HomeFonte

Di4ri, Netflix presenta la prima serie sulla preadolescenza sulle note di Tancredi

Dal 18 maggio in streaming in Italia e dal 26 luglio in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo

Primi amori, amicizia, sentimenti non corrisposti, dislessia, ansia di crescere, paura per il futuro, incomprensioni tra genitori e figli. E ancora, ricadute di un matrimonio in crisi, pressione delle aspettative, pregiudizi, solitudine, accettazione, coming out, musica e divertimento. Tutto questo in Di4ri, la prima serie italiana Netflix sulla preadolescenza, prodotta da Stand By Me di Simona Ercolani e in arrivo il 18 maggio in Italia e dal 26 luglio in tutti i Paesi in cui il servizio di streaming è attivo.

Questa serie è nata circa tre anni fa da una chiacchierata con Delia, figlia di amici che frequenta le medie: mi ha colpito ciò che mi ha raccontato. Sono ragazzi, non bambini ma neanche adulti. Mi è venuta l’idea di raccontare che a questa età i giovani sono chiamati a prendere un po’ di decisioni’. Facciamo riferimento a storie vere, ovviamente rielaborate. Ma abbiamo fatto tantissime interviste“, ha raccontato Ercolani, in occasione della presentazione nell’Istituto comprensivo Statale Via Giocosa a Milano.

I protagonisti dei quindici episodi – diretti da Alessandro Celli (già alla regia di ‘Mondocane’) – sono otto amici nonché compagni di classe di una scuola media di Marina Piccola (l’Isola d’Elba è solo un riferimento, non è stata il set delle riprese) alle prese con la crescita.

“I ragazzi e le ragazze rompono la quarta parete, volevo raccontare la loro individualità in questa fase particolare della vita, che solitamente non viene considerata e che invece è fondamentale nella crescita di una persona. Mi piaceva sottolineare il loro punto di vista e fare in modo che stabilissero con il singolo spettatore un rapporto diretto. L’idea è che ognuno di loro diventi il migliore amico dell’alter ego dall’altra parte dello schermo”, ha detto Ercolani.

Ogni episodio è raccontato in prima persona da uno degli otto protagonisti, come se fosse un diario personale in cui gli spettatori possono identificarsi senza filtri. Di4ri porta sul piccolo schermo le vicende di Pietro (Andrea Arru), Livia (Flavia Leone), Daniele (Biagio Venditti), Isabel (Sofia Nicolini), Giulio (Liam Nicolosi), Monica (Federica Franzellitti), Arianna (Francesca La Cava) e Mirko (Pietro Sparvoli), in questa età delicata in cui sbocciano le individualità e, al tempo stesso, l’identità di gruppo.

Quando si parla di scuola non si può non raccontare il legame tra gli alunni e il bidello, che qui è interpretato da Fortunato Cerlino (Pietro Savastano nella serie ‘Gomorra’): “È un progetto nuovo per l’Italia, racconta una fase della vita che è completamente cambiata nella storia del nostro Paese e non solo. Ho molto apprezzato il coraggio di parlare senza troppi veli di questioni che riguardano i ragazzi di quell’età, spesso nascoste. È importante dare spazio a questi ragazzi e che sappiano che c’è un posto dove si raccontano“, ha detto Cerlino, intervenuto attraverso un videomessaggio.

Nel cast anche la special guest Larissa Iapichino, campionessa juniores di salto in lungo, in una puntata che ha al centro la gara di triathlon. La serie è accompagnata da ‘Isole’ (Warner Music) di Tancredi, diventato popolare dopo la partecipazione alla scorsa edizione di Amici di Maria De Filippi. Il giovane cantante figura anche come guest star nei panni di se stesso: “Non è la prima volta che recito: recitai con il mio fratellastro Dimitri in un film, ma ero piccolissimo“, ha raccontato Tancredi. L’artista, alla fine della conferenza, ha fatto alzare tutti e tutte dalle poltrone per il suo esclusivo showcase, durante cui ha cantato Isole (la sigla di Di4ri), Leggi dell’Universo e Las Vegas.

IL TRAILER

2022-05-12T14:37:04+02:00