Roma, 22 giu – I gretini non si fermano mai e fermano di nuovo il Gra. Dopo il caos di una settimana fa, gli ambientalisti colpiscono ancora e bloccano, stamattina intorno alle 8, il raccordo della capitale. La notizia è riportata dall’Agenzia Nova.

Gretini e gra, una storia comica

Gli ambientalisti gretini di Ultima Generazione fermano il traffico sul Gra. Il tutto all’altezza dell’uscita verso Tivoli. Una decina di persone immobilizzano tutto per circa venti minuti, finché non arrivano alcune pattuglie della polizia stradale della zona di Settebagni e mettono in sicurezza l’area, identificando i manifestanti. C’è chi è stato portato di peso sui mezzi delle forze dell’ordine con. Il motivo della protesta è la riapertura delle centrali a carbone e la possibilità di un avvio delle trivellazioni per estrarre il gas. Tra gretini e automobilisti, come sempre, insulti e scene anche di un certo livello comico, come si può notare da alcuni video pubblicati su twitter.

Le reazioni degli automobilisti

Dall’automobilista che si vanta “der sessantotto, non ste caxxate qui”, al cittadino che infuriato esclama “se non vado a lavorà nun magno”, fino al manifestante che canta “I believe i can fly” mentre lo portano fuori dalla strada, si potrebbe quasi aprire un capitolo a parte sulle reazioni degli automobilisti, che variano dall’inferocito, al “dialettico”, come sui comportamenti quanto meno bizzarri dei gretini ambientalisti.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta