Parliamo di...

Una nave di lusso ha aggiunto una sosta inaspettata al suo viaggio dopo aver avvistato una barca improvvisata. Ha rivelato una realtà che molti non hanno visto in mare.

#15Gennaio  #crossing 

Contenuto originale di CNN.com - RSS Channel - HP Hero
CNN—
Kester Howard stava dipingendo su un balcone della sua lussuosa nave da crociera quando un annuncio sorprendente è arrivato dagli altoparlanti.
Una barca vicina sembrava essere in pericolo e il capitano si stava voltando per raggiungerli.
Howard, una pensionata di Brisbane, in Australia, ha afferrato il suo telefono per registrare ciò che stava accadendo. Aveva già partecipato a molte crociere, ma era qualcosa che non aveva mai visto.
A poco a poco una nave bianca in lontananza venne messa a fuoco e iniziò un'operazione di salvataggio.
«Guarda com'è stata assemblata quella barca. Quella povera gente ", ha detto Howard, registrando e raccontando dal balcone della sua cabina mentre la nave da crociera manovrava per portarli a bordo. “Lo vedi in TV; non immagini mai di vederlo nella vita reale.
Giorni prima i passeggeri a bordo della Celebrity Beyond avevano suonato nel nuovo anno con una festa sfarzosa, agitando bastoncini luminosi mentre facevano il conto alla rovescia fino al 2023. La nave vanta "viste sconfinate", maggiordomi a bordo e "stanze così lussuose che non vorrai chiudere gli occhi”. È stato costruito per ospitare più di 3.200 passeggeri,
La barca improvvisata che ondeggiava sulla scia dell'enorme nave da crociera il 2 gennaio era diversa in quasi tutti i modi possibili.
Nessun nome era visibile sullo scafo. Sembrava essere acciottolato con metallo e polistirolo. Diciannove persone erano stipate all'interno, spalla a spalla, e gridavano aiuto.
Ci è voluta più di un'ora perché il salvataggio si svolgesse quel giorno, mentre i passeggeri della crociera guardavano con ansia e attendevano aggiornamenti dal capitano.
"Ci siamo sicuramente trovati faccia a faccia con la realtà di questa situazione", ha detto Steven Glassman, che ha scattato le foto del salvataggio da uno dei ponti superiori della nave.
Glassman è un commissario della città di Fort Lauderdale e ben consapevole del numero crescente di navi improvvisate che arrivano sulle coste della Florida. Ma vedere un salvataggio in mare ha reso la situazione ancora più vicina a casa. E a cena quella sera, ha detto, molti dei passeggeri della crociera stavano parlando di ciò a cui avevano assistito.
"Ti fa capire quanto siamo fortunati", ha detto. “Eccoci qui, seduti in una bellissima sala da pranzo su una bellissima nave e ci prepariamo a mangiare una bella cena, e abbiamo appena guardato le persone che dovevano essere salvate. Questa è la cruda realtà.
Howard, Glassman e migliaia di altri passeggeri a bordo della Celebrity Beyond non erano gli unici a confrontarsi con quella realtà. Le immagini del drammatico salvataggio sono state viste in tutto il mondo dopo che il capitano della nave ha condiviso le riprese il giorno successivo con i suoi 3,7 milioni di follower combinati su TikTok e Instagram.
Non è una novità per le navi da crociera che attraversano lo Stretto della Florida, come lo era il Celebrity Beyond quel giorno, imbattersi in barche di migranti cubani. Ma una serie di recenti salvataggi e post sui social media su di loro hanno portato una nuova ondata di attenzione su questi drammatici momenti in mare e sulla crisi migratoria alle loro spalle.
Il numero di migranti che viaggiano su imbarcazioni improvvisate è in aumento. Così è il numero di navi da crociera
In poco più di una settimana, dal 30 dicembre al 7 gennaio, nella regione si sono verificati almeno sei salvataggi di questo tipo, di cui due a bordo della Beyond.
Robert E. Rosen, professore di diritto all'Università di Miami che tiene un corso sulle questioni legali nel settore delle crociere, definisce la recente ondata di salvataggi "straordinaria", ma afferma anche che dietro c'è una ragione logica.
“Il numero di navi da crociera è aumentato notevolmente nell'ultimo decennio. Non solo sono più grandi, ma ce ne sono anche di più", dice.
Aggiungete a questo un numero crescente di migranti che lasciano Cuba tramite barche improvvisate, viaggiando nelle stesse acque in cui cercano di raggiungere gli Stati Uniti, ed è una tendenza che secondo Rosen probabilmente si intensificherà.
È difficile stabilire con esattezza, tuttavia, se le navi da crociera si incrociano più spesso con imbarcazioni di migranti in difficoltà.
La Guardia Costiera degli Stati Uniti afferma di non tenere traccia di tali dati e sottolinea che anche altre navi commerciali nella regione hanno assistito con il salvataggio dei migranti.
Colleen McDaniel, redattore capo di Cruise Critic, un sito di recensioni e una comunità di crociere online, afferma che il fenomeno si verifica da anni.
“Certamente è stato nei titoli ultimamente. Non è nuovo o addirittura del tutto insolito ", afferma. "Conosco molte, molte persone che sono state su una nave e dicono: 'Questo è successo a me.'"
Indipendentemente dal fatto che questi salvataggi avvengano più frequentemente, i social media sembrano cambiare il modo in cui li vediamo.
Il filmato del capitano di una nave da crociera offre una prospettiva dietro le quinte
Per secoli gli esseri umani hanno raccontato e raccontato storie di marittimi in difficoltà.
In un certo senso, la storia di Celebrity Beyond e della barca di migranti fatta in casa che ha salvato è un'altra versione di questa storia secolare, ma con una svolta decisamente digitale.
Il capitano Kate McCue, che ha milioni di follower su TikTok e altre centinaia di migliaia su Instagram, ha condiviso il video del salvataggio e delle sue conseguenze, ringraziando il suo equipaggio per essere entrato in azione e aver salvato vite.
Nella raffica di risposte che ne sono seguite, McCue, già famosa online per essere stata la prima donna capitano di una nave da crociera americana e per aver condiviso divertenti video della vita quotidiana a bordo, ha ricevuto elogi da molti per aver dedicato del tempo ad aiutare quelle bisognoso.
Ma alcuni commentatori hanno sostenuto che non c'è spazio per più immigrati negli Stati Uniti e hanno espresso scetticismo sulla storia.
"Salvare? Quella era una barca costruita, non una zattera di salvataggio", si legge in una risposta.
"È davvero un salvataggio", ha postato un altro commentatore, "se le persone si mettono intenzionalmente in una situazione che necessita di salvataggio?"
McCue non ha affrontato direttamente quella critica, ma cinque giorni dopo ha condiviso il video di un altro salvataggio. Questa volta, una barca a vela che trasportava quattro passeggeri è stata avvistata in difficoltà.
Nel suo video sul salvataggio del 7 gennaio, che è stato anche visto milioni di volte, McCue ha detto che due donne e due uomini sono stati portati a bordo sani e salvi e la crociera è ripresa circa 30 minuti dopo l'avvistamento iniziale della loro barca.
"Sono stati in mare per 10 giorni", ha detto, "gli ultimi 5 giorni senza cibo".
Ancora una volta, McCue ha elogiato gli sforzi del suo equipaggio, definendoli "oltre lo straordinario".
"La sicurezza della vita in mare è un concetto semplice per i marittimi", ha affermato. "Chi ha bisogno, noi aiutiamo".
I post online rivelano realtà radicalmente diverse
Il capitano della nave da crociera Celebrity non è l'unico a pubblicare online la sua esperienza incrociando percorsi con migranti in difficoltà.
