Parliamo di...

Addio più anziana del mondo: Suor Andrè aveva 118 anni

#18Gennaio  #Attualità 

Contenuto originale di TAG24
Segui Tag24 anche sui social
Ci ha lasciato la donna più anziana del mondo: Lucile Randon. È morta nel sonno la notte scorsa la 118enne Suor Andrè, in una casa di riposo di Tolone, nel sud della Francia. Lo hanno reso noto persone a lei vicine.
Morta la persona più anziana del mondo, Suor Andrè aveva 118 anni
“Lucile è morta alle 2:00 del mattino. C’è una grande tristezza ma lei aspettava questo momento, lo voleva, era il suo desiderio quello di raggiungere il suo amato fratello. Per lei è stata una liberazione”, ha spiegato David Tavella, il responsabile della comunicazione al Sainte-Catherine-Labouré istituto residenziale per anziani non autosufficienti dove risiedeva.
La storia di Suor Andrè, da Guinnes dei primati
Nata l’11 febbraio del 1904 nel sud della Francia: Suor Andrè ha vissuto la sua adolescenza a cavallo tra le due guerre e non da ultime la guerra fredda, il boom economico e una pandemia.
Giusto un anno fa, nell’aprile del 2022 aveva ereditato il titolo di “decana dell’umanità” dopo la morte di Kane Tanaka, una donna giapponese di 119 anni. Un appellativo attribuitogli dagli esperti, dal momento che ad oggi non esiste alcun organo ufficiale in grado di elargire certificati o documenti legali di attestazione del fatto.
Potrebbe interessarti Fabrizio De Andrè, cantore degli ultimi, ci lasciava 24 anni fa Segui Tag24 anche sui social Fabrizio De Andrè, anticonformista, intellettuale fascinoso, cantore degli ultimi, ha segnato la storia della musica italiana lasciando un segno indelebile con le sue canzoni. Oggi ricordiamo con affetto e nostalgia i 24 anni dalla dipartita. Ci ha lasciati all’età di 58 anni a causa di un irrecuperabile tumore al polmone. … Leggi tutto
Un record da Guinnes dei primati quello di Suor Andrè registrato il 25 aprile del 2022. Erano però diversi anni che la donna ultra centenaria non nascondeva una certa stanchezza. Voleva “ritirarsi da questa vicenda”. Ma “il buon Dio non mi ascolta”, confidò all’agenzia francese AFP che l’aveva incontrata per un’intervista un anno fa, nel gennaio 2022. Ferma su una sedia a rotelle e non vedente: erano queste le condizioni fisiche in cui versava la suora e che spesso, ripensando ai vecchi tempi, la facevano stare male. “Dicono che il lavoro uccide, per me è stato il lavoro a farmi vivere, ho lavorato fino a 108 anni”, ha raccontato nell’aprile 2022 quando è stata nominata decana dell’umanità.


RSS - Mastodon