HomeFonte

lunedì 25 gennaio 2021

La normalità del complottismo.

Avete presente l’animale che si avvicina con timore a un oggetto, lo odora, lo tocca, scappa e poi si riavvicina sempre con timore? Ecco, siamo diffidenti perché è normale. Abbiamo avuto (grandissima) diffidenza del volo aereo, dell’elettricità e del treno, abbiamo avuto paura del telefono, del computer e dei video giochi. Però noi siamo esseri intelligenti e quando ci abituiamo alla cosa sconosciuta, nuova, la troviamo anzi utile, conveniente, la paura sparisce.

E succede l’opposto. Abbiamo tanta familiarità con quella che era una novità che la usiamo con disinvoltura, leggerezza. L’automobile, il fuoco, l’elettricità, sono cose talmente “normali” che abbassiamo l’attenzione e le precauzioni, anche l’istintiva diffidenza scompare. Usiamo certi farmaci come fossero caramelle. L’Aspirina, la Tachipirina, gli analgesici, li prendiamo spesso a caso, senza rifletterci pur di stare meglio. Eppure sono farmaci, non caramelle e sono anche potenzialmente tossici, pericolosi. Nessuna crociata contro l’Aspirina, nessuna “Associazione per l’uso consapevole della Tachipirina”.Non ci sono raduni di piazza per proibire l’uso di antiacidi (possono uccidere!). Ci sono invece per i vaccini. Associazioni, raduni di piazza, medici ribelli e geni incompresi, candidati al premio Nobel, saltimbanchi, prestigiatori e trapezisti.

È un circo.

Non sono quelli che vi spiegano i limiti e i rischi del vaccino, sono quelli che inducono paura, diffidenza, dubbio. Sono furbi che lo fanno per loro, non per noi. Se fossero onesti non direbbero che il vaccino può avere effetti collaterali, perché TUTTI i farmaci possono averli. Se fossero onesti non direbbero che sono state trovati pezzi di alluminio in un vaccino perché in un vaccino, in alcuni vaccini, l’alluminio è un ingrediente previsto e non certo a pezzi ma in tracce. Se fossero onesti non direbbero che due lotti di vaccini sono stati ritirati perché trovate impurità ma che è un bene che le autorità controllino e trovino queste impurità, sempre possibili perché i vaccini li fabbrica l’uomo. Vi direbbero che è una cosa che succede per tutti i farmaci. Se fossero onesti vi direbbero che se una persona muore dopo essersi vaccinata non è detto ed è anzi improbabile che sia morta per colpa del vaccino e che milioni di persone muoiono dopo  aver preso un farmaco o bevuto un po’ d’acqua e non certo per colpa dell’acqua, succede.

Se fossero onesti, se volessero informare e non terrorizzare.

Ma non è questo il loro scopo. All’inizio di questa pandemia i ciarlatani sembravano scomparsi, era disorientati, non avevano argomenti. Poi si sono riorganizzati, hanno cambiato stile, hanno cercato nuove strade. Il CoViD non esiste, il virus è stato creato in laboratorio, il vaccino uccide. Le solite bufale ma riciclate, i morti da vaccino antiCovid ovviamente ormai non si contano più.

Se andate nei siti complottistici è un vero delirio. E lascia increduli il fatto che c’è gente (non personaggi strani o disturbati ma professionisti, madri di famiglia, politici) che crede veramente che nel vaccino ci sia un microchip, che chiede informazioni sulle antenne 5G che comanderanno a distanza i vaccinati. Non hanno nessun filtro, nessun limite minimo di creduloneria, leggono una sciocchezza e se la bevono, punto.

Siamo ormai immersi nella dissociazione mentale? L’ignoranza domina? Il fatto che ci sia chi decide leggi e governa che crede a queste baggianate è grave. Fa paura eh?

Non credo. Credo sia tutto normale.

Probabilmente ora vediamo con i nostri occhi quello che è sempre stato e non conoscevamo. Ecco perché ne abbiamo paura, quello che non conosciamo ci fa paura, prima, senza social, senza internet, senza avere la possibilità di leggere gli altri, sapere cosa pensassero, cosa dicessero, ci sembravano tutti simili a noi, tutti diversi ma più o meno simili. Quello che credevamo noi credevano gli altri, almeno la maggioranza.
Ma non è così, non lo è mai stato.

La paura che ciarlatani e malfattori diffondono è sempre esistita, solo che prima la diffondevano al bar, nel giornale, allo stadio. Ora arriva a milioni di persone.
Per questo oggi, la società del benessere, che ha soldi, salute, medicine, macchine, computer e acqua calda, ha paura di una puntura: perché è fatta con l'RNA, non con il succo di pompelmo.

Nell’immagine un elenco di effetti collaterali, tra i quali spiccano:

- problemi gastrointestinali

- avvelenamento

- danni neurologici

- malessere generale

Tutti gravi.

Sono gli effetti collaterali dell’Aspirina segnalati in Europa.

Alla prossima.

56 commenti:

  1. Chiedo scusa per la pignoleria, ma la prima frase recita:

    "Avete presente l’animale che si avvicina con timore a un aggetto"

    Ora, a meno che l'animale in questione si avvicini alla parte di una facciata che sporge dalla verticale della stessa e provi timore per l'architetto d'una siffatta diavoleria, presumo che l'ultima parola dovrebbe essere "oggetto".

    Pignoli saluti,

    Nicola

    RispondiElimina
  2. Lo so, mi odierete, ma ho un'altra pignoleria:

    "due l’orti di vaccini"

    Forse "due lotti"?

    RispondiElimina
  3. Perdonatemi, questa è l'ultima:

    "hanno cercato nube strade"

    Forse "nuove strade"?

    RispondiElimina
  4. Grazie per lo spunto, dobbiamo imparare a fare i conti con questa "normalità": l'unico modo per iniziare ad affrontare un problema è ammetterne l'esistenza anche se vien più semplice e naturale la via della negazione.
    Segnalo solo un paio di refusi:

    "Se fossero onesti non direbbero che due l’orti di vaccini sono stati ritirati"

    "hanno cercato nube strade."

    RispondiElimina
  5. Grazie, sistemati. Le conseguenze di scrivere i post con il tablet, che corregge (per modo di dire) tutto.

