Parliamo di...

Keir Starmer si oppone al piano di Rishi Sunak di ampliare la repressione della polizia contro gli eco-manifestanti che bloccano le strade

#16Gennaio  #starmer 

Contenuto originale di Home | Mail Online
I laburisti si rifiutano di sostenere una nuova repressione del governo contro i manifestanti eco-zeloti, affermando che la polizia ha già abbastanza poteri per toglierli dalla strada.
Sir Keir Starmer ha colpito il primo ministro Rishi Sunak per il suo piano di dare agli ufficiali il potere di fermare le proteste "al rallentatore" prima che causino il caos sulle strade della nazione.
Una legge proposta dai ministri porrebbe fine alle nuove forme di "tattiche di guerriglia" utilizzate dagli eco-zeloti di gruppi come Just Stop Oil dopo che le forze si sono rese conto dei loro sforzi per incollarsi alle superfici stradali.
Sunak ha affermato che la legislazione raggiungerà un migliore equilibrio tra il diritto di protestare ei "diritti della maggioranza laboriosa di svolgere le proprie attività quotidiane".
Sir Keir ha bollato il gruppo - che ha guadagnato i titoli dei giornali per aver bloccato le strade a tutto il traffico, comprese le ambulanze - "sbagliato e profondamente arrogante", ma ha affermato che il problema potrebbe essere risolto con gli attuali poteri di polizia.
In una telefonata alla radio LBC ha anche difeso l'accettazione da parte del Labour di centinaia di migliaia di sterline da Dale Vince, un milionario dell'energia verde che ha anche finanziato Just Stop Oil.
Ha detto che le donazioni, che includevano 20.000 sterline per la sua campagna di leadership del 2020, non gli avrebbero impedito di criticare il gruppo.
Sir Keir Starmer si è scagliato contro il primo ministro Rishi Sunak per il suo piano di dare agli ufficiali il potere di fermare le proteste "al rallentatore" prima che causino il caos sulle strade della nazione.
In una telefonata alla radio LBC ha anche difeso l'accettazione da parte del Labour di centinaia di migliaia di sterline da Dale Vince, un milionario dell'energia verde che ha anche finanziato Just Stop Oil.
Sunak ha affermato che la legislazione raggiungerà un migliore equilibrio tra il diritto di protestare ei "diritti della maggioranza laboriosa di svolgere le proprie attività quotidiane".
Sir Keir ha detto a LBC: "Sono forte come chiunque altro nell'argomento che dobbiamo agire contro Just Stop Oil - incollarsi alla strada, intraprendere quelle azioni, fermare il passaggio delle ambulanze - sbagliato, profondamente arrogante e voglio che la polizia lo faccia atto.'
Ma ha aggiunto che la polizia voleva "chiarezza" sulla legge: "Se fossi primo ministro... cosa farei invece di una legislazione più accattivante, porterei i capi della polizia in una stanza, li farei sedere con me e direi " giusto, qual è il problema?'
"Perché non accetto che se cammini a un ritmo funereo ciò non ostruisca l'autostrada e penso che se alla polizia venisse detto, in termini, 'sì, questo è un reato, sali e fai qualcosa al riguardo' potrebbero andare avanti e fare qualcosa al riguardo domani mattina».
Nel frattempo, la baronessa Chakrabarti, pari laburista, ha avvertito che il progetto di legge sull'ordine pubblico "draconiano" potrebbe trattare ogni dissenso pacifico come "effettivamente terrorismo".
L'ex procuratore generale ombra ed ex direttore del gruppo per i diritti civili Liberty ha dichiarato al programma Today di BBC Radio 4: “La polizia ha già poteri adeguati per arrestare le persone e spostarle quando ostruiscono l'autostrada.
Il proprietario vegano di 61 anni della squadra di calcio Forest Green Rovers ha donato ai laburisti 360.000 sterline dalle ultime elezioni tramite la sua società elettrica Ecotricity.
'Questo, temo, sta trattando tutto il dissenso pacifico come effettivamente terrorismo e questo disegno di legge sembra molto simile alla legislazione antiterrorismo che abbiamo visto in passato.
