HomeFonte
Vai al contenuto
Home » News » The Boys – Lo showrunner conferma: «Patriota è un’analogia di Trump»

The Boys – Lo showrunner conferma: «Patriota è un’analogia di Trump»

The Boys - Patriota analogia di Trump

The Boys è tornata su Amazon Prime Video con la terza stagione. Il suo successo di questa serie è un pugno nello stomaco all’era del politicamente (troppo) corretto. D’altronde il suo non preoccuparsi di essere politically correct è uno dei 5 punti di forza della serie. Noi ci siamo chiesti perché sono tutti in fissa con questa serie.

Tra i protagonisti della serie c’è un personaggio molto apprezzato dagli spettatori nonostante sia sadico, violento, crudele e instabile – in gran parte per l’ottima performance data dal suo interprete, Antony Starr. Stiamo parlando di Patriota, leader dei Sette.

Questo personaggio, uno dei villain più cattivi e crudeli all’interno del mondo seriale, è ispirato a Donald Trump, politico, imprenditore, personaggio pubblico ed ex presidente degli Stati Uniti. Lo conferma Eric Kripke, showrunner di The Boys.

Le parole di Eric Kripke sull’analogia tra Patriota e Trump

Eric Kripke ha recentemente rilasciato un’intervista con Rolling Stone in cui parla del lavoro creativo che c’è dietro The Boys e in particolare dietro la terza stagione attualmente in corso.

Tra le domande, Rolling Stone chiede: “Il personaggio Patriota, una specie di Superman cattivo, sta diventando sempre più un’analogia di Trump in questa stagione. Da parte tua è intenzionale?”

La risposta di Kripke lo conferma. Dice:

“Per me è sempre stato un’analogia di Trump. Ammetto di essere un po’ più spinto e coraggioso in questa stagione rispetto a quelle passate. Ma il mondo sta diventando più rude e meno elegante. Il senso di urgenza nella scrittura del nostro team riflette la situazione. Siamo sempre più arrabbiati e spaventati con il passare degli anni, quindi questo si riflette nella nostra scrittura.

Ma in parte è dove va naturalmente la storia di Patriota. Ha questo mix davvero infiammabile di completa debolezza e insicurezza e ambizione e poteri terribili, ed è una combinazione davvero mortale.

Naturalmente si sente vittima del fatto che le persone siano arrabbiate per il fatto che abbia avuto una relazione con una nazista. Tutto ciò che desidera è essere la persona più potente che può essere, anche se è completamente inadeguato nel gestire un simile potere. Quindi tutto si traduce solo in vittimizzazione dei maschi bianchi e ambizione incontrollata. 

E queste tematiche riflettono l’uomo che, è ancora surreale dirlo, era il fot***o presidente degli Stati Uniti. 

Ed è un problema più grande di Trump. Più personaggi pubblici agiscono in modo terribile, più sembra che acquisiscano fan e supporter. Questo è un fenomeno che volevamo esplorare: Patriota si sta rendendo conto che può davvero mostrare alle persone chi è veramente e loro lo adoreranno per questo“.

Che ne pensate delle parole di Eric Kripke?

Ricordiamo che The Boys 3 arriva in streaming con un episodio a settimana fino all’8 luglio su Amazon Prime Video.

Leggi anche – The Boys 3: La Recensione dei primi tre episodi: sì, è davvero come promettevano