HomeFonte
Connect with us
speciale truffe online

segnalaci un sito truffa

Tech

Telegram raggiunge 700 milioni di utenti e lancia la versione premium. Snapchat segue

Condividi questo contenuto

Tempo di lettura: 2 minuti. La colpa sarebbe di Apple che ha modificato la gestione della privacy, penalizzando le fonti indirette di guadagno delle maggiori app social e di messaggistica

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 2 minuti.

Telegram ha accumulato oltre 700 milioni di utenti attivi mensili e lancia un livello premium con funzionalità aggiuntive, in quanto la piattaforma di messaggistica istantanea cerca di monetizzare una parte della sua vasta base di utenti. L’azienda non ha rivelato il prezzo del livello premium, ma sembra che l’abbonamento mensile abbia un prezzo compreso tra i 4,99 e i 6 dollari.

Il livello premium aggiunge una serie di funzionalità aggiuntive e migliorate all’app di messaggistica, che ha superato i 500 milioni di utenti attivi mensili nel gennaio 2021.

Telegram Premium consente agli utenti di inviare file di dimensioni fino a 4 GB (da 2 GB) e supporta, ad esempio, download più veloci.

I clienti a pagamento potranno inoltre seguire fino a 1.000 canali, rispetto ai 500 offerti agli utenti gratuiti, e creare fino a 20 cartelle di chat con un massimo di 200 chat in ciascuna. Gli utenti di Telegram Premium potranno anche aggiungere fino a quattro account nell’app e appuntare fino a 10 chat.

Siete pronti a spendere 4.99 dollari al mese per Telegram?

Dopo la notizia della società russa con sede a Dubai di lanciare una versione premium, la popolare piattaforma di social media Snapchat sta lavorando ad abbonamenti a pagamento per gli utenti, dopo che Apple ha introdotto severe modifiche alla privacy su iOS.

Chiamato Snapchat Plus, il servizio di abbonamento a pagamento è attualmente in fase di “primi test interni“, come riporta The Verge.

Stiamo effettuando i primi test interni di Snapchat Plus, un nuovo servizio di abbonamento per gli Snapchatters“, ha dichiarato un portavoce dell’azienda nella tarda serata di giovedì.

Siamo entusiasti di poter condividere con i nostri abbonati funzionalità esclusive, sperimentali e in fase di pre-release, e di saperne di più su come possiamo servire al meglio la nostra comunità“, ha aggiunto il portavoce.

Secondo il ricercatore dell’app Alessandro Paluzzi, Snapchat Plus permetterà anche di appuntare uno dei propri amici come “#1 BFF“.

Il prezzo di Snapchat Plus è attualmente di 4,84 dollari al mese e 48,50 dollari all’anno, ha twittato Paluzzi.

Non solo Snapchat, ma anche altre popolari app hanno avviato un servizio di abbonamento a pagamento dopo che Apple ha introdotto una funzione di privacy con iOS 14.5, che consente agli utenti di disattivare il tracciamento degli annunci per le app.

Il fondatore e CEO della piattaforma di messaggistica istantanea Telegram, Pavel Durov, ha confermato questo mese l’arrivo di un’offerta in abbonamento chiamata “Telegram Premium“.

Dopo averci riflettuto un po’, ci siamo resi conto che l’unico modo per permettere ai nostri fan più esigenti di ottenere di più, pur mantenendo le nostre funzioni esistenti gratuite, è quello di rendere questi limiti aumentati un’opzione a pagamento“, ha dichiarato Durov in un blogpost.

Per questo motivo introdurremo Telegram Premium, un piano di abbonamento che permetterà a chiunque di acquisire funzionalità, velocità e risorse aggiuntive“, ha aggiunto.

L’anno scorso Twitter ha lanciato la sua prima offerta di abbonamento a pagamento, chiamata Twitter Blue, che offrirà agli utenti l’opzione Undo Tweet di 30 secondi per cancellare qualsiasi errore di battitura, oltre ad altre funzioni premium.

Commenti da Facebook

Tech

TSMC presenta la tecnologia produttiva a 2 nm

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 2 minuti.

