Fatti

La ragazzina picchiata con calci e pugni delle bulle a Perugia. E gli altri fanno il video

Un gruppo di bulle picchia una ragazza a Perugia mentre altri filmano tutto e incitano «Dai alla testa, ammazzala, c’è il muro». Lei finisce in ospedale

Video

Una ragazzina di appena 14 anni è finita in ospedale, ricoverata dopo essere stata picchiata con calci e pugni da un gruppo di bulle sue coetanee. La vicenda, che si sarebbe svolta in zona Cortonese a Perugia, è emersa perché il pestaggio è stato filmato dai presenti che invece di interrompere la brutalità della baby gang lo hanno poi diffuso sui social, poi cancellandolo.

La ragazzina picchiata con calci e pugni delle bulle a Perugia. E gli altri fanno il video

E anche i dialoghi che si sentono nel filmato, pubblicato da Il Messaggero, sono altrettanto violenti: «Guardami in faccia quando ti parlo. Hai capito? Non me ne f… un c… delle scuse». «Te lo vengo a dire in faccia». E, probabilmente qualcuno tra quelli cha ha filmato tutto, guarda e commenta divertito: «Se parti per prima gliele dai», e arrivano altri incitamenti: «Gliele dai». «Non è manco un sorcio». «Dimmi perché». «Peccato che la sta facendo un po’ lunga». «Se gliele devi dare gliele devi dare». Una delle picchiatrici continua: «Ce l’hai adesso il coraggio di darmi della p…ce l’hai? Dimmelo». Tra le risate si sentono frasi che incitano a una violenza ancora peggiore: «Dagli una bottigliata, ma che stai a fare…Piglia sti capelli e rompigliela in testa», «Dai alla testa, ammazzala, c’è il muro».

L’aggressione è stata ripresa con i telefonini da alcuni degli altri ragazzini presenti e un paio di video sono comparsi su Instagram – poi cancellati – e nelle chat di giovani perugini. Nei video si vede la ragazzina presa a calci, a pugni e trascinata per i capelli da alcune sue coetanee, forse tre, con altri ragazzi che incitano alla violenza, finchè qualcuno non urla di smetterla e la porta via. La quattorrdicenne vittima del pestaggio avvenuto sotto il portico di un palazzo alla periferia della città è stata ricoverata in pediatria all’ospedale di Perugia per le lesioni riportate. I Carabinieri, dopo la segnalazione alla procura di minorenni, stanno conducendo indagini per identificare i responsabili.