"Questo grado di prelazione fondamentalmente chiuderà ciò che non sta nemmeno causando alcuna interruzione perché la loro definizione fisserà un livello così basso".
La scorsa settimana il multimilionario eco-guerriero Dale Vince ha parlato di aiutare a finanziare Just Stop Oil mentre versava migliaia di sterline nel partito laburista.
Vince ha affermato di aver donato all'opposizione "per aiutarli a vincere, per aiutarli a entrare nel governo in modo che abbiano la possibilità di realizzare la loro agenda, che è la mia agenda, la giustizia sociale e un'economia verde".
Il proprietario vegano di 61 anni della squadra di calcio Forest Green Rovers ha donato al partito 360.000 sterline dalle ultime elezioni tramite la sua società elettrica Ecotricity.
Ha dato a Sir Keir £ 20.000 per la sua offerta di leadership nel 2020 e £ 10.000 al vice leader Angela Rayner. Ha anche donato soldi al Partito dei Verdi ea Greenpeace.
Ma è anche uno dei più grandi sostenitori individuali di Just Stop Oil, dicendo a Sky News di aver donato "decine di migliaia di sterline" per lanciare il gruppo, e di più lo scorso novembre quando ha avuto problemi di finanziamento.
Ha detto che a volte non era d'accordo con le loro tattiche, ma ha aggiunto: 'Capisco perché fanno quello che fanno. È quello che hanno in loro potere di fare.'
Il signor Starmer ha detto oggi che accettare il denaro non gli impedirà di criticare Just Stop Oil.
Arriva dopo che i manifestanti per il clima hanno cambiato tattica nelle ultime settimane per includere il rallentamento del traffico a un ritmo serrato con proteste a piedi su strade trafficate attraverso le città.
La polizia avrà il potere di fermare le proteste "al rallentatore" prima che causino il caos in base a una legge proposta dai ministri
Gli attivisti di Just Stop Oil il mese scorso hanno guidato proteste a piedi a Londra durante l'ora di punta, bloccando tre corsie su entrambi i lati della A2, a Southwark, prima di lanciare un altro blocco simile nella City.
Downing Street ha dichiarato che nei prossimi giorni verrà presentato un emendamento al disegno di legge sull'ordine pubblico.
Ciò amplierà la definizione legale di "interruzione grave", dando alla polizia maggiore capacità e chiarezza su quando intervenire.
In base alla modifica proposta, se inizia una camminata lenta e gli agenti valutano che potrebbe causare gravi disagi, possono interromperla prima che scoppi il caos. Saranno prima in grado di porre condizioni alla camminata lenta, richiedendo invece che proceda sul marciapiede.
Se i manifestanti si rifiutassero, gli agenti sarebbero in grado di rimuoverli. L'idea sarebbe che i potenziali incidenti vengano risolti in pochi minuti anziché in ore.
Inoltre, la polizia non avrà bisogno di trattare una serie di proteste dello stesso gruppo come incidenti a sé stanti, ma sarà in grado di considerarne l'impatto totale. Ciò include campagne di lunga durata progettate per causare interruzioni ripetute per giorni o settimane.
Sunak ha dichiarato: 'Il diritto di protestare è un principio fondamentale della nostra democrazia, ma non è assoluto. Occorre trovare un equilibrio tra i diritti degli individui ei diritti della maggioranza laboriosa di svolgere le proprie attività quotidiane'.
Il Police, Crime, Sentencing and Courts Act, approvato lo scorso anno, aveva lo scopo di limitare le proteste dirompenti aumentando le sanzioni.
Sir Mark Rowley, capo del Metropolitan Police Service, ha detto di aver "accolto con favore" l'emendamento proposto, che è attualmente alla Camera dei Lord. Ha detto: "In termini pratici, il Parlamento che fornisce tale chiarezza creerà una linea più chiara per la polizia da applicare quando le proteste hanno un impatto su altri che desiderano semplicemente svolgere i propri affari legali".


RSS - Mastodon