Parliamo di...

Alec Baldwin sarà incriminato per omicidio colposo: agli occhi delle autorità anche lui è responsabile

#20Gennaio  #FilmSerieTv  #AlecBaldwin  #Rust 

Contenuto originale di DrCommodore
Alec Baldwin rischia 18 mesi di carcere, e sia l’attore che la responsabile delle armi sul set di Rust sono stati accusati ufficialmente di omicidio colposo involonario: in seguito alla tragedia avvenuta mentre si girava il film nel 2021, nel quale ha perso la vita la direttrice della fotografia Halyna Hutchins, l’attore si è proclamato più volte innocente ma la considerazione delle autorità dopo le indagini pare essere un’altra.
Balwdin sostiene di non aver mai premuto il grilletto, e che il colpo sia partito da solo dall’arma. Queste affermazioni, però, non trovano conferme dalle rilevazioni della polizia scientifica che proverebbero il contrario.
L’avvocato di Alec Baldwin, Luke Nikas, ha definito la decisione “un terribile errore giudiziario che distorce la tragica morte di Hutchins”. Inoltre, il legale ha aggiunto che Baldwin non aveva ragione di credere che la pistola fosse carica, e che si è semplicemente fidato delle parole degli altri operatori sul set che gli avevano garantito che non ci fossero proiettili veri al suo interno.
Una vicenda tribolata
Si parla di negligenza rispetto al lavoro di Baldwin, Gutierrez-Reed (la responsabile delle armi) e David Halls che, secondo l’accusa, non si sarebbero realmente assicurati della sicurezza di tutti i presenti sul set. Per questo, Alec Baldwin è ora incriminato dalla procura del New Mexico per “omicidio colposo involontario”.
In New Mexico si tratta di un reato penale che comporta una pena massima di 18 mesi. Mentre David Halls si è dichiarato colpevole di uso negligente di arma letale, trovando un accordo con le autorità, Alec Baldwin ha sempre negato (e continua a negare) di aver mai saputo che ci fossero proiettili veri in quella pistola attribuendo la responsabilità a una serie di errori compiuti da altri collaboratori sul set.
La difesa di Baldwin per cui egli non avrebbe mai realmente premuto il grilletto dell’arma, però, non convince affatto gli investigatori. Dall’indagine dell’FBI risulta infatti che questa fosse perfettamente funzionante, e che il colpo non può dunque essere partito da solo. Ora Baldwin e il suo legale dovranno confrontarsi con queste accuse ufficiali.
Fonte: 1
Potrebbe interessarti anche: ALEC BALDWIN SPARA SUL SET DI RUST E UCCIDE PER ERRORE LA COLLEGA HALYNA HUTCHINS


RSS - Mastodon