Parliamo di...

Graduatorie ATA terza fascia, la domanda si aggiorna ogni tre anni anche se non ci sono nuovi titoli

#18Gennaio  #ATA 

Contenuto originale di Orizzonte Scuola Notizie
Graduatorie ATA terza fascia, la domanda si aggiorna ogni tre anni anche se non ci sono nuovi titoli Di
E’ atteso nel 2024 l’aggiornamento delle graduatorie ATA di terza fascia. Un appuntamento importante per gli aspiranti supplenti sia per coloro che desiderano inserirsi per la prima volta nelle graduatorie utilizzate per le supplenze dopo che risultano esaurite quelle di prima e seconda fascia, sia per coloro che già sono inseriti e dovranno aggiornare la domanda.
L’aggiornamento delle graduatorie riguarda infatti tutti: coloro che sono già presenti nelle graduatorie attualmente in vigore, dovranno comunque ripresentare domanda o resteranno fuori.
La domanda si dovrà inoltrare anche se non ci saranno titoli nuovi, di cultura o di servizio, da inserire. Allo stesso modo, sarà l’occasione per rinnovare il proprio punteggio se nel frattempo si sono acquisiti altri titoli. Non è possibile inserire altri titoli fino all’aggiornamento: le graduatorie restano ‘congelate’ per l’intero triennio di validità.
Gli aspiranti che nel precedente aggiornamento del 2021 non hanno ripresentato la domanda, dovranno procedere con un nuovo inserimento.
Abbiamo scritto in precedenza che potrebbero arrivare novità relativamente ai profili e ai titoli di accesso richiesti: finché la partita sul nuovo CCNL non sarà conclusa (i prossimi appuntamenti sono stati fissati il 24,25 e 26 gennaio), non si sa se tutto resterà così come previsto dai precedenti bandi. Le aree, in base alle notizie note fino ad oggi, dovrebbero ridursi da 5 a 4, con l’introduzione dell’area dei collaboratori esperti.
Fondamentale sarà, in ogni caso, il nuovo DM che disciplinerà il prossimo aggiornamento.
I titoli di accesso finora richiesti sono:
Assistente Amministrativo: diploma di maturità
Assistente Tecnico: diploma di maturità corrispondente alla specifica area professionale. Le specificità di cui al punto 1 sono quelle definite, limitatamente ai diplomi di maturità, dalla
tabella di corrispondenza titoli – laboratori vigente entro il termine di presentazione della domanda.
Cuoco: diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina.
Infermiere: laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione di infermiere.
Guardarobiere: diploma di qualifica professionale di Operatore della moda.
Addetto alle aziende agrarie: diploma di qualifica professionale di operatore agrituristico; operatore agro industriale; operatore agro ambientale.


RSS - Mastodon