Nuova tecnologia a 2nm nel 2025 e arrivo in produzione di quella a 3nm entro la fine del 2022, queste le novità che arrivano da TSMC.

Uno dei più grandi produttori del mondo di Chip la TSMC, ha rivelato i dettagli del suo tanto atteso processo di produzione a 2 nm. Utilizza un’architettura di transistor chiamata nanosheet ed arriverà nel 2025. Intanto arrivano miglioramenti della tecnologia a 3nm e la conferma dell’entrata in produzione entro la fine dell’anno.

Si prevede che queste nuove generazioni di chip a semiconduttori di silicio, aumenteranno la velocità e saranno più efficienti dal punto di vista energetico man mano che i nodi di processo si ridurranno. Tutta l’industria del settore continua a lottare per restare fedele alla legge di Moore. TSMC dovrebbe far entrare in produzione il nodo a 3nm nella seconda metà di quest’anno.

TSMC ha presentato la sua prossima tecnologia di processo produttivo al North America Technology Symposium 2022. L’apice della conferenza è stato proprio l’arrivo dei dettagli sul suo nodo a 2 nm di prossima generazione, noto internamente come N2.

Gli stampi da 2 nm di TSMC saranno consegnati ai progettisti massivamente nel 2026, questo significa che quei chip potrebbero essere disponibili per telefoni, PC e server già nel 2026.

N2 vedrà TSMC passare a un’architettura di transistor nanosheet dal fin field-effect transistor (FinFET) che è stato lo standard nel settore per diverso tempo. Il passaggio porterà miglioramenti in termini di prestazioni ed efficienza energetica.

L’architettura nanosheet prevede che la corrente elettrica fluisca attraverso diversi strati sovrapposti di silicio a loro volta completamente circondati dal materiale del gate del transistor. IBM ha affermato di aver realizzato i primi chip da 2 nm utilizzando la tecnologia dei nanosheet già nel 2021.

TSMC prevede, come anticipato, di iniziare la produzione dei chip utilizzando il suo nodo N2 nel 2025. Questa tecnologia consentirà ai dispositivi un miglioramento della velocità dal 10% al 15% alla stessa potenza, o una riduzione di consumo dal 25% al ​​30% parità di velocità.

La generazione del nodo N2 dovrebbe includere una versione ad alte prestazioni e una versione base, oltre a varie soluzioni di integrazione, come affermato da TSMC.


FONTE

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

Tech

Malware: consigli per sopravvivere agli attacchi sempre più sofisticati dei criminali

Condividi questo contenuto

Tempo di lettura: 2 minuti. Cinque validi consigli per mettersi in sicurezza, ma un principio fondante: la prevenzione

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 2 minuti.

Gli hacker diventano di giorno in giorno più intelligenti e rafforzano le loro strategie per condurre crimini avanzati; di conseguenza, l’implementazione di tecniche di prevenzione è oggi non negoziabile per proteggere la vostra azienda da tali attacchi. Iniziamo quindi a capire le minacce informatiche e ad approfondire 5 tecniche di prevenzione.

Demistificare il malware

Il malware nasce dall’unione di mal (cattivo) e ware (software). Questi software dannosi vengono utilizzati dagli attori delle minacce per danneggiare intenzionalmente il dispositivo e rubare o alterare informazioni riservate per uno o l’altro motivo.

Alcuni degli attacchi malware più comuni sono:

  • Ransomware: questi attacchi solitamente criptano file sensibili e di grande valore e chiedono un riscatto elevato in cambio delle informazioni.
  • Trojan (Cavallo di Troia): questo software dannoso appare legittimo, inducendo gli utenti a installarlo. Si basa su tecniche di social engineering e consente agli hacker di accedere a tutti i file del computer. In effetti, i trojan costituiscono il 51,45% di tutti i malware.
  • Virus: un virus richiede che l’utente lo scarichi nel proprio sistema. Ciò avviene tramite PDF, e-mail o altri file scaricabili dannosi. Una volta entrato, il virus si diffonde nel sistema e manipola i dati.
    Altri tipi di malware includono botnet, spyware, crypto mining e altro ancora. Vediamo ora come la vostra azienda può mitigare questi crimini.

