Parliamo di...

Il ministro della Difesa tedesco si dimette tra le critiche dell'Ucraina

#16Gennaio  #germanys  #military  #lambrecht  #chancellor 

Contenuto originale di Yahoo News - Latest News & Headlines
BERLINO (AP) – Il tanto criticato ministro della Difesa tedesco ha annunciato le sue dimissioni lunedì, mentre il suo dipartimento guida il massiccio progetto di modernizzazione dell'esercito del paese e sovrintende all'espansione delle consegne di armi all'Ucraina.
Christine Lambrecht ha dichiarato in una dichiarazione scritta di aver presentato la sua richiesta di dimissioni al cancelliere Olaf Scholz, aggiungendo che "mesi di attenzione dei media sulla mia persona" hanno ostacolato un dibattito fattuale sull'esercito e sulla politica di sicurezza della Germania.
"Il prezioso lavoro dei soldati e di molte persone nel mio dipartimento deve stare in primo piano", ha detto.
Un portavoce di Scholz ha detto che il cancelliere ha accettato le dimissioni di Lambrecht.
"Il cancelliere rispetta la decisione della signora Lambrecht e la ringrazia per l'ottimo lavoro svolto in questi tempi difficili e impegnativi", ha detto Christiane Hoffmann ai giornalisti a Berlino.
Ha detto che una sostituzione sarebbe stata annunciata "presto".
Hoffmann ha aggiunto che per Scholz era importante garantire la parità di genere tra i ministri, ma ha rifiutato di commentare la possibilità di un più ampio rimpasto di governo.
La Lambrecht, 57 anni, è ministro della difesa da quando Scholz è diventata cancelliera nel dicembre 2021. I critici l'hanno a lungo descritta come fuori luogo. Ma Scholz le è stato accanto, descrivendola il mese scorso come "un ministro della difesa di prima classe". La pressione su di lei è aumentata di recente dopo uno sconsiderato videomessaggio di Capodanno.
Le dimissioni di Lambrecht arrivano in un momento delicato, poiché Scholz deve affrontare crescenti pressioni per fare un altro significativo passo avanti nell'aiuto militare tedesco all'Ucraina, accettando di consegnare i carri armati Leopard 2. All'inizio di questo mese, la Germania ha accettato di fornire a Kiev 40 portaerei corazzati Marder e una batteria missilistica di difesa aerea Patriot.
La Germania ha fornito all'Ucraina un sostegno sostanziale negli ultimi mesi, inclusi obici, cannoni antiaerei semoventi Gepard e il primo dei quattro sistemi missilistici terra-aria IRIS-T. Ma i critici, alcuni all'interno della coalizione di governo tedesca, si sono a lungo lamentati della percepita esitazione di Scholz a intensificare gli aiuti. Lambrecht è stato messo in ombra sulla questione dal cancelliere, che ha fatto la maggior parte degli annunci importanti.
La storia continua
Lambrecht era allora vice del ministro delle finanze Scholz prima di essere nominata ministro della giustizia nel 2019. È stata anche ministro per le famiglie e le donne negli ultimi mesi del governo dell'allora cancelliera Angela Merkel.
Era rispettata in quei ruoli, ma era ampiamente vista come uno degli anelli più deboli del governo Scholz al Ministero della Difesa.
Il dipartimento notoriamente ingombrante ha una storia di diminuzione della reputazione dei ministri.
La sua importanza è aumentata con l'invasione russa dell'Ucraina. Ciò ha spinto Scholz ad annunciare un fondo speciale da 100 miliardi di euro (108 miliardi di dollari) per potenziare l'esercito tedesco, la Bundeswehr, che ha sofferto per anni di abbandono e in particolare di attrezzature obsolete e mal funzionanti.
Il mese scorso, Lambrecht ha respinto i suggerimenti secondo cui il governo era stato troppo lento nell'intraprendere la sua corsa alla spesa. Ha detto che i funzionari si sono mossi rapidamente ma che "tali progetti devono essere negoziati con attenzione: si tratta di soldi delle tasse".
Il ministro ha anche criticato la sfortunata comunicazione, a partire dall'annuncio del gennaio 2022 secondo cui la Germania avrebbe consegnato 5.000 elmetti militari all'Ucraina come "un segnale molto chiaro che siamo al tuo fianco".
Ad aprile, ha portato con sé suo figlio di 21 anni su un volo in elicottero militare, che è diventato pubblico quando ha pubblicato una foto su Instagram che si è scoperto che il ministro aveva scattato lei stessa. Il suo ministero ha affermato di aver chiesto il permesso e di aver pagato lei stessa le spese, ma i critici hanno affermato che ha mostrato scarsa capacità di giudizio.
Un videomessaggio amatoriale di Capodanno sul suo account Instagram privato ha suscitato nuove richieste dell'opposizione per la partenza di Lambrecht e ha messo a dura prova la pazienza degli alleati politici.
Mostrava un Lambrecht appena udibile che parlava sullo sfondo di forti fuochi d'artificio di Capodanno in una strada di Berlino.
"Una guerra sta infuriando nel mezzo dell'Europa", ha detto. "E connesso a questo per me c'erano molte impressioni speciali che sono stato in grado di ottenere: molti, molti incontri con persone interessanti e fantastiche".


RSS - Mastodon