Parliamo di...

I dipendenti di Google cercano risposte dopo che i licenziamenti hanno colpito i dipendenti di lunga data e quelli recentemente promossi

#22Gennaio  #employees  #longtenured  #recently  #answers 

Contenuto originale di US Top News and Analysis
I dipendenti di Google stanno cercando risposte dalla leadership e dai colleghi mentre l'azienda subisce un massiccio licenziamento.
Venerdì, Google, di proprietà di Alphabet, ha annunciato il taglio di 12.000 dipendenti, circa il 6% della forza lavoro a tempo pieno. Mentre i dipendenti si stavano preparando per un potenziale licenziamento, stanno mettendo in discussione la leadership sui criteri per i licenziamenti che hanno sorpreso alcuni dipendenti, che si sono svegliati per trovare il loro accesso alle proprietà dell'azienda interrotto. Alcuni dei dipendenti licenziati erano stati di lunga data o promossi di recente, sollevando interrogativi sui criteri utilizzati per decidere quali posti di lavoro sarebbero stati tagliati.
Poco dopo l'e-mail iniziale del CEO Sundar Pichai ai dipendenti venerdì mattina, il capo della ricerca di Google Prabhakar Raghavan ha inviato un'e-mail ai dipendenti dicendo che "si sente anche la responsabilità di contattare" e chiedendo loro di salvare le domande per il municipio della prossima settimana. Ci saranno "dossi sulla strada" mentre l'organizzazione procede con i licenziamenti, ha osservato Raghavan.
La società ha fornito una FAQ per i licenziamenti, che CNBC ha visto, ma i dipendenti si sono lamentati del fatto che non fornisce molti dettagli su molte risposte. I dipendenti hanno inondato Dory, la piattaforma di domande dell'azienda, e hanno creato comunità virtuali per capire chi è stato licenziato e perché. I direttori hanno detto ai dipendenti di tenere domande per il municipio che si terrà la prossima settimana.
Google non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.
Lo scramble evidenzia le sfide che Google potrebbe affrontare nel mantenere una cultura aziendale solidale e produttiva per la sua forza lavoro irrequieta di oltre 160.000 dipendenti a tempo pieno. Sono possibili ulteriori scontri, poiché la società ha dichiarato di voler licenziare i dipendenti internazionali, ma deve ancora determinare quali.
Finora negli Stati Uniti, i dipendenti sono stati licenziati in unità aziendali tra cui Chrome, Cloud e la sua unità sperimentale Area 120. Anche alcuni dipendenti che lavoravano ai programmi di intelligenza artificiale dell'azienda sono stati licenziati, secondo Bloomberg.
Un elenco delle richieste più votate dei dipendenti, visualizzato da CNBC, conteneva domande puntuali per i dirigenti.
“Come sono stati decisi i licenziamenti? Alcuni ad alte prestazioni sono stati licenziati dai nostri team", si legge in una delle domande più votate. "Ciò ha un impatto negativo sui restanti Googler che vedono qualcuno con un alto riconoscimento, recensioni positive, promozioni ma vengono comunque licenziati".
"Quali metriche sono state utilizzate per determinare chi è stato licenziato?" un'altra domanda più votata letta. "La decisione è stata basata sulle loro prestazioni, ambito di lavoro o entrambi o qualcos'altro?"
Un altro ha chiesto: "Quanta passerella speriamo di guadagnare con i licenziamenti?" e "Spiegheresti chiaramente cosa consente a Google di fare il licenziamento che Google non avrebbe potuto fare senza licenziamenti?"
Un altro molto apprezzato ha messo in dubbio la dichiarazione del CEO Sundar Pichai, che diceva: "Mi assumo la piena responsabilità delle decisioni che ci hanno portato qui".
"Cosa comporta assumersi la piena responsabilità?", ha chiesto un dipendente a Dory. “La responsabilità senza conseguenze sembra una vuota banalità. La leadership sta rinunciando a bonus e aumenti salariali quest'anno? Qualcuno si dimetterà?"
Alcuni dipendenti si sono riuniti in proprio, organizzando gruppi ad hoc per cercare di ottenere risposte. I dipendenti hanno creato un foglio di lavoro di Google doc per tenere traccia delle persone che sono state licenziate e in quale parte dell'azienda hanno lavorato.
Più di 5.000 dipendenti licenziati hanno avviato un canale Discord chiamato Google post-licenziamenti, che spazia su argomenti che vanno dallo sfogo all'organizzazione del lavoro e all'immigrazione dei visti. Alcuni dipendenti hanno organizzato riunioni virtuali di Google con persone in videochiamata. Altri hanno cercato di organizzare incontri fisici.
Alcuni si sono rivolti al generatore di meme interno dell'azienda come mezzo per connettersi tra loro, per avere risposte e conforto.
Un meme mostrava Mila Kunis del film "Friends with Benefits". Kunis ha parlato con il logo di Google, pronunciando la frase: "La cosa triste è che in realtà pensavo fossi diverso". Un altro meme mostrava l'ex presidente Bill Clinton che gesticolava la parola "zero" con il titolo "Leadership paycut".
"La leadership di Alphabet rivendica la 'piena responsabilità' per questa decisione, ma questo è di scarso conforto per i 12.000 lavoratori che ora sono senza lavoro", ha dichiarato venerdì Parul Koul, presidente esecutivo di Alphabet Workers Union-CWA. "Questo è un comportamento eclatante e inaccettabile da parte di un'azienda che ha realizzato profitti per 17 miliardi di dollari solo nell'ultimo trimestre".


RSS - Mastodon