Capelli bianchi, attenzione se compaiono troppo presto | Potrebbe essere il sintomo di una malattia

I capelli bianchi rappresentano per molte persone un inestetismo difficile da accettare. Molti ricorrono a tinture o shampoo riflessanti per coprire l’ingrigimento del propria capigliatura. Ma è importante capire quando iniziano a spuntare i primi capelli bianchi per valutare se questo effetto è la conseguenza di qualche malattia più importante.

Sopra una certa età quasi tutti, eccetto i più fortunati, presentano un imbiancamento dei propri capelli, ma in alcuni soggetti la comparsa delle prime ciocche bianche é decisamente precoce e quindi necessita di un approfondimento diagnostico.

Capelli bianchi, attenzione se compaiono in giovane età (fonte web) direttanews.it
Capelli bianchi, attenzione se compaiono in giovane età (fonte web)

Il colore dei nostri capelli dipende dalla pigmentazione del follicolo pilifero che si trova alla base di ogni singolo capello. All’interno del bulbo si trovano cellule ricche di melanina responsabile della colorazione dei capelli. Un’alta concentrazione sarà responsabile di un colore più scuro e all’inverso una bassa concentrazione di melanina produrrà una capigliatura tendente al biondo.

Attenzione a quando spuntano i primi capelli bianchi

Con il passare delle età, all’interno dei follicoli piliferi iniziano a scarseggiare le cellule di melanina fino ad esaurirsi completamente. A seguito della totale perdita di questo pigmento, il capello perde la sua colorazione e rimane definitivamente bianco.

Questo processo se avviene nel giusto periodo della vita non deve assolutamente allarmare poiché assolutamente prevedibile dalla fisiologia umana. Ma se il problema insorge in giovane età sarebbe bene andare più a fondo.

E’ pur vero che nella maggior parte dei casi il fattore scatenante è la genetica contro la quale non si può fare niente. Ma una delle cause che portano all’insorgenza precoce dei capelli bianchi é l’elevato livello di stress che comporta la perdita delle cellule staminali presenti all’interno del bulbo.

Una disfunzione della tiroide tra le possibili cause dell’imbiancamento della capigliatura

Un’altra possibile causa è da riportare al fumo che creando stress ossidativo nel nostro organismo, distrugge le cellule di melanina. La produzione di questo pigmento può essere contrastata anche da un mal funzionamento della tiroide. Da un recente studio è emerso, infatti, che chi soffre di ipotiroidismo può presentare nella maggior parte dei casi una capigliatura grigia già in giovane età.

Disfunzione della tiroide come causa dell'imbiancamento dei capelli (fonte web) direttanews.-it
Disfunzione della tiroide come causa dell’imbiancamento dei capelli (fonte web)

In ultimo, l’imbiancamento del cuoio capelluto può essere scatenato da una carenza di un’importante vitamina, la B12, che è gioca un ruolo chiave nella sintesi dei globuli rossi. La sua assenza nell’organismo provoca un indebolimento a livello sanguigno e conseguentemente una diminuzione del trasporto dell’ossigeno in tutto il nostro organismo e quindi anche al follicolo pilifero. Il bulbo, in questo caso, non riuscirà ad ottenere una quantità adeguata di melatonina per colorare il capello.

Attenzione ovviamente anche all’inquinamento e alla cattiva alimentazione che, creando scompensi all’interno del nostro corpo, sono molto spesso causa di questo antipatico “problema”.