(Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Romulus and Remus Investments, la società della famiglia Friedkin che detiene il controllo della Roma, ha acquistato nella giornata di oggi altri 1,85 milioni di azioni (1.853.030) del club giallorosso al prezzo di 0,4251 euro, per una spesa complessiva di quasi 790mila euro.

Dopo l’annuncio del lancio di una opa totalitaria sulle azioni della Roma ancora non detenute con la finalità di portare il club giallorosso fuori dalla Borsa, la proprietà statunitense ha iniziato a rastrellare sul mercato una prima parte delle azioni flottanti, salendo dall’86,8% all’87,7% della propria quota di controllo della società nella giornata di ieri (quando i Friedkin avevano acquistato 6 milioni di azioni) fino all’88% di stasera:.

Restano ancora sul mercato, quindi, circa 75 milioni di quote (circa l’11,95% delle azioni del club) per un controvalore pari a circa 31,9 milioni di euro. L’obiettivo della proprietà giallorossa è il controllo dell’intero pacchetto azionario, in subordine il raggiungimento della soglia del 95%, minimo indispensabile per il delisting, con l’opa che dovrebbe partire ufficialmente a giugno, in attesa dell’approvazione da parte della Consob.

Intanto oggi in Borsa il titolo della Roma ha chiuso in in sostanziale equilibrio a quota 0,425 euro per azione, dopo il rally di ieri spinto dagli acquisti della proprietà dei Friedkin ma ancora leggermente al di sotto del valore a cui è stata lanciata l’opa, pari cioè a 0,43 euro per azione.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI