HomeFonte

Darkman: il sequel è in lavorazione, le parole di Sam Raimi

Autore: Giuseppe Benincasa ,
News
2' 0''
Copertina di Darkman: il sequel è in lavorazione, le parole di Sam Raimi

Sam Raimi è uno dei registi più amati sia dagli appassionati di horror che dai fan dei cinecomic. Di fatto è stato uno dei pionieri moderni del cinema horror e anche di quello dei cinecomic, dato che il suo Spider-Man con Tobey Maguire ha dato vita a un filone di pellicole che ancora oggi incassa miliardi di dollari al botteghino.

Con Doctor Strange nel Multiverso della Follia Sam Raimi ha praticamente coronato il sogno di tutti i fan di vedere un cinecomic Marvel Studios a tinte horror in sala. Anche se chi ha buona memoria ricorderà il film Darkman del 1990 dello stesso Raimi che coniugava aspetti horror a quelli del cinecomic anche se Darkman era basato su una sceneggiatura originale e non su un fumetto esistente.

Advertisement

Al cinema non fu un successo planetario, ma con il tempo Darkman è riuscito a radunare una folta cerchia di fan e a meritarsi l'attestato di cult. Adesso pare che Universal Pictures voglia riportare sullo schermo quel supereroe interpretato nel 1990 da Liam Neeson. Ecco cosa ha detto Sam Raimi ai microfoni di The Wrap:

Universal sta parlando di un sequel di Darkman. C'è già un produttore, non ho ancora sentito la storia o approfondito, sono stato così occupato con questo film [Doctor Strange 2]. Ma penso che sia una buona notizia.

Sul potenziale coinvolgimento dell'attore principale Liam Neeson, Raimi ha detto:

Non so se lo farebbe, ma sarebbe incredibile.

Sam Raimi ha anche precisato che si tratterebbe di un "legacy sequel" ovvero un sequel al primo film che ha l'intenzione di far ripartire il franchise sostituendo il protagonista (insomma parte sequel, parte reboot).

Si ricorda che per Darkman furono realizzati ben due sequel per la televisione con un altro attore e un altro regista: Darkman II - Il ritorno di Durant e Darkman III - Darkman morirai. Entrambi i film sono stati diretti da Bradford May e con Arnold Vosloo nei panni di Peyton Westlake aka Darkman.

Il film originale di Darkman narra di uno scienziato che inventa una pelle sintetica applicabile al corpo ma durante i suoi studi in laboratorio questo, Peyton Westlake, viene assalito dalla banda criminale del boss Durant, che gli brucia le mani e lo sfigura con l'acido. Dato per morto lo scienziato riesce a sopravvivere e nei panni di Darkman dà la caccia a chi ha causato il disastro in laboratorio, uccidendo anche i suoi colleghi.

 

Tag correlati
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Le scene tagliate da Doctor Strange 2: parla Sam Raimi

Sam Raimi ha parlato della prima versione di Doctor Strange nel Multiverso della Follia, che aveva ben 35 minuti di scene in più.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Le scene tagliate da Doctor Strange 2: parla Sam Raimi

Quando un film arriva nei cinema si lascia dietro inevitabilmente alcuni minuti di scene girate ma mai inserite nel cut finale. Per quanto riguarda il montaggio di Doctor Strange nel Multiverso della Follia si è arrivati a un totale di 127 minuti, compresi ovviamente anche i titoli di coda. Il film di Sam Raimi, il cui montaggio è stato affidato a Bob Murawski e Tia Nolan, ha però lasciato in sala di editing almeno 35 minuti di scene girate e di ciò ne ha parlato proprio il regista ai microfoni di Collider.

Alla domanda: "Quando scene tagliate vorresti che il pubblico vedesse in futuro", la risposta di Sam Raimi è stata:

Sto cercando altri articoli per te...