    RispondiElimina
  6. A me quello che preoccupa è che le persone che portanoa vanti questi ragionamenti sono sempre di più normali, nelle rare occasioni in cui esco di casa sento questi ragionamenti in ogni dove. Spesso sono persone teoricamente di buona cultura, anzi, una buona cultura è una tipica premessa per essere furiosamente colti dalla sindrome di dunning kreuger.
    Se dovessi stare alla mia percezione sono più le persone che credono a stupidaggini che quelle che hanno un atteggiamento razionale, e questo ha un effetto disastroso sul funzionamento della nostra società, sotto tutti gli aspetti. Oggi come oggi ogni volta che si comunica un dato tecnico, in qualsiasi campo, si ha sempre a che fare con pseudoesperti, che sanno già prima di te quale è la risposta.
    In questa vicenda oltretutto si aggiunge un fatto, stiamo combattendo una battaglia e non è garantito che le prime armi che avremo a disposizione saranno le migliori. Si combatte come si può con quello che si ha.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è che valutiamo in maniera errata la nostra cultura? Ho il sospetto che "di buona cultura" equivalga in realtà a "di scarsa cultura". Sono anch'io esterrefatto da persone senz'altro intelligenti, generose e volenterose che esprimono il loro complottismo anche in maniera sprezzante. La cultura in senso lato dovrebbe dare gli strumenti per distinguere, almeno genericamente, cosa potrebbe essere falso e cosa vero; forse la cultura tecnica, se fuori settore, no.

      Elimina
    2. dani, la penso esattamente come te. E sono sconfortata da ciò che mi tocca sentire. Ah: secondo una mia vicina di casa il virus è artificiale, creato dall'INPS (certo: perchè i virus si creano così, nel retro di un ufficio, con un microscopio comprato su Amazon e attaccando con le pinzette i pezzi di due o tre virus) per uccidere i pensionati e salvare i bilanci. Non si è manco accorta che, a causa del covid, l'economia italana è sull'orlo della bancarotta. E non sono riuscita a convincerla che sbagliava.

      Elimina
    3. Dorotea
      In Italia ci sono sei milioni di pensionati. Dubito che novantamila vittime (tantissime!) cambino significativamente i conti dell'INPS.
      Soprattutto per le enormi somme pagate per la cassa integrazione a seguito del lockdown.

      Elimina
  7. Avrei un paio di dubbi che le riporto.
    La tabella degli effetti collaterali dell'Aspirina indica gli effetti che si sono semplicemente verificati dopo l'assunzione (ma che potrebbero essere imputabili ad altre cause) oppure si tratta di effetti sicuramente ascrivibili all'acido acetilsalicilico? Inoltre, a quale finestra temporale si riferisce il numero di casi riportato?

    Grazie per l'attenzione

    RispondiElimina
  8. effetti che si sono semplicemente verificati dopo l'assunzione (ma che potrebbero essere imputabili ad altre cause) oppure si tratta di effetti sicuramente ascrivibili all'acido acetilsalicilico?

    Sono segnalazioni, quindi eventi avversi verificatisi dopo l'assunzione di ac. acetilsalicilico. La stessa cosa succede per i vaccini, segnalazioni.
    Sarà poi la farmacovigilanza a sottilineare se fosse il caso di considerare un effetto preoccupante.
    Per esempio: dopo una vaccinazione è segnalato un episodio di nausea. Molto improbabile sia dovuto al vaccino. Un mese dopo arriva un'altra segnalazione di nausea, poi altre due, poi due, un mese dopo altre cinque, poi 10, poi altre 10. La farmacovigilanza non potrà fare a meno di notare che il sintomo merita attenzione e indagini più approfondite. E sono cose che succedono spesso con tutti i farmaci.

    Inoltre, a quale finestra temporale si riferisce il numero di casi riportato?

    All'intero 2020, aggiornato al 21 gennaio 2021 (arrivano anche segnalazioni in ritardo).

    RispondiElimina
  9. Noto che la scienza non è che stia facendo meglio dei complottismi dato che si prefigge come scopo ultimo quello di uccidere la morte( Covid ).E cerca di farlo negando a prescindere la vita e facendo erroneamente credere che chiudendo le persone a casa la morte non li raggiunga più . Poveri illusi, stanno fallendo miseramente , l' unica cosa che fino ad ora sta riuscendo perfettamente alla dittatura sanitaria è quello di uccidere la libertà e i diritti umani dato che il diritto alla salute non è tiranno rispetto a tutti gli altri diritti costituzionalmente riconosciuti ( istruzione , lavoro , movimento , culto etc etc ). Io da persona favorevole ai vaccini e sempre fatto l' antinfluenzale non mi vaccinerò al Covid per protesta contro la dittatura sanitaria. La saluto con un pensiero per i giovani verso i quali si sta facendo il peggior attentanto alla libertà e al loro futuro dato che nessuno gli tornerà il tempo perso e si accolleranno tutti i debiti che i nostri aguzzini stanno facendo ( l' Italia sembra ormai come il film Cocoon dove i vecchi succhiavano la vita egoisticamente ai giovani facendo morire alla fine pure loro): " Quanto è bella giovinezza , che si fugge tuttavia, chi vuol esser lieto sia , di doman caro dottor Di Grazia non v'è certezza " .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E niente, Domenico non perde occasione di ricordarci che viviamo in una dittatura sanitaria. Oltre a dire "non sono antivaccinista, però.."
      Tranquillo, stavolta non provo nemmeno a convincerti che sbagli. Ci abbiamo già provato, ma è come parlare col muro.

      Elimina
    2. Invece di darvi " pacche sulle spalle " tra voi scienziati per dire quanto siete intelligenti e le persone sono ignoranti dovreste un minimo alzare lo sguardo e mettervi nei panni degli altri. Tante persone non sono contro la scienza e contro i vaccini a prescindere , è merito loro se la durata della vita media si è alzata . Questo però non vuol dire che per la scienza ha il primato su tutti i diritti umani inalienabili e sul futuro delle nuove generazioni. Poi bisognerebbe pure capire quanto è etico che la medicina che dice che ogni vita è importante è che giovani e vecchi devono essere curati in egual misura, ponga le sue attenzioni solo sulle società ricche come la nostra . Non mi sembra che i vaccini Pfizer o Moderna siano state comprate per le nazioni africane , sud americane o povere del mondo. Evidentemente la vita umana è importante solo quando fa comodo . Un po' come quando tra i medici e i virologi parlano di lockdown come se si parlasse di noccioline, che gli frega a loro se affamano le persone , gli stipendi per loro sono garantiti . Dimenticavo , ieri altro ragazzo che si è gettato sotto il treno ( 21 anni ) per depressione, ogni settimana buttano la calce sui binari ormai , per lui un unico trafiletto sulla cronaca provinciale. Fosse morto di Covid lo avrebbero messo in prima pagina , la macchina del terrore deve girare a pieni regimi. La saluto

