FIA ape un'inchiesta su Ferrari

Per il quinto appuntamento del Mondiale 2022, Ferrari ha qualcosa di molto speciale in serbo per la sua monoposto. La scuderia di Maranello ha annunciato importanti novità per la sua F1-75, nella tappa del GP di Miami. Sebbene i veri e propri aggiornamenti arriveranno dopo, queste modifiche renderanno la vettura competitiva quanto la Red Bull.

Ferrari annuncia modifiche d’assetto per la F1-75

La Red Bull di Verstappen e Perez sta tenendo testa in questo mondiale 2022 con una monoposto tra le più veloci.

La Ferrari ha dunque deciso di effettuare delle modifiche d’assetto alla sua F1-75, per poter gareggiare alla pari con la scuderia inglese. Durante il GP di Imola infatti, a governare la pista sono stati proprio i due campioni della Red Bull con un’incredibile doppietta.

La scuderia di Maranello ha reso la sua monoposto veloce e competitiva, in occasione del tracciato di Miami previsto per la prossima settimana.

Come riporta Fan Page, Binotto ha dichiarato: “Poiché Miami è un circuito ad alta velocità rispetto a quelli che abbiamo visto finora, porteremo un alettone posteriore studiato per i tracciati che richiedono efficienza. Sappiamo che anche la Red Bull avrà un buon pacchetto aerodinamico a medio/basso e, quindi, sarà competitiva. Lotteremo su una pista nuova nella quale sarà bello confrontarci.”

Ferrari e la sua “arma vincente” per la F1-75

Oltre alle modifiche d’assetto annunciate da Binotto, la Ferrari ha in mente un’altra strategia per battere Red Bull sul tracciato statunitense. La scuderia di Maranello ha dichiarato che Leclerc e Sainz potranno disporre di una mappatura più spinta del motore e, quindi, correre con la massima potenza rispetto alle quattro gare precedenti. Questo potrebbe rivelarsi un’arma vincente per i due piloti che potrebbero cambiare le sorti di questa stagione, i cui favoriti per ora sono Verstappen e Perez.

Leggi anche:

Leclerc sconvolto dopo il GP di Imola: l’errore gli è costato il podio

Masi potrebbe tornare come direttore di gara in F1, a Miami

Ferrari: i rivali chiedono alla FIA di indagare sul rapporto con la Haas