Parliamo di...

Chi era Dalida: nome vero, biografia, carriera, canzoni, causa morte, marito e figli

#17Gennaio  #dalila 

Contenuto originale di Il Giornale d'Italia
Dalida è stata una grande artista italiana naturalizzata francese, che ha lasciato un segno molto importante nella storia: scopriamo chi era, qual era il suo nome vero (Dalida era infatti il nome d'arte che la diva aveva scelto per se stessa), la biografia, la carriera, le canzoni più famose, ma anche qual è stata la causa della sua morte, chi era il marito e se aveva figli. Vediamo insomma chi era Dalida, sia dal punto di vista personale che dal punto di vista lavorativo.
Dalida, chi era: nome vero, età e biografia
Come già anticipato, Dalida era un nome d'arte: il nome vero della cantante e attrice era Iolanda Cristina Gigliotti. Era nata a Il Cairo il 17 gennaio 1933 ed è poi morta a Parigi il 3 maggio 1987, all’età di 54 anni. Era popolare sia in Italia che in Francia. Aveva venduto oltre 170 milioni di dischi in tutto il mondo e, nel 1981, proprio per lei fu creato il primo disco di diamante della storia.
A proposito della sua biografia, sappiamo che Dalila nacque presso un ospedale italiano situato nella città de Il Cairo ed è cresciuta in un quartiere popolare della città, sempre in una grande comunità italiana. I genitori avevano origini calabresi e lei aveva due fratelli: Orlando e Bruno. Il padre, Pietro Gigliotti, suonava il violino all’Opera de Il Cario, mentre la madre era una sarta di professione.
Da giovane frequentò la Scuola Tecnica Commerciale Maria Ausiliatrice, una scuola cattolica e, allo scoppio della seconda guerra mondiale, il padre (come tutti gli italiani all'estero) fu internato dalle truppe del Regno Unito nel campo di Fayed. La prigionia finì nel 1944 e il padre tornò a casa ma completamente cambiato e morì dopo un anno per colpa di un ictus.
A 17 anni Dalida partecipò a un concorso di bellezza arrivando seconda e da quel momento si aprirono per lei le porte dello spettacolo. Decise di lasciare l'Egitto e tentare la fortuna come attrice in Europa. Negli anni ’50 si trasferì infatti a Parigi.
Dalida, la carriera dagli esordi
Giunta in Europa, adottò il nome d'arte Dalida e da quel momento la sua carriera prese il volo. I suoi esordi furono legati al mondo della musica ma poi recitò anche in diversi film di fama mondiale. Nel 1964 fu la prima donna a vincere il disco di platino dopo aver venduto oltre 10 milioni di dischi e quello stesso anno segui anche il Tour de France cantando oltre 2000 canzoni. Incise brani come La danza di Zorba, che diventò un grosso successo anche in Italia.
Con il cantante Luigi Tenco incise Bang Bang. Partecipò al Festival di Sanremo con Ciao amore, ciao. Dalida fece parlare di sé non solo per il suo incredibile talento ma anche per la sua vita personale, che fu tutt'altro che semplice e tranquilla. Fece sempre avanti e indietro tra l'Italia e la Francia e, anche negli altri Paesi, ottenne sempre un grandissimo successo, sia nel mondo della musica si e in quello della recitazione.
A lei fu conferito il titolo di Commendatore delle Arti, delle Scienze e delle Lettere dal presidente francese Charles de Gaulle. In Italia ricevette la medaglia della Presidenza. Dagli anni 60 in poi il suo nome fu davvero sulla bocca di tutti. Dalida era una vera e propria diva internazionale. Il suo ultimo concerto si tenne ad Adalia, in Turchia, il 29 aprile 1987, alla presenza del Presidente della Repubblica.
Canzoni
Ecco un breve elenco delle sua canzoni più note:
Amare Per Vivere
L'aquilone
Un Po' D'amore
L'amore che è venuto dal freddo
sono malato
Mamma
Non è Casa Mia
Bang Bang
Col tempo
Ciao Amore Ciao
Darla Dirladada
Vedrai, Vedrai
Bravo
Lacrime E Pioggia
Baciami molto
Danza
Jésus Bambino
Causa morte di Dalida
Da gennaio 1987, l’artista iniziò a non apparire più in pubblico e nel maggio di quello stesso anno si tolse la vita: questa fu la causa della morte dell'incredibile Dalida. La donna, dopo aver imbucato una lettera per il fratello e un'altra per il manager, ingerì una dose importante di barbiturici.
Sul suo comodino venne trovato un biglietto che recitava così: “Perdonatemi, la vita mi è insopportabile”. Oggi la diva è sepolta nel cimitero di Montmartre a Parigi, insieme al fratello maggiore e alla madre.
Dalida, marito e figli: vita privata
La vita privata di Dalida è stata spesso al centro dei giornali rosa durante gli anni in cui la diva era in vita: nel 1961 sposò Lucien Morisse, direttore di Radio Europe 1, che divenne suo marito. Tuttavia il loro matrimonio durò appena un mese. I due divorziarono e Dalida incontrò a Cannes Jean Sobieski, giovane pittore e attore alle prime armi, di cui si innamorò e con cui convisse a Neuilly per qualche mese. Pare che fosse stata legata sentimentalmente, per un certo periodo, al cantante Luigi Tenco.
La diva non ebbe mai figli.


RSS - Mastodon