HomeFonte

Azovstal e la disinformazione costante

Azovstal e la disinformazione costante

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Verso le 13 di venerdì dal territorio dell'Azovstal' è uscito un gruppo di soldati ucraini con una bandiera bianca. I soldati russi sono andati loro incontro. E' il primo contatto personale fra le due parti. Questa la dichiarazione del comandante del battaglione "Vostok" delle Milizie della rep. di Donezk, Aleksandr Khodakovskij.

Nel pomeriggio la vice premier ucraina Irina Veresciuk ha dichiarato che dall'Azovstal' sono stati lasciati uscire tutte le donne, bambini e anziani.  Quindi vi rimangono i nazisti…

Oggi l'esercito russo ha colpito con i missili diversi obiettivi militari a Odessa, Sumy, e vari centri nelle regioni Khmel'nizkaja e Nikolaevskaja, dove ha impiegato il complesso ad altissima precisione “Iskander” e ha distrutto grossi arsenali di armi e tecnica militare mandata in Ucraina dagli Stati Uniti e vari paesi europei, nonché il personale delle unità della 58a brigata di fanteria motorizzata delle forze armate dell'Ucraina.

In totale oggi l'aviazione russa ha distrutto 26 obiettivi militari, 31 centri di comando, 210 nazionalisti ucraini.

E tuttavia continuano i bombardamenti dei nazisti ucraini sul Donbass che sparano sui civili. È peggiorata la situazione sull’isola dei Serpenti, nel Mar Nero: l’esercito russo ha abbattuto in volo 3 elicotteri Mi-8 ucraini, un caccia SU 27 e un Su 24, due droni Bayraktar. Inoltre è stata distrutta un’imbarcazione d’assalto con i parà.

La Stampa per disinformare invece scrive:

"Il conflitto continua sul Mar Nero, dove per i media ucraini sarebbe stata colpita e distrutta un'altra nave russa"!!

E aggiunge che "si segnalano missili su Odessa" - non spiega che Mosca lancia missili solo esclusivamente sugli obiettivi militari ucraini, ma fa intendere che li lancia sulla città inerme... Ecco come si fa disinformazione!

Il direttore della CIA, Berns in un'intervista al Financial Times ha detto che il presidente russo Putin "adesso scommette tutto sulla seconda fase dell'operazione".

 

Marinella Mondaini

Marinella Mondaini

Scrittrice, giornalista, traduttrice. Vive e lavora a Mosca

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO di Giorgio Cremaschi 28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'" di Marinella Mondaini Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Buoni a nulla di Alberto Fazolo Buoni a nulla

Buoni a nulla

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda di Giuseppe Masala "Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi di Damiano Mazzotti Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire di Antonio Di Siena Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA di Gilberto Trombetta VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo di Michelangelo Severgnini Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti