HomeFonte

Leali delle Notizie presenta il programma e gli ospiti dell’VIII edizione del Festival del Giornalismo

0 0

177 ospiti nazionali e internazionali, 29 panel di discussione, 21 presentazioni letterarie, 3 mostre fotografiche, 2 premi giornalistici, 2 letture sceniche, 1 seminario dal 3 al 18 giugno.

L’associazione culturale Leali delle Notizie ha presentato questa mattina l’VIII edizione del Festival del Giornalismo nella Sala del Consiglio Comunale del Palazzo Municipale a Ronchi dei Legionari. Leali delle Notizie ha lavorato 9 mesi per portare ancora una volta sul territorio regionale una manifestazione culturale di qualità dal 3 al 18 giugnoDodici giorni intensi in cui si susseguiranno 177 ospiti nazionali e internazionali, 29 panel di discussione, 21 presentazioni letterarie, 3 mostre fotografiche, 2 premi giornalistici, 2 letture sceniche 1 seminario.

Non mancherà poi la V edizione del Premio Leali delle Notizie in Memoria di Daphne Caruana Galizia con cui l’associazione vuole sostenere la famiglia della giornalista maltese uccisa in un attentato il 16 ottobre 2017 sia nella ricerca della verità sul tragico delitto, sia nella lotta per la libertà di stampa nel mondo.

Anche quest’anno il Festival del Giornalismo ha ricevuto il Patrocinio del Ministero della Cultura ed è stato rinnovato l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo per il Premio Leali delle Notizie in memoria di Daphne Caruana Galizia.

Nell’edizione di quest’anno è stato inoltre inserito il Premio Leali Young in memoria di Cristina Visintini. L’iniziativa è stata ideata dalla nostra associazione culturale per ricordare la giornalista ronchese nonché vicepresidente di Leali delle Notizie Cristina Visintini, scomparsa nell’agosto dell’anno scorso. Tra gennaio e aprile è stato quindi indetto un concorso giornalistico per i ragazzi tra i 18 e i 30 anni, con l’obiettivo di incentivare e promuovere l’inserimento dei giovani nella professione giornalistica e nel mondo dell’informazione.

«Siamo partiti otto anni fa mettendoci in gioco e realizzando un piccolo Festival del Giornalismo. Incominciare questa avventura per noi è stata una grande scommessa – spiega il presidente di Leali delle Notizie Luca Perrino -. Questo momento dell’anno è per noi davvero importante perché abbiamo visto la nostra manifestazione culturale crescere nel tempo e intendiamo ingrandirla ogni anno sempre di più. Ci riempie d’orgoglio vedere che un piccolo centro del nord est italiano può diventare il centro degli appuntamenti culturali dell’intera regione».

Negli ultimi due anni Leali delle Notizie ha avuto modo di allargare i propri orizzonti e di stringere nuovi legami con altre realtà del Friuli Venezia Giulia e del Veneto. L’associazione ronchese si è infatti unita all’Associazione Thesis del Dedica Festival di Pordenone, a Vicino/Lontano di Udine, al Premio Giornalistico Papa Ernest Hemingway di Caorle, all’associazione Heraldo Ets, organizzatrice del Festival del Giornalismo di Verona, e alla Vitale Onlus per regalare al pubblico un Festival ancora più ricco di incontri.

«Il Festival del Giornalismo di Leali delle Notizie è un momento importante per capire qual è l’attualità attraverso non solo la storia – dice Tiziana Gibelli, assessore alla Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia – ma soprattutto attraverso il libero confronto che ci deve essere sempre. La pluralità di opinioni e di posizioni è infatti essenziale per formarsi le proprie idee, soprattutto in questo periodo in cui siamo sommersi da notizie sbagliate e da fake news costruite per orientare l’opinione pubblica».

Hanno quindi portato il loro saluto, sottolineando la crescita registrata dal Festival del Giornalismo dal 2015 ad oggi, il Sindaco di Ronchi dei Legionari, Livio Vecchiet, il Presidente della Quinta Commissione del Consiglio Regionale, Diego Bernardis, il Vice Presidente della Cassa Rurale del Friuli Venezia Giulia, Roberto Tonca ed il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, Alberto Bergamin.