Il capitano della Scarlet Lady di Virgin Voyages ha anche offerto ai suoi seguaci un assaggio di un salvataggio del 31 dicembre mentre la sua nave attraversava lo Stretto della Florida.
“Ho dovuto fermarmi con la mia bellissima Scarlet Lady, imbarcare e assistere 38 persone alla disperata ricerca di una nuova vita, esattamente alla vigilia di Capodanno”, ha scritto su Instagram il Capitano Giovanni Schiaffino. “Non dimenticherò mai gli occhi di quei bambini ai quali ho portato dei piccoli doni, e cioccolatini vari… Grazie per avermi fatto capire l'importanza della vita e delle piccole cose che su di essa fanno la differenza.”
Il post includeva foto di migranti che ricevevano cibo e controlli medici una volta a bordo. Sono seduti in una parte decisamente meno affascinante della nave da crociera, in un'area con tubi a vista, luci fluorescenti e un pavimento di linoleum graffiato. Ma indossano gli accappatoi ufficiali della crociera, con la scritta "Rock Star" ricamata in rosso sulla schiena.
Mentre in passato potremmo aver sentito parlare dell'esito di una nave da crociera che incrocia migranti in difficoltà, post sui social media come questo ci stanno dando una finestra molto più chiara su come sono le cose a bordo, sia per coloro che sono stati salvati e per i passeggeri i cui viaggi di lusso sono stati interrotti.
Le descrizioni dei tentativi di salvataggio stanno anche spuntando sulle bacheche in cui i passeggeri condividono le loro esperienze di crociera.
Un thread recente su una bacheca di Cruise Critic descrive brevemente un tentativo da parte di un'altra nave da crociera Virgin di salvare una barca improvvisata che all'inizio sembrava imbarcare acqua. "Dopo aver indagato, il Capitano ha riferito che la piccola imbarcazione non stava imbarcando acqua e i migranti hanno rifiutato assistenza diversa da cibo e acqua e non sarebbero saliti a bordo", osserva il post. Il post successivo dello stesso autore descrive in dettaglio il pranzo e i dolci che ha mangiato mentre assisteva al tentativo di salvataggio.
Uno dei tanti post sui social media di Howard a bordo della Beyond mostra il direttore della crociera in piedi sotto i riflettori vicino a un pianoforte a coda sul palco, dove di solito annunciava attività o presentava spettacoli di intrattenimento durante la crociera di otto giorni. Questa volta fornisce ai passeggeri un aggiornamento sulla recente operazione di salvataggio.
“Diciannove persone sono state salvate in sicurezza. … Ora li porteremo via con noi a Fort Lauderdale. E sbarcheranno lì. Le autorità, ovviamente, si prenderanno cura di loro da lì. Ma vengono nutriti... sono tutti sani. Erano rimasti bloccati in mare per cinque giorni", dice, attirando gli applausi della folla.
“E non so se sei riuscito a vedere la barca su cui si trovavano. Era una barca fatta in casa fatta di polistirolo, lamiera e – francamente – probabilmente non sarebbe durata molto di più in acqua, soprattutto non durante la notte. Ma erano lì da cinque giorni. Quindi siamo incredibilmente grati. … È un bel modo per iniziare il nuovo anno.”
Nel frattempo, anche i cubani alla ricerca di persone care che temono si siano perse in mare si rivolgono ai social media. In numerosi gruppi di Facebook, la notizia dei soccorsi in crociera ha suscitato preghiere ed espressioni di gratitudine.
Ma sono di gran lunga in inferiorità numerica rispetto ai post di persone che cercano di trovare familiari scomparsi e si preoccupano del loro destino.
Cosa succede dopo che i migranti vengono imbarcati sulle navi da crociera
Diverse compagnie di crociera coinvolte nei recenti salvataggi di migranti hanno fornito dichiarazioni generali alla CNN, ma hanno rifiutato le richieste di interviste e non hanno risposto alle domande sulla frequenza con cui si verificano tali salvataggi o sulle politiche aziendali su come gestirli.
