Roma, 22 giu – In questi primi giorni di estate impazzano i commenti e le proteste di chi deve acquistare biglietti aerei per le vacanze in seguito all’impennata dei prezzi dei carburanti, inflazione e riapertura del turismo dopo due anni di restrizioni che ha portato un’ondata di rincari sui prezzi dei biglietti aerei. Raddoppiano i prezzi dei voli intercontinentali e di circa un terzo quelli europei, si sono rilevati inoltre aumenti anche del 91% in più rispetto all’estate scorsa a fronte delle riaperture.

Le cause del rincaro sui prezzi dei biglietti aerei

Gli esperti del settore spiegano il fenomeno dell’aumento del costo delle tratte aeree essenzialmente in tre motivi: il primo dei quali è sicuramente la maggiore libertà di spostamento per questa estate, rispetto ai due anno precedenti nei quali le restrizioni hanno praticamente annullato le entrate delle compagnie aeree, il secondo elemento di particolare rilievo è sicuramente il rincaro dei carburanti, che in seguito allo scoppio della guerra in Ucraina e delle relative sanzioni apportate alla Russia (uno dei maggiori esportatori al mondo di gas), ha visto rilevare rialzi di oltre 80% in più a singolo barile. In terzo luogo, è da considerare come, dal momento che le compagnie tornano a volare dopo essere rimaste completamente ferme per due anni a cause delle normative anti Covid, si generi un aumento dei prezzi dei biglietti. Gli stessi addetti ai lavori spiegano che normalmente le tariffe estive vengono pianificate a marzo ma che la situazione venutasi a creare in Europa abbia reso impossibile effettuare qualunque stima. Inoltre, alcuni spiegano come per alcune compagnie e aeroporti si siano trovati in difficoltà organizzative per quanto riguarda chiusure di spazi aerei e rotte più lunghe.

Generale aumento del costo della vita

Il rincaro sui prezzi dei biglietti aerei si va ad instaurare in quel processo più ampio di aumento dei costi che stiamo vedendo in Europa. La politica nostrana non si sta dimostrando in grado di contrastare queste tendenze ma anzi, sembra accentuarle con le varie sanzioni economiche e con il perseguimento di una politica atlantista guerrafondaia.

Andrea Grieco

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta