Parliamo di...

Il Vaticano sa di più sugli UFO delle agenzie di intelligence

#19Gennaio  #alieni  #agenzie  #delle  #intelligence 

Contenuto originale di Blog di alieni mistero
Sei ancora sicuro che le agenzie di intelligence e gli scienziati sappiano più di chiunque altro sulle civiltà extraterrestri? In effetti i centri scientifici, la CIA e individui come Elon Musk e Bill Gates sono meno consapevoli degli UFO e delle visite aliene rispetto al Papa. Sarai sorpreso di apprendere che il Vaticano ha un proprio programma di ricerca spaziale.
L’Osservatorio Vaticano è un istituto di ricerca e formazione astronomica sostenuto dalla Santa Sede. Originariamente con sede presso il Collegio Romano a Roma, l’Osservatorio ha ora sede a Castel Gandolfo, in Italia, e gestisce un telescopio presso il Mount Graham International Observatory negli Stati Uniti.
Telescopio all’Osservatorio internazionale di Mount Graham
Una conferma indiretta che il Vaticano è “al corrente” sono le dichiarazioni di papa Francesco e del suo predecessore sulla vita extraterrestre.
I cultisti hanno ripetutamente sottolineato che presto le persone conosceranno l’intelligenza extraterrestre, impareranno di più sulle civiltà extraterrestri. E non c’è dubbio che il Vaticano prenda gli alieni più che sul serio. Così, ad esempio, è stata annunciata la possibilità di convertirli al cattolicesimo.
“Ma in tutti i casi penso che dovremmo attenerci a ciò che ci dicono gli scienziati, pur consapevoli che il Creatore è infinitamente più grande della nostra conoscenza”.
Francisco ha detto che l’unica cosa di cui è sicuro sull’universo e sul mondo in cui viviamo è che “non è il risultato del caso o del caos”, ma dell’intelligenza divina.
Sì, il potere di ricerca del Vaticano impallidisce rispetto agli ultimi progressi tecnologici della NASA, ma i fatti parlano da soli.
Fino al XIX secolo, questa organizzazione religiosa era nota per l’apertura di osservatori astronomici e scuole scientifiche, dove giovani e capaci scienziati venivano formati nella tecnica dell’osservazione dello spazio.
L’osservatorio vaticano che esiste ancora oggi è uno dei più antichi e autorevoli su scala planetaria.
Ma questo non è tutto. Si scopre che anche il Vaticano ha un programma spaziale che secondo gli esperti non è molto inferiore al programma della stessa Nasa.
Il Vaticano ha telescopi molto moderni e potenti e altre apparecchiature di osservazione. Il più grande telescopio monitora lo spazio nella gamma degli infrarossi e supera significativamente le capacità degli analoghi.
E un altro fatto interessante su cui riflettere. Mentre il Vaticano conduce ricerche spaziali, sempre più persone sulla Terra iniziano a credere nella realtà della vita aliena.
Secondo le statistiche, nel 1990 questa cifra era stimata al 27% della popolazione mondiale. Nel 2000 è salito al 33%. Ora si sta avvicinando al 65%. Pertanto, la consapevolezza del Vaticano della vita extraterrestre può essere vista come un “fuoco di conoscenza”.
“Il gesuita padre José Funes, direttore della Specola vaticana, ha affermato che i cristiani dovrebbero considerare la vita aliena come un ‘fratello extraterrestre’ e parte della creazione di Dio”.
José Funes
Padre Funes ha detto che è difficile escludere la possibilità che ci sia altra vita intelligente nell’universo e ha osservato che un campo dell’astronomia sta ora attivamente cercando “biomarcatori” nell’analisi spettrale di altre stelle e pianeti.
Quelle potenziali forme di vita potrebbero includere quelle che non hanno bisogno di ossigeno o idrogeno, ha detto. Proprio come Dio ha creato molteplici forme di vita sulla terra, ha detto che possono esserci molteplici forme in tutto l’universo.
Il Vaticano riceve molte informazioni sugli extraterrestri e sui loro contatti con le persone.
“Questo non è in contrasto con la fede perché non possiamo porre limiti alla libertà creatrice di Dio” Egli ha detto.
“Per usare le parole di san Francesco, se consideriamo le creature terrene come ‘fratelli’ e ‘sorelle’, perché non possiamo parlare anche di un ‘fratello extraterrestre’?” Egli ha detto.


RSS - Mastodon