Monopattini, arriva la stretta | Ecco le nuove regole e le restrizioni previste per l’utilizzo di questi mezzi

Monopattini che invadono le strade, guida selvaggia e codice stradale che non viene rispettato. I cittadini e gli automobilisti sono stanchi così le amministrazioni comunali danno una stretta alle società per i noleggi per questi mezzi.

Il sindaco Gualtieri prova ad ordinare il traffico dei monopattini che selvaggiamente vengono utilizzati in tutta la città senza rispetto delle regole. Nel mese di dicembre di quest’ anno le concessioni triennali alle società di sharing scadranno e sarà l’ occasione per dare un taglio al caos che regna sulle strade.

Parcheggio selvaggio dei monopattini (foto web)
Parcheggio selvaggio dei monopattini (foto web)

L’assessore Eugenio Patanè ha un piano preciso con nuove regole sia per gli operatori che gestiscono lo sharing sia per gli utenti. Le nuove regole che si metteranno in campo saranno: noleggi solo per i maggiorenni, 6 km orari come velocità massima del mezzo nelle aree pedonali, (già previsto per il codice della strada), fotografia del mezzo parcheggiato a fine locazione.

Monopattini, il Caos notato anche all’estero

La grave situazione di utilizzo dei monopattini in Italia è stata osservata anche dalla CNN emittente americana che segnala una situazione di pericolo, in particolare in grandi città come Roma che non riescono più a gestire l’ uso di questi veicoli i quali oltre al caos provocano numerosi incidenti. Uno studio appunto di cui scrive l’ emittente americana, fa riferimento ad un infortunio grave ogni tre giorni denunciati dalle autorità sanitarie dei Pronto Soccorso.

Incidente monopattino (fonte web) (1)
Incidente monopattino (fonte web)

L’ amministrazione comunale ha per ora messo a bando una bozza per cui  si prevede un targhino per ogni mezzo, (su alcuni già è presente ma invisibile), la riduzione drastica dei mezzi da noleggiare che saranno al massimo 9 mila contro i 14.500 attuali, questo per aumentare l’ utilizzo minimizzando i tempi delle soste e di conseguenza riduzione delle fermate sul suolo pubblico.

Prevista una riduzione degli operatori dagli attuali 7 a 3 con al massimo 3 mila monopattini ciascuno. Dalle evidenze dell’ amministrazione pubblica, si evince che vengono noleggiati solo 5 monopattini su 100 la riduzione quindi dei mezzi è più che giustificata.

Verrà inoltre messo ordine sulle modalità di parcheggio: sarà obbligatoria una distanza minima di 70 metri fra i parcheggi di un operatore e l’ altro. Altra stretta sulle tariffe di noleggi che non dovranno superare i 12 euro l’ora e gli operatori dovranno tenere sotto controllo i propri monopattini facendo monitoraggi costanti. Verranno richiesti due monitoraggi ogni ora.

Sicuramente un buon programma che darà una maggiore tranquillità agli automobilisti e ai pedoni ma per ora è solo una bozza anticipata agli operatori di sharing dal Campidoglio. In tutto questo il comune si impegna a trovare zone di parcheggi per questi mezzi dove ora è vietata la sosta soprattutto a ridosso dei monumenti. Certamente ci sono i tempi per la trattativa con gli operatori anche se l’amministrazione comunale ha intenzione di anticipare i tempi di uscita del nuovo bando a Gennaio 2023.