Nei loro interventi la convinzione che il Festival del Giornalismo di Leali delle Notizie sia ormai diventato un punto fermo e non secondario dell’offerta culturale nel Friuli Venezia Giulia.

IL PROGRAMMA DEL FESTIVAL DEL GIORNALISMO

Anche quest’anno gli appuntamenti itineranti di “Aspettando il Festival…” si terranno in diversi luoghi dell’Isontino e della Bassa Friulana. I Comuni di San Pier d’IsonzoAquileiaStaranzanoFogliano RedipugliaSan Canzian d’IsonzoSagrado e Gorizia ospiteranno dal 3 al 9 giugno sette appuntamenti. Fra gli incontri di ambito culturale spiccano quelli su Nova Gorica e Gorizia Capitale Europea della Cultura e su Pier Paolo Pasolini. Rimane centrale il tema della legalità e della lotta alla criminalità organizzata. L’ultima serata di “Aspettando il Festival…” apre un ciclo di incontri, che proseguiranno anche durante alcune serate del Festival, che saranno dedicati all’analisi del 1992, un anno che ha segnato la storia della nostra società sotto molti aspetti.

Gli appuntamenti sopra citati sono però solo un piccolo assaggio dell’VIII edizione del Festival del Giornalismo di Leali delle Notizie, che si svolge interamente a Ronchi dei Legionari dal 3 al 18 giugno. Diversi sono i luoghi della manifestazione: il palatenda in Piazzale Martiri delle Foibe, il Giardino di Piazzetta dell’Emigrante, il Consorzio Culturale del Monfalconese di Villa Vicentini Miniussi, la Saletta Isa Ambiente, la sede di Leali delle Notizie, la Piazzetta Francesco Giuseppe I e l’Auditorium.

Il Festival del Giornalismo propone tematiche legate all’attualità o agli anniversari di alcuni fenomeni rilevanti per il mondo del giornalismo e per l’evoluzione della società, dell’economia e della politica: dal giornalismo digitale al riciclo internazionale di opere d’arte, dalla comunicazione dello sport al calcio e i diritti umani in occasione dei mondiali in Qatar del 2022, dalla disabilità alla violenza di genere, dalla situazione in Afghanistan alla guerra in Ucraina, dalla disintermediazione della politica alla salute e ai diritti nelle carceri italiane, dal Coronavirus all’emergenza ambiente e sostenibilità. Ci sarà poi anche un incontro di respiro internazionale in occasione dei 100 anni dalla fondazione della BBC con il direttore della sezione europea della rete pubblica inglese.

I PREMI DI LEALI DELLE NOTIZIE

Dopo l’inaugurazione dell’VIII edizione del Festival del Giornalismo il 14 giugno, si terrà la cerimonia di premiazione del vincitore o della vincitrice della I edizione del Premio Leali Young in memoria di Cristina Visintini. La persona, premiata da un apposito Comitato Scientifico, avrà poi modo non solo di seguire il Festival da vicino e di comprendere come funzioni l’organizzazione di questa manifestazione culturale, ma sarà di supporto all’ufficio stampa e comunicazione e inoltre sarà inserita in un contesto stimolante in cui potrà interfacciarsi con giornalisti di calibro nazionale ed internazionale.

Il Premio è stato finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia con risorse statali del Ministero del lavoro e delle Politiche sociali ai sensi degli artt. 72 e 73 del d.lgs. 117/2017 – Codice del Terzo Settore.

Il Festival del Giornalismo continua a focalizzare la sua attenzione sul fenomeno delle mafie e sulla libertà di stampa nel mondoL’ultima seratasabato 18 giugno, sarà dedicata infatti alla cerimonia di consegna della V edizione del Premio Leali delle Notizie in Memoria di Daphne Caruana Galizia, premio indetto con il consenso della famiglia di Daphne e assegnato da un comitato scientifico a un operatore del mondo dell’informazione che si sia distinto, in Italia come all’estero, con le sue inchieste e le sue ricerche, anche mettendo in pericolo la sua vita e spesso pure quella della sua famiglia.

Il Premio verrà consegnato dalla sorella di Daphne, Corinne Vella, alla giornalista Marilena Natale, che lotta da anni contro la corruzione della politica camorrista. Il Premio è stato realizzato questa volta dall’artista locale Franco Dugo, con l’intento di continuare a lottare per la libertà di espressione anche attraverso le forme dell’arte del nostro territorio.

LIBRI, MOSTRE E SEMINARI

Non manca il coinvolgimento del progetto “BILL Biblioteca della Legalità”, promosso dalla Regione FVG e dalla cooperativa Damatrà. Ci sarà poi un seminario sul giornalismo investigativo e proseguiranno le presentazioni di libri.

Tre saranno invece le mostre sempre a Ronchi dei Legionari: Nigeria; gigante dai piedi d’argilla di Akintunde Akinleye nella sede di Leali delle Notizie in collaborazione con il Dedica Festival di Pordenone, la mostra Afghanistan e altre storie in Bianco e Nero di Romano Martinis in Villa Miniussi e la mostra fotografica Un po’ più a sud. Racconti africani di Pietro del Re nell’Auditorium Comunale.

Ci saranno ben 30 volontari ad aiutare Leali delle Notizie nella gestione di tutti gli appuntamenti della manifestazione culturale, tra cui alcuni studenti dell’alternanza scuola-lavoro dell’I.S.I.S. D’Annunzio Fabiani di Gorizia.

Gli appuntamenti di “Aspettando il Festival…” e del Festival del Giornalismo seguono le indicazioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri e la normativa vigente in materia di contenimento da COVID-19, pertanto gli accessi saranno consentiti tenendo in considerazione le disposizioni ministeriali. La partecipazione a tutti gli eventi è libera e gratuita.

Le pubblicazioni degli ospiti di Festival del Giornalismo saranno in vendita nell’apposito Book Corner gestito da Libreria Linea D’Ombra di Ronchi dei Legionari e situato all’interno del Palatenda nel piazzale Martiri delle Foibe.

SPONSOR E RINGRAZIAMENTI

L’associazione ringrazia tutte le persone e le realtà che supportano le sue attività culturali e i Comuni che ospiteranno gli eventi di “Aspettando il Festival…”. Un ringraziamento particolare va inoltre all’Amministrazione Comunale di Ronchi dei Legionari, alla Regione Friuli Venezia Giulia, alla Cassa Rurale del Friuli Venezia Giulia, alla Fondazione Carigo e alla Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali di Trieste che continuano a credere nelle iniziative dell’associazione, sostenendo l’organizzazione del Festival del Giornalismo.

L’associazione ringrazia anche le scuole dell’infanzia di via Fratelli Cervi, quella di via dei Campi, la sezione italiana della scuola di via Capitello di Ronchi dei Legionari e la classe quinta della scuola primaria Giovanni Ferretti di Gorizia che, aderendo con entusiasmo all’iniziativa, hanno decorato le borse di carta che conterranno gli omaggi per gli ospiti del Festival.

Si ricorda inoltre che Leali delle Notizie ha rinnovato la collaborazione con i grafici Roberto Duse e Simona Don che hanno curato per l’intero anno il progetto grafico degli eventi dell’associazione.

Sul sito www.lealidellenotizie.it è inoltre possibile trovare tutte le informazioni sul Festival del Giornalismo, sulle edizioni passate e su tutte le attività che l’associazione svolge sul territorio da ormai otto anni.

Il programma può subire variazioni indipendenti dalla volontà dell’organizzazione, quindi si consiglia di controllare il programma online aggiornato in tempo reale.

Sarà attivo, in piazzetta dell’Emigrante, l’Infopoint del Festival, dove si può ritirare il materiale informativo e/o sostenere l’Associazione, diventando soci.

Il Festival segue le indicazioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri e la normativa vigente in materia di contenimento da COVID-19.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili e inoltre, si ricorda che alcuni appuntamenti saranno inseriti nella formazione professionale continua dell’Ordine dei Giornalisti. Per informazioni e iscrizioni, consultare il relativo sito: ww.formazionegiornalisti.it.


Iscriviti alla Newsletter di Articolo21