Parliamo di...

Le estensioni dei termini di copyright negli Stati Uniti sono cessate, ma il pubblico dominio deve ancora affrontare minacce

#19Gennaio  #Commentary  #CreativityInnovation 

Contenuto originale di Deeplinks
Partecipiamo alla Settimana del copyright, una serie di azioni e discussioni a sostegno dei principi chiave che dovrebbero guidare la politica sul copyright. Ogni giorno di questa settimana, vari gruppi stanno affrontando diversi elementi della legge e della politica sul copyright, affrontando la posta in gioco e ciò che dobbiamo fare per assicurarci che il copyright promuova la creatività e l'innovazione.
Ogni 1° gennaio celebriamo le opere creative che diventano libere di essere utilizzate e adattate alla scadenza del loro copyright. Quest'anno, ciò include l'iconico film di fantascienza "Metropolis", il primo vincitore dell'Oscar per il miglior film "Wings", il classico libro per bambini "Goodnight Moon" e l'ultima delle storie di Sherlock Holmes di Arthur Conan Doyle. Insieme a queste famose opere, molte migliaia di artefatti culturali del 1927 e precedenti possono ora essere utilizzati da artisti, educatori e aziende senza timore di enormi responsabilità per copyright, se è possibile trovarne delle copie.
Per la maggior parte del 21° secolo, queste opere sono state sotto chiave legale. In seguito al Sonny Bono Copyright Term Extension Act, durato 20 anni e approvato dal Congresso nel 1998, nessun termine sul copyright è scaduto negli Stati Uniti fino al 2019. Il costo è sbalorditivo: i ricercatori stimano che il 75% dei film dell'era del muto sia andato perduto.
L'estensione del 1998 ha coronato diversi decenni di espansioni dei termini del copyright che alla fine hanno posto i diritti d'autore statunitensi tra i più lunghi al mondo. Anche se i prossimi 20 anni vedranno molte opere più significative diventare di pubblico dominio, inclusi i famosi primi film della Disney come Biancaneve, Bambi e Fantasia, le principali società di media e intrattenimento non hanno chiesto un'altra estensione del termine, e nessuna sembra probabile .
Perché i termini del copyright degli Stati Uniti hanno interrotto la loro crescita inarrestabile? Perché persone di ogni estrazione sociale si sono alzate e hanno detto "basta!" Internet ha reso ognuno un creatore e un utente del lavoro creativo, che si tratti di foto, video, musica o prosa. Gli utenti di Internet hanno riconosciuto che termini di copyright sempre più lunghi impoveriscono la conversazione pubblica e non avvantaggiano quasi nessuno. Negli ultimi dieci anni, avete fatto sentire la vostra voce e reso tossiche ulteriori estensioni di mandato per i legislatori statunitensi.
Il dominio pubblico deve ancora affrontare minacce. Il Canada è pronto a emanare la propria proroga di 20 anni. Possiamo anche aspettarci che i titolari dei diritti con molta potenza di fuoco legale, come la Disney, cerchino di estendere la legge sui marchi in quello che la Corte Suprema una volta chiamava "una specie di copyright mutante", per impedire ad altri di costruire su vecchi personaggi, libri e film.
I termini del copyright rimangono troppo lunghi. Ci vorranno quasi due decenni prima che un regista che realizzi un documentario sull'era della seconda guerra mondiale possa utilizzare le registrazioni musicali del periodo senza affrontare quello che la Recording Industry Association of America e altri gruppi dell'industria musicale hanno definito un processo di licenza "incredibilmente complesso" o altrimenti rischiando danni legali massicci e imprevedibili in una causa per copyright.
Piuttosto che preservare la cultura, lunghi e complicati termini di copyright ci tengono lontani dalla nostra storia. E questo non può essere lo scopo del copyright.


RSS - Mastodon