per quasi 13 ore, "il Dipartimento di Giustizia ha preso possesso di materiali ritenuti rientranti nell'ambito della sua indagine, inclusi sei elementi costituiti da documenti con contrassegni di classificazione e materiali di contorno, alcuni dei quali provenivano dal servizio del Presidente al Senato e altri dal suo mandato di Vice Presidente. Il DOJ ha anche preso per un'ulteriore revisione appunti scritti a mano personalmente dagli anni della vicepresidenza.
Questi sei oggetti si aggiungono ai materiali precedentemente trovati nella residenza di Biden a Wilmington e nel suo ufficio privato.
La perquisizione federale della casa di BIden, sebbene volontaria, segna un'escalation dell'indagine sulla gestione dei documenti riservati da parte del presidente e farà inevitabilmente paragoni con il suo predecessore, l'ex presidente Donald Trump, anche se la perquisizione dell'FBI della residenza di Trump è stata condotta in circostanze diverse .
L'FBI cinque mesi fa ha ottenuto un mandato di perquisizione per perquisire la residenza di Trump in Florida, Mar-a-Lago, un passo senza precedenti che è stato compiuto perché gli investigatori federali avevano prove che suggerivano che Trump non avesse consegnato tutti i materiali classificati in suo possesso dopo aver ricevuto un mandato di comparizione su documenti classificati agli archivi nazionali. La gestione da parte di Trump di materiale riservato a Mar-a-Lago è anche oggetto di un'indagine del consiglio speciale guidata da Jack Smith.
La ricerca mostra che gli investigatori federali stanno rapidamente procedendo con l'indagine sui documenti riservati trovati in possesso di Biden. È stato supervisionato dall'ufficio del procuratore degli Stati Uniti nominato da Trump, John Lausch, che ha gestito la revisione iniziale dell'indagine del Dipartimento di Giustizia.
Lausch non ha richiesto alcuna perquisizione delle proprietà di Biden durante la sua revisione iniziale, secondo una fonte a conoscenza delle indagini. Inoltre, non ha aspettato che il team di Biden completasse le ricerche volontarie prima di raccomandare un consulente speciale.
Robert Hur, che è stato nominato poco più di una settimana fa, sta ancora passando al suo ruolo di consigliere speciale. Un portavoce del Dipartimento di Giustizia ha detto alla CNN "ci aspettiamo che il consigliere speciale Hur sia a breve a bordo".
La perquisizione dell'FBI è stata effettuata con il consenso degli avvocati del presidente, hanno detto persone informate sulla questione. L'FBI ha anche precedentemente raccolto documenti trovati nella residenza, che il team di Biden ha rivelato la scorsa settimana.
La perquisizione non ha richiesto un mandato di perquisizione o un mandato di comparizione, secondo una persona a conoscenza della questione.
Bauer ha affermato che rappresentanti del team legale personale di Biden e dell'ufficio del consiglio della Casa Bianca erano presenti durante la "perquisizione approfondita", durante la quale hanno avuto "pieno accesso" alla casa di Biden.
Bauer ha aggiunto che il DOJ "ha chiesto che la ricerca non fosse resa pubblica in anticipo, in conformità con le sue procedure standard, e abbiamo accettato di collaborare".
Il materiale prelevato risale ai giorni del Senato di Biden
I primi documenti sono stati trovati nell'ufficio privato di Biden il 2 novembre, ma non sono stati rivelati pubblicamente fino all'inizio di questo mese, quando la CBS ne ha segnalato per la prima volta l'esistenza.
Da allora, un'altra ricerca a dicembre ha trovato un "piccolo numero" di documenti con contrassegni classificati nel garage della casa di Biden a Wilmington e una terza scoperta è stata fatta nella residenza di Wilmington a gennaio, quando il team legale di Biden ha perquisito il resto della proprietà alla ricerca di documenti. . Li hanno trovati, in una stanza adiacente al garage.
Bauer ha dichiarato in una dichiarazione dell'11 gennaio che una volta che gli avvocati personali di Biden hanno trovato i documenti classificati, hanno lasciato il documento dove era stato trovato e hanno sospeso la ricerca nello spazio in cui si trovava.
"Abbiamo scoperto che una manciata di documenti è stata archiviata nel posto sbagliato", ha spiegato Biden giovedì durante un tour sui danni causati dalla tempesta in California.
“Penso che scoprirai che non c'è niente lì. Non ho rimpianti”, ha continuato Biden giovedì.
Né Biden né la first lady Dr. Jill Biden erano presenti durante la ricerca, ha detto in una dichiarazione il consigliere speciale del presidente Richard Sauber.
Biden, ha scritto Sauber, "si è impegnato a gestirlo in modo responsabile perché lo prende sul serio" e lui e il suo team stanno "lavorando rapidamente per garantire che il Dipartimento di Giustizia e il Consigliere speciale abbiano ciò di cui hanno bisogno per condurre una revisione approfondita".
Bauer ha affermato che gli investigatori hanno avuto pieno accesso alla casa di Biden durante la perquisizione, che includeva "note, file, documenti, raccoglitori, cimeli, elenchi di cose da fare, programmi e promemoria scritti personalmente a mano che risalgono a decenni fa".
Biden trascorrerà questo fine settimana nella sua casa di Rehoboth Beach, nel Delaware. Alla domanda di venerdì dell'Associated Press se la visita avesse qualcosa a che fare con i documenti trovati a casa di Biden a Wilmington, l'addetta stampa della Casa Bianca Karine Jean-Pierre ha indirizzato i giornalisti all'ufficio del consiglio della Casa Bianca e al Dipartimento di Giustizia, ma ha affermato che Biden "viaggia spesso nel Delaware nei fine settimana.
Questa storia è stata aggiornata con rapporti aggiuntivi.


RSS - Mastodon