Montero allenatore Primavera Juve: come gioca e modulo

Montero sarà il nuovo allenatore della Juve Primavera, tutto quello che c’è da sapere su come gioca, modulo e probabile formazione.

Il ritorno di Paolo Montero alla Juventus sta diventando sempre più concreto. Secondo Sportitalia c’è l’accordo con il club bianconero per diventare il nuovo allenatore della squadra Primavera. L’ex giocatore ha già allenato in Italia, la Sambenedettese in Serie C: un buon inizio, con tanto di accesso ai Play-Off, poi l’esonero all’inizio della stagione successiva. Dopo questa esperienza è tornato in Argentina per allenare il San Lorenzo ma è durata molto poco – anche in questo caso esonerato dopo una serie di risultati negativi. Adesso il ritorno alla Juve, 17 anni dopo. Prenderà il posto di Bonatti.

Montero allenatore: carriera e squadre

La carriera da allenatore di Montero è cominciata lì dove era finita quella da calciatore: al Penarol. Prima nelle giovanili, poi Ad Interim. Dopodiché una sere di importanti esperienze formative al Boca Unidos, Colon e Rosario Central. Nel settembre del 2018 ha ottenuto a Coverciano il patentino UEFA A, cioè quello che permette di allenare tutte le selezioni giovanili e in Serie C in Europa.

E infatti poco meno di un anno dopo è cominciata la sua esperienza alla Sambedettese, in Lega Pro appunto. Una prima stagione decisamente positiva con l’accesso ai PlayOff – eliminato al primo turno dal Padova solo per un peggior piazzamente in classifica e non per questione di risultati. Nel settembre 2020 però è arrivato l’esonero a causa di una serie di brutti risultati, lo stesso motivo che ha convinto il San Lorenzo, squadra che ha allenato dopo l’esperienza in Italia, ad esonerarlo pochi mesi dopo la presa dell’incarico. Adesso è pronto a ricominciare nel nostro paese con un’esperienza molto affascinante, in quella Juve dove ha giocato per nove anni e ha vinto tantissimi trofei.

Montero allenatore: modulo preferito, come gioca

Montero ha sempre detto di aver preso spunto da tutti gli allenatori che ha avuto, in particolar modo Lippi e Mondonico. Ma il maestro è un altro, ed è quello che molti sudamericani – e non solo – prendono sempre come esempio per questo mestiere: Marcelo Bielsa. Abbiamo avuto modo di conoscere meglio le sue idee tattiche durante l’esperienza alla Sambenedettese.

Modulo di riferimento è il 4-3-3, “ma la cosa più importante è che i miei giocatori sappiano leggere le situazioni e abbiano il timing: quando tagliare, quando e come passare la palla o ricevere il passaggio”, disse durante la conferenza stampa di presentazione. E poi: “Ha ragione il maestro Bielsa: in campo devi preoccuparti non di chi ha il pallone, ma di chi sta per riceverlo“. Parole che spiegano in maniera chiara ed evidente quella che è la sua idea di calcio. Oltre al gioco, la Juve ha scelto Montero perché è perfetto per trasmettere i valori del Club bianconero alla formazione giovanile. 

Probabile formazione Juve Primavera con Montero

Juventus (4-3-3): Senkò; Savona, Muharemovic, Nzouango, Turicchia; Hasa, Omic, Maressa; Chibozo, Cerri, Iling.