Parliamo di...

La leader neozelandese Jacinda Ardern annuncia le dimissioni shock prima delle prossime elezioni - CNN

#19Gennaio  #zealand 

Contenuto originale di Top stories - Google News
CNN—
Il primo ministro neozelandese Jacinda Ardern ha annunciato giovedì che si farà da parte per un nuovo leader entro poche settimane, dicendo che non crede di avere l'energia per cercare la rielezione nei sondaggi di ottobre.
Parlando in una conferenza stampa, Ardern ha detto che il suo mandato scadrà entro il 7 febbraio, quando si aspetta che un nuovo primo ministro laburista presterà giuramento, anche se "a seconda del processo che potrebbe essere precedente".
"La decisione è stata mia", ha detto Ardern. “Guidare un Paese è il lavoro più privilegiato che chiunque possa mai avere, ma anche il più impegnativo. Non puoi e non dovresti svolgere il lavoro a meno che tu non abbia il serbatoio pieno, più un po' di riserva per quelle sfide impreviste e impreviste".
"Non ho più abbastanza nel serbatoio per rendere giustizia al lavoro", ha aggiunto.
Quando Ardern è diventata primo ministro nel 2017 all'età di 37 anni, era la terza leader donna della Nuova Zelanda e una delle leader più giovani al mondo. Nel giro di un anno aveva partorito in carica, solo il secondo leader mondiale a farlo.
Feedback sull'annuncio video Guarda il momento in cui Jacinda Ardern ha risposto alla domanda del giornalista sul genere 01:00 - Fonte: CNN
È stata rieletta per un secondo mandato nel 2020, la vittoria è stata sostenuta dall'approccio "vai duro e vai presto" del suo governo alla pandemia di Covid-19, che ha visto la Nuova Zelanda imporre alcune delle regole di confine più severe del mondo, separando le famiglie e chiudendo fuori quasi tutti gli stranieri per quasi due anni.
Giovedì, Ardern ha parlato candidamente del tributo che il lavoro ha richiesto e ha riflettuto sulle varie crisi che il suo governo ha dovuto affrontare, tra cui sia la pandemia che l'attacco terroristico di Christchurch del 2019, che ha ucciso 51 persone in due moschee.
L'attacco è stato un momento determinante della leadership di Ardern e la sua rapida risposta ha ottenuto elogi diffusi. Ha rapidamente introdotto riforme della legge sulle armi, ha indossato un hijab per mostrare il suo rispetto per la comunità musulmana e ha dichiarato pubblicamente che non avrebbe mai pronunciato il nome del presunto aggressore.
“L'unico aspetto interessante che troverai è che dopo sei anni di grandi sfide, sono umano. I politici sono umani", ha detto. “Diamo tutto ciò che possiamo il più a lungo possibile, e poi è il momento. E per me, è il momento.
Ardern ha anche evidenziato i risultati raggiunti durante il suo mandato, tra cui la legislazione sui cambiamenti climatici e la povertà infantile. “Non vorrei che questi ultimi cinque anni e mezzo riguardassero semplicemente le sfide. Per me, si tratta anche di progressi ", ha detto.
Bryce Edwards, politologo presso la Victoria University of Wellington in Nuova Zelanda, ha affermato che le dimissioni di Ardern sono state "scioccanti" ma non una sorpresa completa.
"È celebrata in tutto il mondo ma il suo governo è precipitato nei sondaggi", ha detto.
Le prossime elezioni generali della Nuova Zelanda si terranno il 14 ottobre.
Ascesa politica fulminea
Ex DJ e decaduto mormone, Ardern era la cosa più vicina che la Nuova Zelanda avesse a un politico rockstar, attirando manifestazioni di massa e copertura stampa da parete a parete. Ha goduto di un particolare sostegno tra i giovani, in un'ondata soprannominata "Jacindamania" durante la sua prima elezione.
