L’Agenzia delle Accise Dogane e Monopoli ha effettuato nei primi mesi del 2022 una strutturata attività di controllo presso le sale VLT tesa a prevenire e reprimere fenomeni di illegalità nel settore degli apparecchi da intrattenimento anche con riferimento all’utilizzo di tessere sanitarie da parte di terzi e al rispetto del divieto di gioco dei minori.

Le attività, svolte a seguito di diretto impulso del Direttore dell’Agenzia, sono state coordinate dalla Direzione generale, dirette dagli Uffici della Direzione Giochi ed eseguite sul territorio da oltre 150 dipendenti di ADM in servizio presso le dodici Direzioni territoriali, hanno interessato, principalmente tra il 15 febbraio e la fine di marzo 1.032 esercizi, di cui 37 trovati chiusi, dismessi o cessati.

Sono stati riscontrati 40 esercizi con varie irregolarità (pari al 3,88 per cento), talora anche plurime. Tra le irregolarità riscontrate, si segnala che in 10 esercizi è stata verificata, anche con la collaborazione di personale di sala, la presenza di tessere sanitarie o codici fiscali presumibilmente dimenticati dalla clientela. Il personale ADM si è adoperato affinché tali tessere venissero consegnate ai Comandi di Forze di Polizia competenti o agli Uffici dell’Agenzia delle Entrate.

In un solo caso, le verifiche hanno accertato l’utilizzo indebito della tessera sanitaria. Le attività amministrative hanno interessato, altresì, casi di assenza di certificazione verde, 4 casi di extra contingentamento e 6 casi di irregolarità connessi alle apparecchiature presenti in sala. In 2 locali è stata riscontrata la presenza di minori ed è stato dato avvio alle successive procedure prodromiche alla chiusura temporanea degli esercizi. Gli Uffici dei Monopoli sono sempre attenti a monitorare e controllare il territorio per prevenire ogni fenomeno di regolarità nel settore del gioco.