5 tecniche proattive per prevenire le minacce informatiche

Utilizzare un firewall

Un firewall agisce come una guardia di sicurezza e protegge la rete dal traffico dannoso.

Si frappone tra l’infrastruttura IT e Internet e rileva e blocca il traffico dannoso. È inoltre possibile configurare il tipo di traffico da consentire o bloccare per ottenere un maggiore controllo.

Utilizzare il software antivirus

Il software antivirus è una strategia comprovata per tenere a bada il traffico dannoso. Oltre a scansionare qualsiasi file per rilevare i virus, un software antivirus avanzato controlla anche il contenuto del documento per rimuovere qualsiasi contenuto discutibile che entra nel dispositivo.

Educare i dipendenti

Nonostante l’applicazione di un firewall e l’utilizzo di un software anti-malware, è sempre possibile cadere preda di queste minacce maligne. Una ricerca mostra che il 60% dei professionisti IT concorda sul fatto che i nuovi assunti sono ad alto rischio di social engineering.

Pertanto, è fondamentale educare i dipendenti sulle migliori pratiche di sicurezza e igiene informatica e su come identificare le minacce informatiche (inclusi phishing, spoofing di e-mail e tattiche di social engineering). Non solo, ma i dipendenti devono sapere a chi rivolgersi nel caso in cui trovino qualcosa di sospetto.

Utilizzare password forti e impiegare l’MFA

Le password forti non sono negoziabili nel mondo di oggi. Ma cosa si intende per password forte? L’FBI raccomanda di utilizzare una passphrase invece di una password lunga e complessa.

La passphrase è una stringa di parole, solitamente di 15 caratteri o più. In questo modo, è più facile da ricordare ma difficile da decifrare; ad esempio, OcchialiSicuriSempreFuoco è un’ottima passphrase.

Aggiornare tutto

I fornitori di applicazioni patchano regolarmente le vulnerabilità e forniscono aggiornamenti per mantenere sicure le applicazioni; è quindi fondamentale aggiornare i dispositivi, il browser, i sistemi e i plugin per evitare che gli hacker sfruttino le vulnerabilità. Infine, eseguire regolarmente un backup è fondamentale per proteggere i vostri dati.

La prevenzione è la chiave

Il panorama delle minacce in continua evoluzione è motivo di preoccupazione per quasi tutte le aziende. Tuttavia, potete garantire la salvaguardia della vostra azienda seguendo le tecniche di prevenzione sopra descritte e tenendo a bada gli attacchi malware!

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

Tech

Come spostare i dati di WhatsApp da Android a iOS

Condividi questo contenuto

Tempo di lettura: 3 minuti. Dopo aver permesso di spostare i dati di WhatsApp da iOS ad Android, Meta ha finalmente introdotto il supporto anche per l’inverso.

Pubblicato

il

Condividi questo contenuto
Tempo di lettura: 3 minuti.

Se siete passati dall’uso di un telefono Android a quello di un iPhone, saprete che una delle cose principali che avreste sicuramente perso sono tutte le vostre chat e i vostri media WhatsApp. Ma non sarà più così. Meta, la società madre di WhatsApp, ha finalmente introdotto il supporto per la migrazione dei dati dai telefoni Android ai dispositivi iOS utilizzando un’applicazione chiamata “Move to iOS“. Gli utenti Android che si trasferiscono su iPhone dovranno scaricare l’app “Move to iOS” sui loro dispositivi Android, che potrà essere utilizzata per “trasferire in modo sicuro le cose a cui tengono di più, inclusi contatti, messaggi, foto, video, account e-mail, calendari e ora anche la cronologia dei messaggi di WhatsApp“.

Stiamo aggiungendo a WhatsApp la possibilità di passare in modo sicuro da un telefono all’altro e trasferire la cronologia delle chat, le foto, i video e i messaggi vocali tra Android e iPhone mantenendo la crittografia end-to-end. Si tratta di una funzione molto richiesta. L’anno scorso abbiamo lanciato la possibilità di passare da iPhone ad Android e ora abbiamo aggiunto anche Android ad iPhone“, ha dichiarato Mark Zuckerberg, fondatore e CEO di Meta.

