Saman Abbas/ La madre mentì ai carabinieri: “Non la obbligheremo a sposare il cugino”

- Alessandro Nidi

Saman Abbas, spunta un quad nelle videocamere di sorveglianza. La madre giurò ai carabinieri che non avrebbe forzato il matrimonio combinato col cugino, ma…

Saman Abbas
Saman Abbas, 18enne scomparsa a Novellara (foto Facebook, 2021)

Il caso legato alla scomparsa di Saman Abbas è stato nuovamente affrontato ai microfoni di “Quarto Grado”, trasmissione di Rete 4 condotta da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero. È ormai trascorso più di un anno da quando la giovane originaria del Pakistan è sparita nel nulla (l’accusa ritiene che sia stata la sua famiglia a ucciderla, ndr) a Novellara, in provincia di Reggio Emilia, e fra le tante immagini di videosorveglianza esaminate dagli inquirenti, ve ne è anche una di un quad, una moto a quattro ruote, guidato dal fratello di Saman, con le ruote sporche di fango e, presumibilmente proveniente dalle serre. Il giorno antecedente al delitto, quel mezzo è stato guidato dal ragazzo, che ha così raggiunto la casa dello zio Danish: può il quad avere un ruolo nel delitto? Difficile dirlo con esattezza.

Ciò che è emerso, però, è la frase pronunciata dalla madre di Saman Abbas di fronte ai carabinieri della compagnia di Novellara, quando la giovane, nel novembre 2020, era fuggita di casa e si era nascosta in una comunità protetta per sfuggire al matrimonio combinato al quale i suoi genitori volevano obbligarla. La donna, dinnanzi ai militari, però, mentì, dicendo: “Noi vogliamo bene a nostra figlia e, se lei non vuole sposarsi con il cugino in Pakistan, non la forzeremo ovviamente a farlo”.

SAMAN ABBAS E IL MATRIMONIO COMBINATO CON IL CUGINO AKMAL: PARLA LA MADRE DEL RAGAZZO

Ricordiamo che Saman Abbas era innamorata del giovane Saqib, con cui aveva trascorso anche otto giorni a Roma, progettando un matrimonio e una vita assieme, tanto che aveva già scelto l’abito nuziale e si erano anche scambiati gli anelli di fidanzamento. Insomma, la 18enne proprio non voleva saperne di convolare a nozze con suo cugino Akmal, più grande di lei di 13 anni, con il quale i suoi genitori avevano organizzato un matrimonio combinato, utile esclusivamente a mantenere i terreni nelle mani della stessa famiglia.

Una versione dei fatti confermata a “Quarto Grado” dalla madre di Akmal: “Loro, gli Abbas, ci hanno fatto la proposta di matrimonio. Abbiamo creato la relazione, abbiamo creato tutto, ma Akmal, mio figlio, non ha alcun ruolo in tutto questo. Non è mai andato in Italia, tutto quello che ha fatto è stato fidanzarsi con Saman Abbas”. Che, il 22 aprile, ha denunciato nuovamente i suoi genitori ai carabinieri, in quanto si rifiutavano di fornirle i suoi documenti. Soltanto otto giorni dopo, la mamma di Saman accompagnò la figlia verso le serre, probabilmente consegnandola nelle mani dei suoi carnefici.





© RIPRODUZIONE RISERVATA