"In conformità con il diritto internazionale marittimo, l'equipaggio della nave ha immediatamente lanciato un'operazione di salvataggio, portando a bordo in sicurezza 19 persone e poi 4 persone", ha dichiarato Celebrity in una dichiarazione sui recenti salvataggi di Beyond. "Siamo grati per la rapida azione del nostro equipaggio e per le vite salvate di conseguenza".
Una barca di migranti è vista da un ponte superiore della nave da crociera Celebrity Beyond. Per gentile concessione di Steven Glassman
Il portavoce di Carnival Matt Lupoli ha dichiarato in una e-mail che la compagnia di crociera non tiene traccia della frequenza dei soccorsi. "È consuetudine per le navi da crociera, e tutti i marinai, fermare e soccorrere chiunque venga avvistato in pericolo in mare", ha detto.
Virgin Voyages afferma che la sua flotta è pronta ad aiutare se incontrano navi in ​​difficoltà.
“È nostra responsabilità rispondere e offrire assistenza a chi ne ha bisogno, e il nostro equipaggio è addestrato per questo e pronto ad aiutare. Ciò include spesso portare queste persone a bordo, offrendo vestiti, cibo, acqua e cure mediche se necessario", ha affermato Virgin Voyages in una nota. “Lavoriamo anche a stretto contatto con le autorità designate per supportare un trasferimento sicuro dalla nave. Quando incontriamo questi scenari, la nostra priorità è assicurarci che tutti siano al sicuro e presi cura di noi”.
Rosen, professore di diritto dell'Università di Miami, afferma che il diritto marittimo è chiaro su cosa dovrebbe accadere quando le barche incontrano navi in ​​difficoltà.
"La legge marittima richiede che la nave presti assistenza a chiunque sia in pericolo o in difficoltà in mare, purché possa farlo senza un serio pericolo per se stesso, il suo equipaggio oi suoi passeggeri", afferma.
Quello che succede dopo può essere oscuro, variando a seconda delle politiche della compagnia di crociera e del luogo in cui sono avvenuti i soccorsi.
Dei sei recenti salvataggi segnalati nella regione, quattro delle navi da crociera hanno poi trasferito i migranti su un cutter della Guardia costiera statunitense. E la maggior parte di quei migranti è già stata rimpatriata a Cuba, il tenente comandante della guardia costiera. John Beal dice.
Entrambi i recenti gruppi di migranti salvati dal Beyond sono stati portati a Port Everglades, in Florida, e trasferiti alla custodia della US Customs and Border Protection.
Un portavoce del CBP afferma che da allora sono stati tutti rilasciati sulla parola negli Stati Uniti per attendere le date del tribunale davanti a un giudice dell'immigrazione.
“In definitiva, sia che i migranti vengano trasferiti all'USCG in mare o al CBP a terra, ricevono cibo, acqua, riparo, primo soccorso di base e vengono processati per determinare la loro identità, nazionalità, precedenti penali e se hanno una base legale per rimanere in negli Stati Uniti”, dice Beal.
Coloro che non hanno una base legale per essere negli Stati Uniti saranno processati per l'allontanamento o il rimpatrio, dice.
La recente serie di incontri con le navi da crociera è avvenuta la stessa settimana in cui le autorità hanno annunciato che un afflusso di migranti cubani nelle Florida Keys li aveva temporaneamente costretti a chiudere il Parco nazionale di Dry Tortugas. Il parco ha riaperto questa settimana, lo stesso giorno in cui la Guardia Costiera ha rimpatriato 273 migranti cubani dopo le intercettazioni in mare.
Lo Stretto della Florida ha una lunga storia come corridoio per i tentativi di migrazione illegale. E molte navi commerciali percorrono quelle stesse acque.
