Parliamo di...

Il russo Medvedev: il nuovo premier giapponese tradisce le vittime di Hiroshima

#15Gennaio  #AttaccoallaRussia  #GiapponeUSAAccordoanticinese 

Contenuto originale di controinformazione.info
Il russo Medvedev: il nuovo premier giapponese tradisce le vittime di Hiroshima
L’ex presidente russo Dmitry Medvedev afferma che il primo ministro giapponese Fumio Kishida ha tradito i diritti di centinaia di migliaia di vittime dei bombardamenti nucleari statunitensi di Hiroshima e Nagasaki.
In un messaggio sul suo canale Telegram di sabato, Medvedev ha definito “un’orribile vergogna” le affermazioni statunitensi e giapponesi sulla possibilità dell’uso di armi nucleari da parte di Mosca in Ucraina, dicendo che non “commenterà nemmeno la paranoia riguardo ai piani nucleari del nostro stato”.
“Pensaci. Il capo del governo giapponese, nella sua umiliante estasi di sottomissione, parla di sciocchezze sulla Russia, tradendo la memoria di centinaia di migliaia di cittadini giapponesi, bruciati nel fuoco nucleare di Hiroshima e Nagasaki. E a Kishida non potrebbe importare meno che gli Stati Uniti sono stati l’unico stato che ha usato armi nucleari. E la stessa patria di Kishida è stata l’unica vittima”, ha detto il funzionario.
Secondo Medvedev, il primo ministro giapponese avrebbe dovuto “ricordarlo al presidente degli Stati Uniti e chiedere il pentimento che non è stato espresso dalle autorità statunitensi per questo atto di guerra”.
Le osservazioni sono arrivate dopo che Biden e Kishida hanno tenuto un incontro a Washington e hanno rilasciato una dichiarazione congiunta che ha sottolineato l’imposizione di ulteriori sanzioni contro la Russia e un maggiore sostegno all’Ucraina.
La dichiarazione afferma anche che qualsiasi possibile uso russo di armi nucleari in Ucraina è inaccettabile.
Blinken con il premier giapponese
La Russia e il Giappone non hanno formalmente concluso le ostilità della seconda guerra mondiale a causa della loro situazione di stallo sulle isole rivendicate dall’Unione Sovietica alla fine della guerra.
La stessa Russia ha basi militari nelle Isole Curili sin dalla seconda guerra mondiale e vi ha schierato sistemi missilistici.
La Russia avverte che potrebbe intraprendere misure di ritorsione contro il potenziale rafforzamento militare del Giappone vicino alle isole contese.
Medvedev si è rammaricato che il “corso anti-russo” del Giappone abbia reso impossibili i colloqui sul trattato di pace.
Fonte: Stampa TV
Traduzione: Luciano Lago


RSS - Mastodon