HomeFonte
Cerca
Logo
Cerca
+

Cosa merita chi sevizia un animale

  • a
  • a
  • a

Il Tribunale di Pistoia ha condannato a 18 mesi di reclusione un uomo di 32 anni che nel 2015, nella cittadina di Pescia, si accanì su una femmina di cane dal nome Pilù. Le sevizie furono filmate e il video postato sui social. La cagnolina, oltre tutto, dopo le sevizie era in fin di vita e morì di lì a poco. Personalmente sono convinto che chi, poco o molto, sevizia gli animali debba essere perseguito e condannato. Anche condannato a pagare le spese del tutto. Se poi ha seviziato il cane di un’altra persona, deve anche risarcire la medesima. 

Dai blog