      Elimina
    3. Domenico, noi non ci diamo pacche sulla spalla. noi siamo stanchi, stressati, arrabbiati.
      stanchi perche' lavoriamo tanto, in condizioni spesso pietose, con risorse limitate
      stressati, perche' oltre a tutto il lavoro dobbiamo portare avanti le nostre vite e proteggere noi stessi ed i nostri cari da un virus insidioso
      arrabbiati, perche' saltuariamente arriva quello come te: quello che domande e fa finta di voler capire, ma poi ignora le risposte perche' non vanno d'accordo con la narrativa che si e' creato nella testa. quello che "non sono antivaccinista, pero' non faccio il vaccino per protesta", che e' come tagliarsi gli attributi per far un dispetto alla moglie. Quello a cui non piace la quarantena e se la prende con scienziati e politici, quando c'e' un solo colpevole che si chiama SARS-COVID 19. Quello che porta sempre lo stesso esempio del giovane che si e' buttato sotto il treno per disperazione, senza mai mettere una fonte alla notizia (e a sentir te, c'e' l'epidemia di gente che si butta sotto un treno).
      quello che probabilmente e' un troll, ma non di quelli che si divertono. Di quelli che sono davvero convinti delle fesserie che dicono.
      c'est la vie.

      Elimina
  10. Il ragazzo è morto il 21 Dicembre 2020 , Ronchi dei Legionari , controlli se vuole, se desidera fare una ricerca su Google è pieno. Ormai ogni settimana bloccano i treni che qualcuno si è buttato sotto il treno , è il mio lavoro , purtroppo è successo anche a me. I suicidi non fanno notizia come i morti di Covid , un trafiletto e via quando c'è spazio nella cronaca locale. Sono tutti giovani ragazzi o la maggior parte padri separati che hanno perso anche il lavoro in questo ultimo anno. Gli anziani non si suicidano quasi mai, anzi non me ne ricordo neanche uno in questo ultimo anno. La saluto e le auguro un buon lavoro anche se mi ha dato del troll ignorante ed anche disonesto che mi invento i suicidi .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima, tutto bene? Gente che si buttava sotto il treno o giù da un ponte non ce n'era? A Sasso Marconi il ponte Leonardo da Vinci è più noto come "ponte dei sospiri" perché era quello preferito dai suicidi, vedi tu...

      Elimina
    2. Prima ce n'erano meno.

      https://www.adnkronos.com/e-allarme-suicidi-causati-dal-covid-rotocalco-n-47-del-18-novembre-2020_46HxFmJrGdjH8oX1OqHXUR
      https://www.repubblica.it/salute/2021/01/22/news/l_impatto_della_pandemia_sugli_aspetti_emotivi_psicologici_e_scolastici_dei_minori-283456298/
      https://www.huffingtonpost.it/entry/federico-tonioni-il-problema-e-la-noia-e-non-le-challenge-salviamo-i-bimbi-giocando-insieme-a-loro_it_6009955fc5b697df1a0cc1c6

      Come vedete tutte testate dell'alt-right complottista. E ora rimettete pure la testa nella sabbia. Struzzi.

      Elimina
  11. Non è un argomento che amo o mi interessa trattare ma mi ha colpito l'affermazione "Gli anziani non si suicidano quasi mai, anzi non me ne ricordo neanche uno in questo ultimo anno".
    Ho fatto una ricerca di 30 secondi su Google con i termini "suicidio anziano" e ho trovato almeno 4 suicidi di anziani nelle ultime settimane. Tutto questo solo per far notare come è facile fare affermazioni prive di solide basi. Così come l'affermazione sul tasso di suicidi nella popolazione anziana si è rivelata infondata, forse anche le altre (es.: "siamo in una dittatura sanitaria") meriterebbero una revisione critica.

    RispondiElimina
  12. Io Maurizio aspetterei i dati dell' anno scorso prima di dire che scrivo stupidaggini prive di senso, penso che si avranno delle grandi sorprese , sia sulla quantità di casi , sia sull' età media di chi compie il gesto. Senza contare tutti i problemi mentali che l' isolamento forzato sta portando in termini di depressione e gesti autolesionistici di ragazzi. Io dal 2000 contavo una ventina di casi all' anno, lo scorso sono arrivato a 32 (tutti giovani o quasi, massimo 50 anni). Se vuole può cercare le affermazioni del direttore del Burgo Garofalo di Trieste a riguardo sui problemi mentali e di dipendenza da alcol e stupefacenti causa Lockdown infiniti . Questo solo per l' ambito medico tralasciando l' aspetto economico, che lo so , vi annoia perché è facile parlare quando lo stipendio arriva puntuale ogni mese. Per quanto riguarda la Dittatura Sanitaria la accontento subito : " Dicesi dittatura sanitaria una nuova forma di governo nella quale gli eletti demandano tutte le decisioni della vita delle persone a dei tecnici ( CTS ) per deresponsabilizzarsi da una parte, e per mantenere il potere attraverso la paura e il terrore servendosi dei media di regime " . La saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sul fatto che spesso scrivi stupidaggini prive di senso, basta guardare vari tuoi precedenti commenti. a cominciare dai tuoi deliri sulla dittatura sanitaria, che continui a portare in giro come il circo barnum. la definizione e' tua o di qualche filosofo fulminato?

      hai casistiche attendibili per il 2020 e gli anni precedenti, o li conti tu personalmente? "pensi" che ci saranno sorprese?
      dimmi domenico: hai la polizia che citofona una-due volte al giorno? ti hanno tolro il diritto di voto? puoi ancora usare il telefono? puoi fare la spesa? hai ancora la macchina? puoi fare palestra?
      smettila con le cavolate, hai gia' fatto figuracce in precedenza con la storia della dittatura e continui sempre con le stesse scememze, spera di non vivere mai in una dittatura vera.
      e fallo il vaccino, quando arrivera' il tuo turno. altrimenti continueremo a vivere esattamente nella situazione di cui ti lamenti.