Ora, una cosa da tenere a mente è che quando si tratta di migrazione della cronologia dei messaggi di WhatsApp, ci sono alcune cose che verranno trasferite e altre no. È possibile trasferire le “informazioni sull’account, la foto del profilo, le chat individuali, le chat di gruppo, la cronologia delle chat, i media e le impostazioni“, ma non è possibile trasferire la cronologia delle chiamate, il nome visualizzato o i messaggi di pagamento peer-to-peer.

Per cominciare, cosa è necessario avere sul proprio dispositivo Android o iOS per garantire il trasferimento:

  • Android OS Lollipop, SDK 21 o superiore, oppure Android 5 o superiore installato sul dispositivo Android.
  • iOS 15.5 o superiore installato sull’iPhone.
  • Applicazione “Move to iOS” installata sul telefono Android.
  • Sul nuovo dispositivo (iOS) è installata la versione 2.22.10.70 o superiore di WhatsApp iOS.
  • WhatsApp Android versione 2.22.7.74 o superiore sul vecchio dispositivo.

È necessario utilizzare lo stesso numero di telefono del vecchio telefono sul nuovo dispositivo. Ciò significa che dovete cambiare scheda SIM per trasferire la vostra eSIM prima che questo trasferimento possa avvenire.

  • L’iPhone deve essere “nuovo di fabbrica” o deve essere “ripristinato alle impostazioni di fabbrica” prima di accoppiarlo con l’app “Move to iOS” e spostare i dati dal telefono Android.
  • Entrambi i dispositivi Android e iOS devono essere collegati a una fonte di alimentazione.
  • Entrambi i dispositivi devono essere collegati alla stessa rete Wi-Fi oppure è necessario collegare il dispositivo Android all’hotspot dell’iPhone.

Come migrare da Android a iPhone

  • Aprite l’applicazione “Move to iOS” sul vostro telefono Android e seguite le istruzioni sullo schermo.
  • Successivamente vedrete il codice visualizzato sul vostro iPhone. Quando viene richiesto, è necessario inserire questo codice sul telefono Android.
  • Toccare “Continua” e seguire le istruzioni sullo schermo.
  • Selezionate “WhatsApp” nella schermata “Trasferimento dati”.
  • Toccate “AVVIA” sul vostro telefono Android e attendete che WhatsApp prepari i dati per l’esportazione. Una volta preparati i dati, si verrà disconnessi dal telefono Android.
  • Toccare “AVANTI” per tornare all’app “Sposta su iOS”.
  • Toccare “CONTINUA” per trasferire i dati dal telefono Android all’iPhone. È necessario attendere che “Move to iOS” confermi il completamento del trasferimento.
  • Successivamente, installare l’ultima versione di WhatsApp dall’App Store.
  • Aprite WhatsApp sull’iPhone e accedete utilizzando lo stesso numero di telefono usato sul vecchio dispositivo.
  • Toccate “Avvia” quando vi viene richiesto e lasciate che il processo si completi.
  • Terminate l’attivazione del nuovo dispositivo e vedrete le vostre chat sull’app.
  • WhatsApp ha spiegato nel suo blog che i dati trasferiti non vanno nell’archivio cloud a meno che non si crei/imposti un backup iCloud. L’azienda ha aggiunto che non può vedere i dati trasferiti e che i dati rimarranno sul telefono Android a meno che non si cancelli WhatsApp e si pulisca il telefono.

Fonte: Business Today

Commenti da Facebook
Prosegui la lettura

Facebook

CYBERWARFARE

Notizie4 ore fa

HUI Loader: scoperto dopo 7 anni lo spyware di un APT cinese

Tempo di lettura: 2 minuti. Un noto malware di spionaggio sottolinea la minaccia che le aziende straniere devono affrontare da...

Notizie1 giorno fa

Cina: vietate le Tesla perchè possono spiare convegno dei capi di Governo

Tempo di lettura: 2 minuti. Nonostante in Cina siano tutti entusiasti di Tesla, l'esercito non si fida delle telecamere installate...