Quella popolarità si è estesa all'estero, con Ardern che ha abbellito le copertine di Vogue e Time magazine e ha ospitato il personaggio televisivo americano Stephen Colbert nella sua casa di periferia di Auckland.
Ma mentre Ardern ha guadagnato sostenitori in tutto il mondo per il suo approccio fresco ed empatico al ruolo, la sua popolarità è diminuita in Nuova Zelanda negli ultimi anni, con alcuni critici che sostengono che abbia fatto poco per mantenere il governo di trasformazione che aveva promesso quando è stata eletta per la prima volta.
Diversi sondaggi alla fine del 2022 hanno mostrato un calo del sostegno per Ardern e il suo partito laburista, con alcuni al livello più basso da quando è entrata in carica nel 2017, secondo l'affiliata della CNN Radio New Zealand.
Edwards, l'analista politico, ha affermato che la decisione di Ardern di dimettersi forse le risparmia un risultato elettorale deludente.
"Andarsene ora è la cosa migliore per la sua reputazione... uscirà in buoni rapporti piuttosto che perdere le elezioni", ha detto.
Edwards ha detto che non c'è "nessuno ovvio" per sostituirla, anche se i potenziali candidati includono il ministro della polizia e dell'istruzione Chris Hipkins, che ha una forte relazione con Ardern, e il ministro della giustizia Kiri Allan.
Ardern ha detto che non ha piani precisi su cosa farà dopo, ma non vede l'ora di trascorrere di nuovo più tempo con la sua famiglia. "Probabilmente, sono quelli che hanno sacrificato di più da tutti noi", ha detto Ardern.
Rivolgendosi al figlio e al fidanzato, ha detto: "Per Neve, la mamma non vede l'ora di essere lì quando inizierai la scuola quest'anno, e per Clarke, sposiamoci finalmente".
Ardern è fidanzato con la conduttrice televisiva Clarke Gayford dal 2019.
Video Ad Feedback Uno sguardo al profilo del primo ministro Jacinda Ardern 02:41 - Fonte: CNN
Una donna sulla scena mondiale
Ardern si è guadagnato la reputazione di pioniere mentre era in carica, parlando spesso di uguaglianza di genere e diritti delle donne.
Ad esempio, quando ha annunciato la sua gravidanza nel 2018, ha sottolineato la capacità delle donne di conciliare il lavoro con la maternità.
"Non sono la prima donna a svolgere più compiti, non sono la prima donna a lavorare e ad avere un bambino, so che queste sono circostanze speciali ma ci saranno molte donne che lo avranno fatto molto prima di me", ha disse all'epoca, con Gayford che assumeva il ruolo di un papà casalingo.
Dopo il parto, lei e Gayford hanno portato il loro bambino di 3 mesi all'Assemblea generale delle Nazioni Unite, con Ardern che ha detto alla CNN che voleva "creare un percorso per altre donne" e contribuire a rendere i luoghi di lavoro più aperti.
In un'intervista del 2021 con la CNN, ha riflettuto sulla sua ascesa al potere, dicendo: "Non è passato molto tempo da quando essere una donna in politica era un'esperienza molto isolante".
L'annuncio delle sue imminenti dimissioni giovedì ha suscitato un'ondata di sostegno sui social media, anche da parte di altri leader politici, con molti che hanno sottolineato l'eredità che sta lasciando alle donne in politica.
Il primo ministro australiano Anthony Albanese ha twittato elogi per Ardern, dicendo che "ha mostrato al mondo come guidare con intelletto e forza" ed è stata "una grande amica per me".
Anche il ministro degli Esteri australiano Penny Wong ha twittato i suoi migliori auguri per Ardern, dicendo che era "una fonte di ispirazione per me e molti altri".
Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha condiviso su Twitter una foto di lui e Ardern che camminano insieme, ringraziandola per la sua amicizia e "la leadership empatica, compassionevole, forte e costante negli ultimi anni".
"La differenza che hai fatto è incommensurabile", ha aggiunto.


RSS - Mastodon