      Elimina
    2. Domenico, mi permetto di risponderle per punti:
      - "aspetterei i dati dell' anno scorso prima di dire che scrivo stupidaggini prive di senso, penso che si avranno delle grandi sorprese". Non ho mai usato il termine "stupidaggini prive di senso". Ma se quei dati non sono ancora disponibili, lei come fa già oggi a fare affermazioni basandosi proprio su quei dati? Le faccio inoltre notare che la sua affermazione era molto più perentoria: "Gli anziani non si suicidano quasi mai". La mia contestazione a questa frase rimane valida. Mi permetta infine di farle notare che spararla grossa e poi aggiungere dei distinguo solo dopo e solo se qualcuno fa notare che c'è qualcosa che non torna non è un buon metodo.

      - "Se vuole può cercare le affermazioni del direttore del Burgo Garofalo di Trieste a riguardo sui problemi mentali e di dipendenza da alcol e stupefacenti causa Lockdown infiniti". Non mi esprimo in merito perchè non sono sufficientemente informato e soprattutto suffientemente esperto. Devo anche aggiungere che non mi stupirebbe affatto scoprire che il lockdown abbia provocato conseguenze psicologiche negative. Nessuno mette in dubbio che le contromisure messe in atto abbiano provocato diversi livelli di sofferenza, si vuole invece mettere in dubbio che sarebbe stato meglio non farle, come mi pare lei sostenga.


      - "è facile parlare quando lo stipendio arriva puntuale ogni mese". Su quale base afferma che io riceverei un puntuale stipendio? Mi sembra un'altra affermazione fatta senza avere dati.

      - "Dicesi dittatura sanitaria una nuova forma di governo nella quale gli eletti demandano tutte le decisioni della vita delle persone a dei tecnici ( CTS ) per deresponsabilizzarsi da una parte, e per mantenere il potere attraverso la paura e il terrore servendosi dei media di regime". La definizione di dittatura è stata ampiamente atrtribuita dalla storia oltre che, più banalmente, dai dizionari. Quanto sopra è un'attribuzione totalmente arbitraria alla situazione attuale. Durante il lockdown e/o la Pandemia, in molti stati, USA compreso, si è votato. In Italia si è votato il referendum. Alla scadenza del regolare mandato del Parlamento, se non prima, si voterà di nuovo. Che ci sia stata una temporanea riduzione delle libertà personali è ovvio. Che siamo in una dittatura è invece oggettivamente infondato a meno di cambiare a piacimento la definizione di dittatura. Ma allora se io definisco "fotocopiatrice" una macchina dotata di motore, ruote, sedili e volante posso tranquillamente dire di viaggiare in autostrada su una fotocopiatrice. Saluti



      Elimina
    3. - Per dittatura sanitaria non mi riferivo al voto, mi riferivo alla soppressione dei diritti umani, del diritto al lavoro , all' istruzione , religioso etc etc. Il diritto alla salute non è un diritto tiranno rispetto agli altri e deve avere un bilanciamento con tutti gli aspetti della vita sociale, per questo esiste la politica. Naturalmente mi riferivo all' Italia che dall' inizio ha avuto le misure più feroci e lunghe di lockdown seconde solo alla dittatura cinese. L' Italia non si è fatta mancare neanche i droni per controllare le persone e si serve quotidianamente dei guardiani della salute Covid, semplici cittadini che denunciano gli altri nelle loro abitazioni private . Insomma uno stato più simile alla Corea del Nord che ad una democrazia ormai.



      - non ho mai scritto che non bisognerebbe prendere misure contro la pandemia ma da qui a chiudere tutto e per così tanto tempo ce ne passa disinteressandosi totalmente di tutti gli altri aspetti della vita sociale ed economica.

      - Per quanto riguarda l' affermazione che i suicidi ferroviari nell' ultimo anno non hanno mai riguardato casi nella mia regione è una constatazione personale, sarà un caso isolato. Vedremo quando l' Istat farà uscire i dati a riguardo.

      Per il resto non sono qua per negare l' esistenza del Covid ed i morti e per dire che i vaccini sono inefficaci dato che anche questo anno mi sono vaccinato contro l' influenza come ogni anno. Ho solo voluto esprimere la mia rabbia e l' unico strumento che ho di disobbedienza civile è il rifiuto del vaccino Covid fino a che mi sarà permesso. Il dottore sopra mi ha detto che è come tagliarsi i testicoli per fare dispetto alla moglie. Io la vedo differentemente , la vedo come un gesto di libertà contro i diritti umani che mi sono stati , mi sono e mi saranno negati. Insomma è come dire alla moglie che mi fa corna che le lascio casa e il mio letto per accoppiarsi con l' amante.

      Elimina
    4. @angelo, Maurizio: Ma lasciamolo stare, poveraccio. Se pensiamo che il nostro tempo meriti di essere investito nel dar corda ai Domenico, allora siamo Messi peggio di loro.

      Elimina
    5. @Domenico
      L'arrivo della Pandemia è stata una situazione nuova (almeno negli ultimi 100 anni circa) e ci siamo fatti trovare colpevolmente impreparati a livello globale. E' quindi possibile, anzi probabile, che nella definizione delle contromisure si siano fatti degli errori magari anche in senso conservativo. Tuttavia parlare di soppressione dei diritti fondamentali proprio no. Io sono stato mio malgrado più volte in Arabia Saudita e le assicuro Domenico che la soppressione dei diritti è ben altra cosa.

      Aggiungo uno spunto di riflessione: il fatto stesso che lei possa in questa e in qualsiasi altra sede esprimere liberamente queste sue idee e che queste sostanziali stesse sue idee siano sostenute da alcune delle principali cariche dello Stato (Es: Sara Cunial) è la prova più lampante che non siamo in un regime. Se fossimo veramente in una dittatura, non le sarebbe di certo concesso di dirlo tranquillamente, a maggior ragione all'interno del Parlamento (caso Navalny insegna).

      Seconda riflessione: lei sta liberamente esprimendo le sue idee in un blog il cui titolare, mi permetto di dirlo, la pensa senz'altro molto diversamente da lei. Se io venissi a proporre delle critiche o delle contestazioni in un blog o in un forum di sostenitori delle sue idee, verrei accettato altrettanto liberamente? O verrei censurato? Dove sta veramente la voglia di libertà e la voglia di regime? Da meditare.

      @Francesco: se si riesce a mantenere toni civili, la discussione può avere senso

      Elimina
    6. Per dittatura sanitaria non mi riferivo al voto, mi riferivo alla soppressione dei diritti umani

      Come deve essere triste la vita di una persona se in una situazione di emergenza mondiale, con sofferenza e dolore per chiunque, pur non dovendo rinunciare praticamente a nulla parla di "dittatura sanitaria".

      Sinceramente di deboli come lei non ne posso più. Io non ho fatto un corso per resistere allo stress o alla fatica causate da questa pandemia, eppure non mi sento in una dittatura, anzi, sento ancora di più il dovere di stare vicino e sostenere chi ha bisogno.
      Lei e quelli come lei avete stufato. E lo dico con tutta la serenità di questo mondo. Rimboccatevi le maniche e date una mano invece di piagnucolare e girare senza combinare niente.
      E chiuda con i commenti.
      Può avere tutte le opinioni che vuole, può fare tutte le domande che vuole ma la "dittatura sanitaria" se la tenga per lei.

      Elimina
    7. guarda Salvo, la penso come esattamente come te. e grazie per averlo scritto. Non volevo essere troppo diretto e duro con domenico, perche' pensavo che avrei potuto far arrabbiare te. dopotutto, questa e' casa tua.

      Elimina
  13. Maurizio, il dottor Di Grazia mi ha già promesso il ban in passato, può farlo , il sito è suo e lo gestisce lui. Ma non mi accosti alla signora Cunial che lei è una No Vax convinta , il mio discorso è totalmente diverso e verte sui confini tra la scienza , il diritto alla salute e i diritti umani che dovrebbero convivere in una democrazia e non prevalere l' uno su l' altro con questa violenza e per tutto questo tempo. Che io scriva qua sopra non significa niente , non mi rende un essere umano più libero . La mia è solo una testimonianza che più comprimi le libertà individuali , più abbandoni le persone e meno avrai sostegno se si vuole raggiungere un obiettivo . Hai un effetto controproducente così facendo e porti acqua al mulino dei complottisti. Con più moderazione si otterrebbero più risultati, ad esempio potrebbero promettere alle gente che se si vaccinano contro il Covid - Sars possono buttare la mascherina , magari non subito ma dopo un mese. Obbligarle a vaccinarsi e dirgli allo stesso momento che non toglieranno la mascherina per anni , che non potranno tornare alla vita di prima è controproducente. Per il resto la ringrazio per la gentilezza e il messaggio al signor Francesco, mi hanno già dato dello stupido lui e del troll il dottor Angelo. Amen , me ne farò una ragione. La saluto e le auguro buona serata a lei e ai suoi cari. La finisco qua e tolgo il disturbo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domenico, fai delle proposte puerili, infantili. Non possiamo dire "vaccinatevi che poi togliamo subito le mascherine" perché non sarebbe vero, sarebbe disonesto, non scientifico e poco professionale. Mi stupisco che tu possa anche solo pensare che un medico possa dirti una cosa del genere, jn scienza e coscienza.
      Se poi non vuoi essere paragonato agli anti vax, non comportarti come loro. La cosa che dici sul vaccino è senza senso, una risposta da bambini che puntano i piedi mentre fanno i capricci. E quel che è peggio , non capisci che otterresti il risultato opposto a quello che vuoi: prolungheresti la "privazione dei diritti" (come la chiami tu) per altro tempo.
      Mai a parlare di doveri, immagino?

      Elimina
    2. Peraltro nessuno (sottolineo: nessuno) in Europa sta usando più moderazione (o molta più moderazione) dell'Italia in quanto a contromisure. Si guardino i paesi confrontabili: Francia, Germania e UK: tutti sullo stesso piano, ed almeno la Germania con misure attualmente più severe di quelle italiane.
      E a proposito di stupidità: non saprei come definire altrimenti la scelta di uno che, pur non definendosi un no-vax plagiato da chissà quali teorie complottiste, decide di non vaccinarsi per "sentirsi libero" pur sapendo che se c'è un mezzo che gli può restituire la libertà è proprio il vaccino. Se non è stupidità questa ditemi che cosa è.

      Elimina
    3. Signor Angelo, innanzitutto mi scuso se sono stato sgarbato , è un momento difficile per tutti . Capisco il suo ragionamento e lo comprendo ma come sa bene l' essere umano vive di speranza , e senza quella è facile farlo cadere preda della disperazione e dei complottismi. Non è questione di puntare i piedi come i bambini, è sano realismo perché la maggioranza delle persone , me compreso , ha fatto il suo dovere . Qualcuno ha perso il lavoro , qualcuno la vita per disperazione , qualcuno la gioia di vivere , qualche ragazzo la spensieratezza della gioventù. Bisognerebbe trovare un punto di incontro , sennò si procede con la forza , ben consci però dell' altro lato della medaglia e cioè la possibilità che la situazione scappi di mano e ci si ritrovi con le rivolte per le strade.

      Per quanto riguarda il signor Francesco che continua a darmi dello stupido vorrei suggerirle di essere meno arrogante e che rappresenta il perfetto esempio dell' estremismo scientifico. Lei parte dal presupposto che la scienza è al di sopra di tutto e questo è un pensiero da despota. Una persona religiosa ( ed io sono ateo ) potrebbe risponderle che Dio è al di sopra di tutto e che sia fatta la sua volontà , se muore di Covid amen. Nessun coprifuoco dovrebbe impedirgli di andare a messa a Natale e " festeggiare " la nascita di Cristo. Questo naturalmente è solo un esempio per dire che non sono né la scienza o la medicina che devono concedere alla persone la libertà, la libertà è insita nell' essere umano. Per questo ho usato il termine dittatura sanitaria dove la salute ha ormai la precedenza su tutto. Come nelle dittature religiose islamiche dove la religione viene prima di tutto , la sostanza è la stessa .

      Elimina
    4. Preso parte del mio tempo per parlare al muro, sapendo che sarà inutile. Tu sai che il vaccino sarà utile a te ed al tuo prossimo ma lo rifiuti per protesta contro decisori che della tua scelta faranno spallucce e dovranno continuare ad imporre le restrizioni che danneggiano te ed il tuo prossimo. Ora, poche palle e non evadiamo la questione: è una scelta intelligente? No, è da scemi, punto.

      Elimina
    5. Francesco io sarò pure scemo ma lei dato che è illuminato ed intelligente se ha il piacere faccia pure un esperimento . Prenda un cane , lo leghi con una catena, lo bastoni se abbia la notte e disturba e lo lo nutra con poco cibo. Dopo più di un anno si presenti con una mano per accarezzarlo e con l' altro una siringa con una puntura . E si avvicini compassionevole. Auguri

      Elimina
    6. Paragone sconclusionato, del resto lo sapevo era parlare al muro. Si parte dal presupposto che gli esseri umani oltreché senzienti siamo anche pensanti, sebbene in certi casi... La chiudiamo qui.

      Elimina
  14. Ogni volta, ogni volta che appare un nuovo post del Dott Di Grazia assistiamo alla solita scenetta di un individuo con un evidente sindrome di dunning kroeger che sproloquia e alcune persone che cercano di ragionarci. Sinceramente non penso di essere l'unico ad esserne completamente stufo.
    Qualsiasi argomentazione gli venga portata per lui non esiste, ha ragione lui. Sempre.
    Dice delle scemenze colossali, glielo fate notare e cambia discorso.
    fa paragoni ad mentula canis.
    Qui non si tratta di discussioni intelligenti, o di scambio di vedute.
    No, Voltaire non aveva ragione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, infatti stavolta non provo nemmeno a ragionarci. Ma a volte mi beccano mentre sono stanco, e allora scrivo.

      Elimina
    2. Stefano e Angelo io avrò pure la sindrome che dite, ma voi avete seri problemi di analfabetismo funzionale e di comprensione di un testo unite ad una dose pericolosa di despotismo ed estremismo. Io non ho mai dubitato della bontà dei vaccini , ribadisco solo con forza che il diritto alla salute non è tiranno rispetto ai diritti umani. Voi avete scelto la scienza come " religione unica " , tante altre persone non la pensano come voi . Fatevene una ragione , Voltaire o no ...

      Elimina
    3. domenico, ti rendi conto che accusi altri di analfabetismo funzionale quando e' chiaro che tu non hai compreso ne le mie, ne le spiegazioni di parecchi altri utenti che ti hanno spiegato che hai torto?
      despotismo ed estremismo? ma tu non eri quello che "non faccio il vaccino per protesta contro la dittatura sanitaria"?
      delirio.

      Elimina
    4. Domenico, due osservazioni. 1) dici di credere ai vaccini ma non volerlo fare per protesta. Lo sai che è come evirarsi per far dispetto alla moglie ?
      2) L'unica argomentazione che porti è che il diritto alla salute, ovvero alla vita, non deve essere prevalente. Invece ti annuncio che no, in una società civile lasciare morire le persone senza possibilità di dar loro una cura è il peggio che si possa fare, in una società solidale e umana il diritto alla vita alla cura è assolutamente prevalente. Così come è prevalente tirare fuori i feriti dopo i terremoti dalle macerie, spegnere gli incendi, eccetera. Eccome se è prevalente. E se io debbo ledere la libertà di movimento per salvare la vita a delle persone, la ledo eccome. Anche perché è prescritto dalla nostra costituzione.

      Elimina
  15. Domenico, Lei ha mai sentito parlare delle analisi di tipo "What if"?
    Ha mai provato a pensare a cosa sarebbe successo se non ci fosse stata quella che per Lei èdespotismo della scienza e che invece èsemplicemente uso della ragione?
    Ha provato ad immaginare cosa sarebbe successo co 10 milioni di contagiati, un milione di ricoveri, quattrocentomila morti?
    Ci sarebbe stato il collasso della società nel suo complesso, le persone non sarebbero andate al lavoro per paura di contagiarsi, sarebbero iniziati i saccheggi dei negozi. Magari non sarebbe successo, ma le probabilità che succedesse erano molto alte. Avrebbe corso questo rischio?

    RispondiElimina
  16. Articoloo bellissimo!! E quanto condivido la sua affermazione: "Probabilmente ora vediamo con i nostri occhi quello che è sempre stato e non conoscevamo. Ecco perché ne abbiamo paura, quello che non conosciamo ci fa paura, prima, senza social, senza internet, senza avere la possibilità di leggere gli altri, sapere cosa pensassero, cosa dicessero, ci sembravano tutti simili a noi, tutti diversi ma più o meno simili. Quello che credevamo noi credevano gli altri, almeno la maggioranza.
    Ma non è così, non lo è mai stato.

    La paura che ciarlatani e malfattori diffondono è sempre esistita, solo che prima la diffondevano al bar, nel giornale, allo stadio. Ora arriva a milioni di persone." Questa epidemia, unita ad internet, per me è stata un doppio choc. Il primo, per la pandemia in se': irreale, fuori da ogni cosa conosciuta o immaginata; all'inizio sembrava un brutto film. Il secondo, per quello che ho scoperto sulle persone. Sugli abissi di ignoranza arrogante, cattiveria, bruttura che moltissimi hanno dentro. passo ore al giorno attaccata ad internet e ne esco costernata, incredula, amareggiata. Senza pandemia e senza internet averei passato tutta la vita credendo che l'essere umano fosse, salvo pochissime eccezioni, buono, pacato, in grado di sostenere un confronto e un dialogo, ragionevole. Ho 55 anni, l'avevo creduto per tutto questo tempo. Ora, a 55 anni, scopro che è il contrario, che le persone ragionevoli sono una risicata minoranza. Che meno la gente sa, più spara sentenze. Mesi fa sono stata aggredita verbalmente perchè portavo la mascherina (non davo fastidio a nessuno, stavo accarezzando un gattino cieco, in campagna, all'aperto: sono dovuta scappare), ma avrei potuto pensare che il tizio che mi ha derisa e insultata fosse un caso isolato. "Grazie" ad internet, invece, so che quelli come lui probabilmente sono la maggioranza. Se anche, per ipotesi assurda, il virus sparisse stanotte, la mia vita non tornerebbe mai più quella di prima: perchè adesso non credo più negli esseri umani. Ho scoperto che molte persone che sembrano pacate e per bene sono fogne a cielo aperto. Mi aspettavo -povera scema- che questa emergenza ci avrebbe uniti, che avrebbe tirato fuori il meglio da ciascuno di noi. Invece, è successa una cosa più semplice: ha tirato fuori da ciascuno ciò che è veramente. Alcune persone splendide, e tantissime marce fino al midollo. Lei è più pacato di me, riesce a dare una spiegazione razionale a quello a cui stiamo assistendo. Io sono più drastica: penso che, adesso che so che cosa c'è dentro molte persone (e lo so grazie ad internet, lo stesso diabolico strumento grazie al quale qualsiasi teoria strampalata buona per due chiacchere al bar dopo il quarto bicchiere diventa una corrente di pensiero con migliaia di seguaci) non amerò mai più il mondo come lo amavo una volta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso dirle che a mio avviso si sbaglia? Le persone orribili e decerebrate di cui parla hanno semplicemente tanta visibilità perchè gridano, insultano, si fanno notare. Quelli normali, quelli che si mettono la mascherina quando arriva il corriere anche se poi lui ti butta il pacco in giardino e corre via, quelli che si disinfettano le mani all'ingresso nei negozi, quelli che aspettano il vaccino, quelli che sono stati in quarantena perchè avevano un familiare ammalato, quelli che considerano idioti quelli di cui lei parla, ovvero novax, negazionisti, qanon, chi più ne ha ne metta... sono la maggioranza, mi creda. I domenico sono pochi, urlano , e pertanto spiccano. Non sono inoffensivi, non vanno derisi ne sottovalutati, ma sono pochi e senza argomenti validi.

      Elimina
    2. Veramente quello insultato sono io signor Stefano. Lei mi ha dato del decerebrato, la signora Dorotea della persona orribile, poi mi sono beccato troll scemo , la cosa meno insultante che mi è stata detta è stato ignorante. Le racconto una cosa che è capitata poco tempo fa , io al mare su una panchina con la mia compagna , tutti e due con mascherina , avevamo comprato dei cioccolatini ( cremini ) e li stavamo mangiando con calma. Arriva un papà con due bambini piccoli, uno rimane indietro e si ferma a guardarci, io sorrido da sotto la mascherina e gli do un cremino. Il papà si accorge e mi guarda con odio negli occhi , prende la mano del bambino e gliela sanifica e, lo rimprovera , prende il cremino e lo butta nel cestino più avanti. Ancora al pensiero mi fa male il cuore , è un piccolo gesto ma mi ha fatto più male di un pugno sul viso. Anche la cosa che è capitata alla signora Dorotea è brutta , a tutti sono capitati spiacevoli episodi , però cerco di capire e mettermi nelle " scarpe " delle altre persone e magari camminarci. Il papà era chiaramente terrorizzato, io non mi sarei comportato così ma posso capirlo. Il signore che ha urlato alla signora Dorotea magari aveva perso il lavoro , aveva dei figli adolescenti a casa che gli rendono la vita impossibile perché non possono uscire, chi lo sa cosa ha perso per questa pandemia? Tutti siamo più nervosi in questo periodo ed io ho semplicemente detto , magari in maniera poco carina e me ne scuso , che il diritto alla salute deve convivere PER ME con tutti gli altri diritti umani. Le auguro buona giornata a lei e alla signora Dorotea.

      Elimina
    3. bene Domenico. Dimmi, oltre a lamentarti del tuo cuore spezzato, hai capito di aver sbagliato a dare il cremino al bambino, visto che DURANTE UNA PANDEMIA quelo e' uno dei tanti modi di diffondere il coronavirus?
      e non fare l'offeso adesso. Hai detto corbellerie belle grosse, per prenderti i rimproveri dagli utenti e dal padrone di casa. La colpa e' solo tua, il minimo che puoi fare e' smetterla di dire cavolate e prenderti la responsabilita' dei tuoi errori.

      Elimina
    4. NUlla, Angelo, non ce la fa. Non capisce neanche le più basilari norme di sicurezza in una pandemia, non capisce che NON doveva assolutamente dare un cremino a quel bambino e che il padre avrebbe anche potuto arrabbiarsi molto di più e non limitarsi ad un'occhiata. Non ce la fa. Non capisce neanche che quelli che riceve non sono insulti, sono purtroppo considerazioni su una persona che pensa di essere superiore al mondo, di avere più diritti di libertà lui che il resto delle persone di salute.
      Che pena che mi fa.

      Elimina
  17. Stefano e Angelo ora anche basta, state esagerando. Io non mi considero superiore a nessuno , vi state comportando nella stessa maniera del signore che ha urlato alla signora Dorotea . Io il cioccolatino ( incartato) non l' ho dato apposta per infettare il bambino, non ci ho pensato al momento anche se ho sbagliato, non l' ho fatto di proposito. Io lo so che se il padre fosse stato uno di voi due mi avreste insultato o chiamato la polizia. Io se fossi stato il padre avrei preso il cioccolatino , me lo sarei messo in tasca e magari avrei sanificato le mani del bambino più avanti o lo avrei buttato dopo. Poi è andata così, il papà si è comportato come si è sentito , non gliene faccio una colpa, HO SBAGLiATO IO. Anzi lo posso capire perché siamo tutti più nervosi in questo periodo. Per il resto io non ho neanche detto che i vaccini fanno male , che modificano il DNA , che le mascherine sono inutili o minacciato nessun virologo o medico pro vaccino. Ho solo scritto, magari in maniera non troppo educata, che PER ME le limitazioni ai diritti umani umani nel nostro paese ( Italia ) sono state e sono troppo forti e troppo prolungate . La pensate differentemente da me ? Va bene , è normale ma ora anche basta con le offese , manca solo figlio di p... e me le avete dette tutte . Ci diamo tutti una calmata per piacere ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bhé, diciamo che caramelle cremini e bon-bon ai bambini non si offrono a prescindere, perché ogni bimbo dovrebbe essere educato ad una sana diffidenza verso gli estranei, anche se questi sono nel 99% ben intenzionati (ma il restante 1% è pericolossismo e qui non è proprio questione di covid). Fossi stato il padre avrei declinato con un "grazie, ma non mi sembra il caso".
      Poi, sui toni ti devo dare ragione, il gesto di offrire il cremino è inopportuno (ripeto: a prescindere, se il bimbo non ti conosce) ma non fa di te un criminale e (@stefano) non legittimerebbe il padre ad andare oltre l'occhiata. Però anche tu fai il possibile per tirartele. E' stato ripetuto fino alla nausa, con i toni e gli argomenti più pacati e ragionevoli e quelli più diretti: non è stato leso un singolo diritto umano, non uno, zero. Ze-ro. Mai. Qualche tono di troppo te lo sei beccato ma quello che hai professato qui tra "non faccio il vaccino" e "dittatura sanitaria", anche con una certo orgoglio battagliero, è anche esso un insulto... all'intelligenza.

      Elimina
    2. Signor Francesco la ringrazio per aver capito , in un momento di totale sconforto ho esagerato ma sinceramente anche chi mi ha insultato ripetutamente non è che ha fatto bella figura. Chiedo scusa inoltre al dottor Di Grazia se ho " dato fastidio " , non scriverò più , ho sbagliato io. E non scriverò più neanche sul web , non ho più neanche i social. Mi leggerò un bel libro che sicuramente è la cosa migliore. Saluti a tutti

      Elimina
    3. "E non scriverò più neanche sul web , non ho più neanche i social. Mi leggerò un bel libro che sicuramente è la cosa migliore."

      ecco, questa mi sembra un buona idea. Ai social ho rinunciato anche io e sto benissimo. Al massimo scrivo sporadicamente sui forum. Sul libro posso suggerire? "Creature Luminose" di Martin Suter. Buona serata.

      Elimina
    4. boh, Domenico, non mi pare di averti offeso. Ti ho scritto che in tempo di pandemia, dare il cremino al bambino e' stata una pessima idea, al netto delle tue buone intenzioni. E credo dovresti semplicemente ammettere l'errore.
      Riguardo a quel che ti ho scritto sul tuo rifiuto del vaccino "per protesta" e sulle tue posizioni rispetto alle restrizioni (dittatura sanitaria, lesioni dei diritti umani e compagnia cantante), ti riscriverei quel che ho gia' scritto. Hai delle opinioni che io (e non solo) ritengo sbagliate, prive di appoggio morale o scientifico, spesso esposte in maniera puerile.

      Elimina
    5. Ma almeno, a fronte di oltre 100 milioni di casi e oltre 2 milioni di decessi nel mondo (a proposito, chissà che fine ha fatto quel tizio che riteneva infondato ed esagerato il paragone con la 'Spagnola' di 100 anni fa...), considerato che a tutt'oggi da quasi 4 mesi continuano ad esserci circa 20000 pazienti in degenza ordinaria e 2000 in terapia intensiva e non se ne vede ancora assolutamente l'uscita, siamo tutti d'accordo che sto virus qualche problemino lo crea o ancora no?
      Il vaccino (pfizer) sembra funzionare e bene: chi lo riceve, dopo la seconda dose, ha mediamente titoli anticorpali 2 3 volte più alti che l'infezione naturale (io ho 307 di IgG anti s1 s2), in chi ha già avuto il covid la singola dose funziona da booster oltre le aspettative (praticamente a tutti gli anticorpi 'schizzano' oltre i limiti di dosabilità), il che lascia sperarr che un terzo richiamo fatto a distanza di 6 12 mesi abbia lo stesso effetto e durata quantomeno dell'antitetanica. L'unico dubbio resta la copertura sulla variante brasiliana.
      Fare il vaccino e farlo il più presto possibile dai 55 60 anni in su è l'unica via per uscirne, lasciar circolare il virus significa paralizzare società e sanità.

      Elimina
    6. vero. se solo avessimo tutti perseguito una strategia "zero covid" dall'inizio invece di temporeggiare..

      Elimina
  18. Grazie del consiglio, appena preso su Amazon, arriva Giovedi. Buona serata a lei

    RispondiElimina
  19. Salve,
    Ho una questione (forse più un tema da proporre...) per il Dott. Di Grazia e i medici che frequentano il Blog. Ho assistito allo scontro televisivo tra il Prof. Bassetti ed un medico dal passato rispettabile ma un präsente indifendibile fatto di urla sguiate, complottismi e tamponi Covid ai Kiwi. Parrebbe che i simpatici complottisti, accorsi a dare man forte al medico in questione sui social, avrebbero tempestato Bassetti di insulti fino ad arrivare a minacce di morte. Io per contro mio osservavo la performance del medico, su cui già verte un'indagine dell'Ordine, e mi domandavo per quale motivo decidesse di lanciarsi senza paradute perorando le tesi più disparate. E qui vengo Al punto. Cosa implica, in concreto, essere espulsi dall'ordine, per un medico? Certo, se continuasse ad applicare i suoi metodi per curare le persone allora sarebbe passabile di denuncia per esercizio abusivo, ma è questo rischio reale o, nei fatti, più che altro teorico?
    Altra domanda: cosa rischio io, paziente, se mi metto nelle mani di un medico espulso? Ovvio, la Salute. Ma ogni medico può sbagliare. Cosa differenzia l'errore di un medico da quello di un ciarlatano? Il paziente che subisce il medesimo danno è tutalato in modo differente se tale danno proviene dall'azione di un medico piuttosto che da un ciarlatano o abusivo?
    Grazie.

    RispondiElimina
  20. Cosa implica, in concreto, essere espulsi dall'ordine, per un medico?

    Non può più esercitare la professione in nessuna forma.

    cosa rischio io, paziente, se mi metto nelle mani di un medico espulso?

    Niente dal punto di vista legale, di affidarsi a un incompetente dal punto di vista medico. Esattamente come farsi curare da uno stregone, non è proibito per legge.

    Cosa differenzia l'errore di un medico da quello di un ciarlatano?

    L'errore del medico è una possibilità umana: sai fare le cose ma sbagli e causi un danno, come può succedere a chiunque.
    L'errore del ciarlatano è volontario: non sai fare le cose e quindi causi un danno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non può più esercitare la professione in nessuna forma.
      Beh, non può più esercitare la professione in Italia... Può sempre rifugiarsi in Svizzera come la Mereu e atteggiarsi a vittima del "sistema", purtroppo.

      Elimina

I tuoi commenti sono benvenuti, ricorda però che discutere significa evitare le polemiche, usare toni civili ed educati, rispettare gli altri commentatori ed il proprietario del blog. Ti invito, prima di commentare, a leggere le regole del blog (qui) in modo da partecipare in maniera costruttiva ed utile. Ricorda inoltre che è proibito inserire link o indicare siti che non hanno base scientifica o consigliare cure mediche. Chi non rispetta queste semplici regole non potrà commentare.
I commenti che non rispettano le regole potranno essere cancellati, anche senza preavviso. Gli utenti che violassero ripetutamente le regole potranno essere esclusi definitivamente dal blog.

Grazie per la comprensione e...buona lettura!