Notizie1 giorno fa

Apt russi spiano 42 paesi che sostengono Kiev

Tempo di lettura: 2 minuti. Stati Uniti e Polonia le più colpite, salva Estonia L'influenza informatica russa sono efficaci sia...

Notizie1 giorno fa

Università cinese sotto attacco hacker: violate le mail

Tempo di lettura: 3 minuti. Il sistema di posta elettronica di un'università della provincia di Shaanxi, nella Cina nord-occidentale, nota...

Notizie3 giorni fa

Allarme USA: più dura la guerra più ci sarà una escalation di attacchi cibernetici

Tempo di lettura: 2 minuti. I Russi fanno paura perchè storicamente hanno saputo colpire gli avversari con attacchi altamente distruttivi

Notizie5 giorni fa

Israele: suonano le sirene in strada a causa di un attacco cibernetico dell’Iran

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoLe false sirene di allarme per i razzi che sono state attivate a...

Notizie6 giorni fa

Parlamentari dei Verdi tedeschi spiati dagli hacker

Tempo di lettura: 2 minuti. Secondo Der Spiegel, gli investigatori federali e le autorità di Berlino, che è anche uno...

Notizie1 settimana fa

La Russia fa paura ed ha condotto una guerra cibernetica migliore di quanto raccontato dall’Occidente

Tempo di lettura: 5 minuti. Russia e Ucraina come Matrice Digitale vi ha sempre raccontato. L'analisi sul conflitto digitale

Inchieste1 settimana fa

Lazarus ha colpito molte aziende in giro per il mondo usando LinkendIn

Tempo di lettura: 2 minuti. Operation Interception ha provato ad estorcere soldi, facendo ampliare il raggio d'azione dell'APT nordcoreano

Notizie1 settimana fa

L’italiana RCS Lab ha aiutato il Kazakistan a spiare i suoi cittadini

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoI ricercatori hanno scoperto una famiglia di spyware modulari per Android di livello...

Truffe recenti

Truffe online2 settimane fa

Truffa WhatsApp: attenzione ai messaggi che ci spiano

Tempo di lettura: < 1 minuto. L'allarme proviene dall'Inghilterra

DeFi2 settimane fa

Criptovalute e truffa: Telegram e Meta piattaforme perfette

Tempo di lettura: 5 minuti. Meta non risponde alle richieste dei giornalisti, continua ad avallare truffe e soprusi in silenzio.

Truffe online2 settimane fa

Truffa Axel Arigato: la società risponde a Matrice Digitale

Tempo di lettura: < 1 minuto. "Ci scusiamo con i nostri utenti e provvederemo a risolvere il problema"

scam scam
Truffe online3 settimane fa

Segnalazione truffa non-mi-avrete-mai.net

Tempo di lettura: < 1 minuto. Giungono in redazione le esperienze di utenti truffati in rete.

Truffe online4 settimane fa

Attenzione: Axel Arigato Italia è una truffa colossale

Tempo di lettura: 3 minuti. Il marchio non lo sa, ma in Italia truffano promettendo i suoi prodotti

Notizie1 mese fa

Truffa Charlie Brigante: lista aggiornata dei siti da evitare per acquisti online

Tempo di lettura: < 1 minuto. Continuano le segnalazioni di truffe online alla nostra rubrica

Truffe online1 mese fa

Truffa Instagram: come Meta affonda la Polizia Postale

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIn questi giorni sono tantissime le segnalazioni di utenti alla redazione che hanno...

Truffe online1 mese fa

Truffa Vinted: arrivano le prime segnalazioni. Ecco come evitarla

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoL’inchiesta di Matrice Digitale sulle truffe consumate su Vinted, ha ricevuto diverse segnalazioni...

Truffe online1 mese fa

Truffa Cripto Google: YouTube usa Musk per rubare Bitcoin, Ethereum e Shiba Inu

Tempo di lettura: 2 minuti. Censura ai giornalisti, contenuti inappropriati ai minori, è ora delle truffe

Notizie2 mesi fa

Truffa Instagram: come funziona lo schema Ponzi di Meta che sta rubando i profili

Tempo di lettura: 2 minuti. Condividi questo contenutoIn questi giorni molti utenti sono stati vittime della truffa Instagram. In cosa...

Tendenza