Corse spettacolari e combattute ad Agnano trotto nelle grandi corse di gruppo del circuito classico primaverile. Nel Freccia d’Europa Gianni Campili (gr. 1 € 154.000 mt 1600 per cavalli anziani di ogni paese) vince Bleff Dipa in 1.10.5 guidato da Roberto Vecchione, training di Holger Elhert. Ordine di arrivo 2-1-5-8-10. Roberto Vecchione, driver: “Avevamo molta fiducia in questo cavallo perché aveva dato un’ottima impressione nell’ultima corsa a Torino. Oggi era un po’ l’ago della bilancia alla partenza, non sono riuscito a partire perché mi tirava tanto, però oggi il cavallo se l’è guadagnata perché è rimasto sempre all’esterno ha vinto con un tempo di rilievo 1.10.5 e penso che si è meritato tutto questo successo”.  

Spazio ai 4 anni europei con il Regione Campania maschi (gr. 2 €66.000 mt. 2100 europei di 4 anni) vinto da Callisto in 1.13.1 guidato da Vincenzo Luongo per i colori della scuderia Santese e il training di Eric Bondo. Ordine di arrivo 5-6-14-8-10. Vincenzo Luongo, driver: “Non è stato un percorso facile e la corsa è andata male, il cavallo ha vinto perché ha corso veramente bene e ha dato un’ottima prestazione, faccio i complimenti all’allenatore che lo ha plasmato e a tutto il team”. Nella versione filly del gp (gr. 2 €66.000 mt. 2100 per europee di 4 anni) vittoria di Clarissa in 1.11.6 guidata e allenata da Alessandro Gocciadoro per i colori di Leopoldo Canton e l’allevamento di Sofia Ricci. Ordine di arrivo 2-5-6-1-4.

Alessandro Gocciadoro, guidatore: “È partita bene, é venuta una corsa lineare, mossa, una bella frazione i primi 500 metri, quando hanno rallentato sono riuscito ad andare accanto al primo e poi ha fatto valere la sua forza, la sua potenza. Abbiamo vinto in modo molto facile, molto netto, non ho neanche levato i tappi, ha fatto un bellissimo tempo. Sono molto soddisfatto della prestazione, della meccanica della cavalla e affronto i 4 anni con tanta fiducia”.  

Per Pier Luigi D’Angelo (Ippodromi Partenopei) “è stato un successo per l’allevamento italiano a tutto tondo, cavalli di livello mondiale e scuderie di livello come quella di Santese che merita per l’impegno che profonde, una bella premessa per il weekend dell’Elitlopp con i colori del trotto italiano al vertice mondiale”.  

Trofei d’onore consegnati dagli amministratori Ippodromi Partenopei, Pier Luigi e Luca D’Angelo con il socio Michele Giugliano, da Ivan Campili in ricordo del papà Gianni a cui è intitolato il Freccia d’Europa, Antonio Somma per Snapt sindacato nazionale proprietari trotto e Giovani Sibilio per Ciga associazione di categoria dei guidatori ed allenatori.