L'anno scorso la CNN ha riferito che gli Stati Uniti e Cuba stavano affrontando il maggior numero di migranti cubani che hanno lasciato l'isola in barca dal 2017, quando l'allora presidente Obama negli ultimi giorni della sua presidenza ha eliminato il "piede bagnato, piede asciutto". politica che ha permesso ai cubani che hanno raggiunto gli Stati Uniti di rimanere nel paese.
"Se ci sono più navi migranti", dice Beal, "c'è una maggiore probabilità che le navi da crociera le vedano mentre sono in mare".
Questa foto della Guardia Costiera mostra l'intercettazione di una nave migrante a circa 20 miglia a sud di Key West, in Florida, il 20 dicembre 2022. I migranti sono stati rimpatriati a Cuba due giorni dopo. Distretto 7 della guardia costiera degli Stati Uniti
Spera che gli altri vedano la stessa cosa che ha fatto quel giorno
L'ultima notte della sua crociera sull'aldilà, Kester Howard si è ritrovata a rispondere alle domande degli amici sui social media su ciò che aveva appena visto.
Una settimana dopo la voce di Howard è ancora incrinata dall'emozione mentre descrive ciò che ha visto quel giorno. Nella barca improvvisata sottostante, migranti disperati gridavano: “Aiutami! Per favore!" Dai vicini balconi delle navi da crociera, Howard dice che anche i compagni di viaggio hanno gridato. "Stavano arrivando!" qualcuno ha urlato. "Ti vogliamo bene!"
Molte volte, dice, sembrava che la piccola nave sovraccarica e i suoi passeggeri non sarebbero sopravvissuti al tentativo di salvataggio.
"Sembrava davvero che sarebbero stati risucchiati sotto la nave", dice.
Dice di aver condiviso i video di quello che è successo e vuole parlare dell'esperienza, perché è importante che gli altri vedano la stessa realtà che ha visto lei quel giorno.
"Per vederlo nella vita reale e rendersi conto di quante persone devono farlo - e non intendo solo in quella zona, ma in tutto il mondo - in un giorno o in un anno", dice Howard.
È il tipo di viaggio che nessuno prende alla leggera, dice.
“Devi avere molto coraggio per farlo. Non entreresti in questo senza essere terrorizzato. Per me, questo è il punto, che sono così disperati nel prendere una decisione del genere e correre un tale rischio e non sapere che funzionerà, o se vivranno ', dice.
Spera che gli altri rispondano nel modo in cui ha sentito reagire quel giorno molti dei suoi compagni di crociera, con empatia piuttosto che paura.
Kester Howard posa per una foto a bordo della Celebrity Beyond. Per gentile concessione di Kester Howard
Ma Howard ammette che anche sulla nave da crociera non tutti sono stati conquistati dalla storia dei migranti. Un altro passeggero sgomento le ha detto di essere sorpreso che la nave si fosse fermata per raccogliere i migranti. Si sono allontanati dal salvataggio in corso, dice Howard, per dirigersi verso un pub a bordo della nave.
Su Facebook, Howard ha detto che stava osservando forti venti che sferzavano le passeggiate della nave da crociera, guardando le acque scure e pensando a quanto doveva essere stata una chiamata ravvicinata.
«Era poco prima del tramonto. Se fosse passata anche solo un'ora... probabilmente sarebbero morti", dice.
Howard si confortò sapendo che quelle 19 persone erano al sicuro da qualche parte a bordo della nave. Sperava che avrebbero avuto la possibilità di raggiungere la loro destinazione e iniziare le nuove vite che stavano cercando. Ma anche un altro pensiero le è passato per la mente e l'ha condiviso su Facebook.
"Onestamente non so come li abbiano individuati", ha scritto. "Mi chiedo quanti altri ci siano là fuori stasera e quanti anneghino in mare."


RSS - Mastodon