Parliamo di...

Ravioli al tartufo nero, la ricetta per farli cremosi senza panna.

#20Gennaio  #Gastronomia  #PrimaPagina  #Ricette  #CucinaItaliana 

Contenuto originale di Agendaonline.it
I ravioli al tartufo nero hanno un profumo irresistibile, ma non bisogna usare la panna per apprezzare il profumo. Scopri il segreto per farli cremosi.
Ci sono delle ricette che devono essere preparate con cura, scegliendo bene gli ingredienti da utilizzare per non rovinarne il gusto. Una di queste sono i ravioli al tartufo nero, che spesso vengono proposti con la panna, che però finisce per prevaricarne il gusto ed il profumo.
La panna è un ingrediente “pericoloso” in cucina, sicuramente assicura ai piatti una ottima cremosità, ma spesso finisce per appesantirli e rovinarne il gusto.
Esistono alcuni espedienti per fare ricette che contemporaneamente risultano cremose ma senza utilizzo della panna.
I ravioli al tartufo nero sono una pietanza pregiata, che piace a molte e per chi è amante del tartufo, sia esso nero o bianco, è uno dei piatti d’eccellenza.
La preparazione non è affatto elaborata, soprattutto se i ravioli vengono acquistati già pronti.
Ma se volete preparare questo primo piatto partendo da zero, basterà preparare una sfoglia di pasta, procedere alla farcitura con un impasto di ricotta e tartufo grattugiato e poi procedere a cucinarli.
INGREDIENTI per 12 ravioli
Scoprite come fare i ravioli al tartufo nero ugualmente cremosi senza usare la panna.
Per la sfoglia
Farina 150 grammi
Tuorlo d’uovo
Acqua 50 grammi
Per il ripieno
Ricotta di vaccina 200 grammi
Mezzo tartufo
Un pizzico di sale
10 grammi parmigiano grattugiato
Preparazione
In una ciotola mettete la farina il tuorlo d’uovo e l’acqua e mescolate energicamente, anche con le mani fin quando il composto non si sarà addensato e risulterà ben compatto, m allo stesso tempo elastico.
In una terrina, mettete la ricotta, dopo averla fatta scolare per un po’ di tempo, facendole perdere il liquido in eccesso, stemperare con una forchetta e amalgamare con mezzo tartufo grattugiato e il Parmigiano grattugiato.
Stendere la sfoglia con un mattarello o utilizzando una macchinetta manuale. La sfoglia dovrà avere uno spessore di un paio di millimetri e ovviamente dovrete stendere due sfoglie, una per la parte inferiore ed una per la copertura.
Una volta distesa la base della sfoglia, adagiare una “noce” di farcitura, utilizzando una sac-à-poche oppure un cucchiaino da caffè.
Sistemate le dodici noci, ricoprire con la sfoglia superiore e procedere ad intagliare il raviolo. Lo si può fare sia con una rotella taglia pasta, sia con l’orlo di un bicchierino o di una tazzina da caffè, facendo opportuna pressione sulla sfoglia intorno alla noce di farcitura.
Una volta ottenuti i ravioli, effettuare una leggere pressione sull’orlo, assicurandosi che i due lembi si uniscano perfettamente.
Spolverare di semola un vassoio ed adagiarvi i ravioli. Facendoli riposare in frigo per almeno un’ora, in modo che la farcitura si asciughi ulteriormente e i lembi delle sfoglie si uniscano.
Passiamo ora a preparare il condimento al tartufo, cremoso, ma senza panna, per i migliori ravioli al tartufo nero.
Il segreto qual è, vi starete chiedendo?
Basta utilizzare per preparare il condimento, il burro chiarificato, che potete fare in casa seguendo questa semplicissima ricetta o comprarlo al supermercato già pronto.
INGREDIENTI
100 grammi di burro chiarificato
Qualche sfoglia di cipolla
Mezzo tartufo nero
ravioli
Preparazione
In una padella molto larga, mettere il burro chiarificato e le sfoglie di cipolla e far cuocere per due minuti a fuoco lento.
Nel frattempo mette e a bollire una pentola d’acqua per cuocere i ravioli.
Calateli e non appena affiorano in superficie, passateli nella padella con il condimento, saltandoli, se possibile, senza utilizzare cucchiai o altri utensili, ma solo con il classico movimento dell’impennata della padella, in modo da evitare che i ravioli si aprano.
A cottura ultimata, aggiungere il tartufo nero a fette, per fare ciò potete utilizzare un pelapatate.
Effettuate un ultimo salto della padella e impiattate. Aggiungendo, se di vostro gradimento, altro tartufo.
Abbinamenti vini: Con i ravioli al tartufo nero i vini da preferire sono un Rosso del Conero o un Pinot Nero.
Vuoi provare a preparare altre ricette con il tartufo o ravioli? Leggi anche:


RSS - Mastodon